Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ha potuto l'infezione del verme ricambiare IBD? Un'intervista con Dott. Loke e Dott. Cadwell

Dr. Loke and Dr CadwellTHOUGHT LEADERS SERIES...insight from the world’s leading experts

Che cosa è l'ipotesi dell'igiene e perché potrebbe una mancanza di infezione del verme essere collegato con le malattie di viscere infiammatorie (IBD) come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa?

L'ipotesi dell'igiene si riferisce all'idea che l'esposizione in diminuzione agli agenti infettante sicuri (a causa di migliore igiene) è la ragione per la quale abbiamo veduto un aumento nelle malattie infiammatorie nel mondo sviluppato.

Per esempio, forse perché più di meno siamo infettati dai vermi parassitari, il nostro sistema immunitario non sviluppa il modo che sia supposto a.

Ipotesi di Hygenie

Come la distribuzione e la prevalenza globali delle infezioni del verme confronta ad IBD?

I posti nel mondo in cui avete alta incidenza di IBD, come gli Stati Uniti e l'Europa occidentale, sono l'opposto dei posti in cui avete alta incidenza delle infezioni del verme, come Sud-est asiatico.

Come il vostro studio recente ha verificato il collegamento fra i parassiti ed i batteri e l'origine di IBD?

Abbiamo provato se l'infezione del parassita può trattare la malattia in mouse che hanno una mutazione in NOD2, un gene che è collegato ad IBD in esseri umani.

Questi mouse mutanti NOD2 sviluppano la malattia perché hanno uno squilibrio nelle loro popolazioni batteriche intestinali (il microbiome dell'intestino). Di conseguenza, egualmente abbiamo esaminato l'effetto dell'infezione del parassita sui batteri intestinali.

Infiammazione intestinale dei contatori di infezione del verme cambiando il microbiome dell

Infiammazione intestinale dei contatori di infezione del verme cambiando il microbiome dell'intestino

Ulteriormente, abbiamo esaminato gli indigeni in Malesia, che sono infettati con i parassiti e generalmente non sviluppano IBD, per esaminare che cosa l'effetto dell'infezione del parassita sui batteri intestinali in esseri umani.

Che cosa erano i risultati principali della vostra ricerca?

Abbiamo trovato che l'infezione del parassita ha invertito IBD in mouse mutanti NOD2 e che ha fatto questa mediante il cambiamento del contenuto dei batteri intestinali.

Specificamente, piombo ad un aumento in batteri utili chiamati Clostridiales e questi batteri utili hanno diminuito il numero dei batteri malattia-causanti chiamati Bacteroides.

Piroxicam

Poi abbiamo esaminato gli indigeni in Malesia ed abbiamo osservato gli stessi cambiamenti nelle loro popolazioni batteriche intestinali.

Quando le persone sono state infettate con i parassiti hanno avute un aumento in Clostridiales e una diminuzione in batterioide.

È l'effetto sui batteri dell'intestino piuttosto che i vermi direttamente che aiutano IBD?

Nel nostro sistema, questo sembra essere il caso. I vermi stanno causando i cambiamenti nella comunità batterica dell'intestino, che poi determina il risultato di malattia.

Potete descrivere come configurazioni di questa ricerca sullo studio precedente del Dott. Loke che ha trovato che dà il verme eggs alle scimmie protette loro dalla versione scimmiesca di IBD?

Nel nostro studio precedente sulle scimmie con colite, abbiamo trovato che dopo l'infezione del verme, i batteri delle scimmie erano più simili alle scimmie sane. Ciò era d'osservazione. Non abbiamo identificato i tipi specifici di batteri che potrebbero contribuire a riparare le comunità in buona salute.

In questa ricerca, potevamo identificare i batteri dei clostridi classifichiamo che potrebbero riparare le comunità in buona salute dell'intestino ed indicare che i vermi stavano aiutando i clostridi a svilupparsi ed espandersi.

Worm infection counters intestinal inflammation by changing gut microbiome

Che impatto ha potuto la vostra ricerca avere per gli scienziati ed i medici che cercano i nuovi modi trattare Crohn e la colite ulcerosa?

Ci sono sforzi per sviluppare i clostridi come batteri probiotici per il trattamento del CD e del UC. I nostri risultati indicano che l'ambiente pregiudicherebbe la colonizzazione di questi batteri. Un ambiente ricco del muco può aiutare i clostridi a colonizzare l'intestino.

Inoltre, è importante da pensare ai genotipi quando cura i pazienti del UC o del CD. I nostri risultati indicano che forse i vermi ed i clostridi sarebbero più utili per la gente che porta il polimorfismo Nod2, forse di meno così per altri pazienti del UC e del CD.

Alternativamente, possono essere più utili per la gente che ha batteri infiammatori di Bacteorides.

Pensate la vostra ricerca potreste avere implicazioni per altre malattie autoimmuni come il diabete di tipo 1 e la sclerosi a placche?

