Lo studio rivela i nuovi risultati importanti circa cancro raro

Uno studio formato da 39 istituzioni internazionali ha rivelato i nuovi risultati significativi circa carcinoma corticosurrenale (ACC), un cancro raro con una prognosi spesso difficile.

Lo studio, che ha condotto una valutazione “pan-genomica„ completa del CRNA, piombo dal centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas e dall'università del Michigan, Ann Arbor. I risultati della ricerca sono pubblicati nell'emissione del 9 maggio della cellula tumorale.

Il CRNA è un cancro aggressivo che proviene dalla ghiandola surrenale. Le influenze di malattia di meno di due genti per milione annualmente ed è veduta più comunemente nel minorenne 5 dei bambini e nelle età degli adulti 30-40. Il tasso di sopravvivenza quinquennale globale è 20 - 35 per cento.

Gli scienziati hanno esaminato 91 esemplare del tumore di CRNA da quattro continenti e la perdita “massiccia„ osservata del DNA seguita dall'intero raddoppiamento del genoma (WGD). WGD accade quando le celle del tumore acquistano una copia extra del loro intero genoma. I ricercatori hanno trovato che WGD è stato associato con il decorso clinico aggressivo, suggerente che potrebbe essere un marchio di garanzia della progressione di malattia. Speculano che la crescita del tumore potrebbe essere rallentata se potessero proibire WGD negli studi preclinici futuri.

“I nostri risultati rappresentano la caratterizzazione più completa dei tessuti di CRNA e possono indicare un tasto alla riuscita terapia mirata a per questa malattia,„ ha detto Roeland Verhaak, Ph.D., professore associato di bioinformatica e biologia di calcolo. “I risultati di studio illustrano come i dati molecolari, combinati con la valutazione clinica tradizionale, potrebbero informare le decisioni terapeutiche e piombo ai risultati significativi del ricoverato in anticipo.„

Inoltre, lo studio ha identificato tre sottotipi di CRNA con i risultati clinici distinti e le alterazioni molecolari, hanno detto Verhaak, aprente la strada per una stratificazione clinica più precisa dei pazienti basati sui biomarcatori molecolari.

Il gruppo egualmente ha identificato i geni “del driver„ di CRNA del romanzo, amplianti la loro comprensione circa i geni già ha pensato per piombo a formazione del tumore come pure definire le nuove vie molecolari.

“La nostra comprensione della patogenesi di CRNA è incompleta e le nuove terapie sono necessarie,„ ha detto Verhaak. “Mentre le valutazioni cliniche standard sono informative per la gestione paziente, le informazioni molecolari possono potere a precisamente predicono il risultato paziente e dirigono la cura ottimale.„

Source:

University of Texas M. D. Anderson Cancer Center