I professionisti del settore medico-sanitario dovrebbero informare i genitori dei fattori di rischio di SIDS

La nuova ricerca indica che i genitori vogliono i pediatri fornire loro l'informazione dettagliata circa la loro morte del bambino.

Un nuovo studio indica che i professionisti del settore medico-sanitario dovrebbero dire i genitori privati circa cui potrebbero fare per diminuire il rischio della morte improvvisa del loro bambino.

La ricerca dell'università di Warwick, costituita un fondo per dall'istituto nazionale della ricerca di salubrità (NIHR), è probabilmente la prima del suo genere nel Regno Unito e contraddice la pratica corrente di molti pediatri che non discutono i fattori di rischio per paura del causare le madri ed i padri addolorantesi ribaltamento supplementare.

La ricerca, la comprensione parentale e la auto-colpa seguenti morte infantile improvvisa: uno studio di misto-metodi sulle esperienze private dei professionisti e dei genitori, dal Dott. Joanna Garstang della facoltà di medicina di Warwick è stato pubblicato in BMJ aperto; Il Dott. Garstang è stato costituito un fondo per da un'amicizia di laurea della ricerca di NIHR.

Dott. Garstang, che è egualmente un pediatra della Comunità del consulente nel bambino e servizi della famiglia all'associazione NHS di Warwickshire e di Coventry si fida di, trovato che i genitori privati vogliono essere forniti l'informazione dettagliata circa la loro morte del bambino. La sua ricerca suggerisce i professionisti del settore medico-sanitario del valore dei genitori che spiegano il ruolo dei fattori di rischio nella morte in culla (SIDS). Il suo studio non ha trovato prova che dividere questi informazioni è una causa diretta di auto-colpa parentale.

SIDS si presenta più comunemente con la privazione sociale ed una serie di fattori che aumentano la probabilità che accade sono stati identificati negli studi precedenti. Questi includono gli infanti che non dormono sulle sul loro parti posteriori, fumo parentale, copricapo, uso di morbido letto di fusione e co-sonno su un sofà o con i genitori che hanno consumato l'alcool o il fumo. Con questa conoscenza SIDS potrebbe essere considerato per essere collegato parzialmente con gli atti parentali e le scelte quindi le spiegazioni e le riassicurazioni precedenti, quel SIDS è unpreventable, dato ai genitori possono più non essere appropriate.

Il Dott. Garstang ha detto: “La ricerca evidenzia la necessità di parlare con genitori circa come evitare SIDS.

“I genitori privati si incolpano spesso e del tatto colpevoli queste morti dovuto la mancanza di spiegazione per loro ma la auto-colpa è egualmente una caratteristica comune del dolore. Prima della nostra comprensione corrente di SIDS, la pratica raccomandata per i professionisti di sanità era di rassicurare i genitori che i loro atti non svolgessero ruolo nella morte poichè SIDS era nè prevedibile nè evitabile; è stata percepita questo contribuirebbe ad alleviare le sensibilità dei genitori di auto-colpa

“Come professionisti, dobbiamo dividere sensibile questi informazioni sui fattori di rischio con i genitori privati. Se questi non sono spiegati ai genitori possono essere più probabili ripetere il loro comportamento con il loro bambino seguente e passare con l'angustia di perdita del bambino ancora.„

Gli studi sono stati intrapresi attraverso l'area di Herefordshire, dello Shropshire, di Staffordshire, della West Midlands di Warwickshire & del Worcestershire fra 2011-2014. Il Dott. Garstang ha intervistato 21 insieme dei genitori che hanno perso un bambino dovuto morte improvvisa fra il 1° dicembre 2010 ed il 1° agosto 2013.

Le interviste approfondite ed i questionari sono stati usati per esplorare come i genitori privati capiscono la causa della morte ed i fattori di rischio identificati durante la ricerca legalmente richiesta che segue una morte infantile inattesa improvvisa. L'associazione fra la salute mentale dei genitori privati e questa comprensione e le esperienze dei professionisti di sanità nella divisione delle tali informazioni con le famiglie egualmente sono state esplorate.

Ha trovato che dei genitori che sono stati intervistati di più mezzi non si è riferito alla colpa; di queste sei famiglie non ha citato che “la colpa„ e sei non hanno incolpato di chiunque la loro morte del bambino. Tre di 21 madre hanno detto che si sono incolpate di completamente la morte ed hanno avute sensibilità di colpevolezza in modo schiacciante; due degli infanti sono morto delle cause mediche ed uno di SIDS. Considerevolmente, tutte e tre le madri segnate altamente per sia ansia che la depressione ma nessuno delle altre madri hanno avute clinicamente punteggi significativi. Le famiglie intervistate erano una miscela di coloro che ha creduto che ricevessero il supporto eccellente, buon e difficile dagli ospedali e dai professionisti di sanità che seguono la loro morte del bambino.

Il Dott. Garstang ha condotto la ricerca perché ha ritenuto che più potrebbero essere fatti per aiutare le famiglie subito dopo della morte del loro bambino. Ha detto: “Come il dottore che minore ho usato per vedere le famiglie di SIDS nel pronto soccorso e che ho saputo che che non offriamo parents il supporto o le informazioni adeguato. Alle madri in alcuni casi private sono state permesse camminare dall'ospedale ed hanno andato per intendersi con le loro vite. Con l'introduzione di nuove procedure di lavoro unite con i professionisti di cura del sociale e della polizia ho voluto assicurarmi che stessimo migliorando la cura per le famiglie e genitori privati carenti per avere una voce. Questi fattori mi hanno spinto a condurre la ricerca dentro a questa area.„

La fiducia di ninnananna che fornisce il supporto dello specialista per le famiglie private, promuove il parere di un esperto su sonno più sicuro del bambino e solleva la consapevolezza sulla morte infantile improvvisa. La loro testa di cura dello schema infantile (CONI) seguente, Alison Waite, ha detto: “Accogliamo favorevolmente questa ricerca. Lo studio mostra quanto importante è affinchè i genitori sia detto circa i risultati di una ricerca sulla morte del loro bambino. Hanno bisogno di chiara spiegazione della causa della morte o che cosa è significato da una morte naturale ma non spiegata e dai fattori che possono contribuire.

“Questo studio suggerisce che i professionisti non dovrebbero essere impauriti di avere queste discussioni. Non è insolito affinchè i genitori privati avverta le sensibilità di colpa ma lo studio mostra che quello parlare dei rischi non renderà questo peggiore. È vitale che i genitori capiscono i rischi, contribuire a prepararli, se hanno più bambini in futuro.„