Dysbiosis delle comunità batteriche dell'intestino è una caratteristica comune di molte malattie autoimmuni, ma tutte queste malattie sono molto complicate e dobbiamo risolvere i dettagli specifici per ogni malattia.

Che cosa pensate le tenute future per i pazienti di IBD?

Abbiamo veduto molte innovazioni “nella medicina personale„ per altre malattie come determinati tipi di cancri. La nostra ricerca, con molti altri risultati nel campo, sta suggerendo che i simili approcci siano possibili per trattare IBD.

Che ulteriore ricerca è necessaria?

Stiamo provando a capire come i clostridi possono outcompete i batteri del batterioide. Stiamo provando a capire come la risposta immunitaria ai vermi può contribuire a riparare il tessuto dell'intestino, oltre a cambiare le comunità batteriche. Stiamo domandando se i clostridi dalla gente colonizzata elminto sono più potenti come probiotics.

Dove possono i lettori trovare più informazioni?

Abbiamo scritto una serie di articoli sugli elminti e sventriamo i batteri che possono essere trovati online, cercando i nostri nomi.

Circa Dott. Loke e Dott. CadwellDott. Loke e Dott. Cadwell

Il Dott. KEN Cadwell ha ricevuto il suo Ph.D. dall'università di California, Berkeley ed ha realizzato la sua ricerca postdottorale alla scuola di medicina dell'università di Washington in cui ha studiato come le interazioni del gene-microbo possono piombo alla malattia di viscere infiammatoria (IBD). Ha unito l'istituto di Skirball ed il dipartimento di microbiologia alla scuola di medicina di New York University nel 2010 come assistente universitario. La sua ricerca corrente è messa a fuoco sulla comprensione come le risposte immunitarie ad un'infezione sono regolamentate. I contributi notevoli comprendono la scoperta che ci sono virus utili nell'intestino, che hanno simili ruoli nella salubrità e nella malattia come batteri che fa parte del microbiome. Per questo ed altre realizzazioni della ricerca, il Dott. Cadwell ha ricevuto la vallata F. Frey l'Award per gli scienziati dell'innovazione dalle fondamenta di Damon Runyon, il giovane premio del ricercatore di ICAAC dalla società americana per microbiologia ed il ricercatore nella patogenesi del premio della malattia infettiva dal fondo di Burroughs Wellcome.

Il Dott. P'ng Loke ha completato il suo Ph.D. all'università di Edimburgo con Judith Allen ed ha fatto l'addestramento postdottorale con il Dott. James Allison a Uc Berkeley e a UCSF con il Dott. JIM McKerrow, di supporto da un'amicizia di NRSA dal NIH. Poi ha ricevuto un premio dello sviluppo di carriera ed ha iniziato il suo gruppo indipendente come immunologo di aiuto della ricerca alla divisione di medicina sperimentale a UCSF. Nel 2009, si è mosso verso la scuola di medicina di New York University, in cui ora è un professore associato nel dipartimento di microbiologia. Le sue ricerche di laboratorio la risposta immunitaria alle infezioni ed ai fuochi dell'elminto in particolare sugli effetti degli elminti sulla biologia di microbiota e del macrofago dell'intestino.

April Cashin-Garbutt

Written by

April Cashin-Garbutt

April graduated with a first-class honours degree in Natural Sciences from Pembroke College, University of Cambridge. During her time as Editor-in-Chief, News-Medical (2012-2017), she kickstarted the content production process and helped to grow the website readership to over 60 million visitors per year. Through interviewing global thought leaders in medicine and life sciences, including Nobel laureates, April developed a passion for neuroscience and now works at the Sainsbury Wellcome Centre for Neural Circuits and Behaviour, located within UCL.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cashin-Garbutt, April. (2018, August 23). Ha potuto l'infezione del verme ricambiare IBD? Un'intervista con Dott. Loke e Dott. Cadwell. News-Medical. Retrieved on June 12, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20160517/Could-worm-infection-counter-IBD-An-interview-with-Dr-Loke-and-Dr-Cadwell.aspx.

  • MLA

    Cashin-Garbutt, April. "Ha potuto l'infezione del verme ricambiare IBD? Un'intervista con Dott. Loke e Dott. Cadwell". News-Medical. 12 June 2021. <https://www.news-medical.net/news/20160517/Could-worm-infection-counter-IBD-An-interview-with-Dr-Loke-and-Dr-Cadwell.aspx>.

  • Chicago

    Cashin-Garbutt, April. "Ha potuto l'infezione del verme ricambiare IBD? Un'intervista con Dott. Loke e Dott. Cadwell". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20160517/Could-worm-infection-counter-IBD-An-interview-with-Dr-Loke-and-Dr-Cadwell.aspx. (accessed June 12, 2021).

  • Harvard

    Cashin-Garbutt, April. 2018. Ha potuto l'infezione del verme ricambiare IBD? Un'intervista con Dott. Loke e Dott. Cadwell. News-Medical, viewed 12 June 2021, https://www.news-medical.net/news/20160517/Could-worm-infection-counter-IBD-An-interview-with-Dr-Loke-and-Dr-Cadwell.aspx.