Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Più giovani donne più probabilmente per avvertire gli eventi cardiovascolari avversi di un anno dopo il PCI

Le donne che i più giovani di 55 anni che subiscono l'intervento coronario percutaneo (PCI) per la sindrome coronarica acuta (ACS) sono più probabili avvertirli gli eventi cardiovascolari avversi di un anno dovuto i fattori di rischio quali il diabete e la malattia renale cronica, eppure sono meno probabili ricevere la terapia antipiastrinica potente che gli uomini. Lo studio di PROMETHEUS ha trovato che i risultati per entrambe il post-PCI delle donne e degli uomini dipendono dai loro fattori di rischio del riferimento, il non loro sesso. I risultati sono stati presentati oggi come test clinico dirottura alla società per angiografia ed interventi cardiovascolari (SCAI) 2016 sessioni scientifiche a Orlando, Fla.

Il PROMETHEUS era uno studio d'osservazione retrospettivo e multicentrato che confronta i risultati in pazienti curati con clopidogrel contro coloro che è stato curato con la terapia più potente, prasugrel, dopo il PCI di ACS. Lo studio ha esaminato i risultati fino a un anno ed ha tenuto la carreggiata gli eventi ed i rischi cardiaci (MACE) avversi importanti di spurgo. Il MACIS è stato definito come un composito della morte, dell'infarto miocardico, del colpo o del maggiore non pianificato ad un anno. Lo spurgo significativo è stato definito clinicamente come spurgo che ha richiesto una trasfusione o un'ospedalizzazione.

“Considerando tutti i fattori di rischio, abbiamo voluto scoprire se ci fosse una differenza nel trattamento fra gli uomini e le donne,„ abbiamo detto il ricercatore co-principale Usman Baber di studio, il ms di MD ed il ricercatore post-dottorato Jaya Chandrasekhar, MBBS, MRCP, FRACP dalla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai.

Il gruppo di studio ha incluso complessivamente 4.851 paziente. Di quelli, 1.162 (24,0 per cento) erano donne e 3.689 (76,0 per cento) erano uomini. La prevalenza del diabete (41,0 per cento contro 27,9 per cento) e della malattia renale cronica (12,7 per cento contro 7,2 per cento) era più alta fra le donne che gli uomini.

Indipendentemente dal sesso, il prasugrel è stato usato in meno di un terzo dei pazienti (31,8 per cento in uomini contro 28,1 per cento in donne, nel p= 0,01). Non regolato, il MACIS ad un anno era significativamente più alto in donne che negli uomini (21,1 per cento contro 16,2 per cento). Dopo adeguamento a più variabili (ora 1,13, ci 0.93-1.36 di 95 per cento), i risultati non erano più significativi. Le donne egualmente hanno avute più spurgo che gli uomini (3,6 per cento contro 2,2 per cento, p=0.01), senza differenze nel rischio di regolato (ora 1,23, ci 0.78-1.95 di 95 per cento).

“Che cosa questo studio dimostrato è che è importante valutare obiettivamente tutti i fattori di rischio quando considera quale terapia da amministrare,„ ha detto gli autori. “Nei medici del mondo reale sia più probabile considerare il rischio trombotico negli uomini ma il rischio di spurgo in donne per la prescrizione di prasugrel o di clopidogrel.„

Source:

Society for Cardiovascular Angiography and Interventions