L'agente antimicrobico triclosan può interrompere rapido le comunità batteriche dell'intestino

Un nuovo studio suggerisce che triclosan, un agente antimicrobico ed antifungoso trovato in molti generi di consumo che variano dai saponi della mano ai giocattoli e perfino al dentifricio in pasta, può rapido interrompere le comunità batteriche trovate nell'intestino.

La ricerca è stata pubblicata oggi [18 maggio] in PLOS UNO dagli scienziati dall'Oregon State University. È stata basata sui risultati fatti con gli zebrafish, che i ricercatori ritengono sono un modello animale importante da contribuire a determinare gli impatti umani possibili di salubrità e biologici di questo composto antimicrobico.

Triclosan in primo luogo è stato usato come un ospedale sfrega negli anni 70 ed ora è uno degli agenti antimicrobici più comuni nel mondo, ha trovato in sciampi, in deodoranti, in dentifrici in pasta, in colluttori, negli utensili della cucina, nei taglieri, in giocattoli, nel letto di fusione, in calzini e nei sacchi di rifiuti. Continua ad essere utilizzato nelle impostazioni mediche e può essere assorbito facilmente attraverso l'interfaccia.

“C'è stato un'eredità di preoccupazione circa l'esposizione agli agenti patogeni microbici, che piombo ad uso aumentato di questi prodotti antimicrobici,„ ha detto Thomas Sharpton, un assistente universitario di microbiologia e delle statistiche negli istituti universitari di OSU dell'autore di scienza e di agronomie e di corrispondenza sul nuovo studio.

“Tuttavia, ora c'è di crescente consapevolezza di importanza dei batteri nel nostro microbiome dell'intestino per le sanità e l'esagerare degli antibiotici che possono piombo all'aumento “dei superbugs. “Ci sono conseguenze costantemente alla prova di uccidere i batteri nel mondo intorno noi, aspetti che stiamo cominciando appena a capire.„

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno trovato che l'esposizione triclosan causata la rapida cambia in sia diversità che composizione del microbiome negli animali da laboratorio. Non è chiaro che cosa l'implicazione può essere per l'animale o le sanità, ma gli scienziati ritengono che il compromesso dei batteri nel tratto intestinale possa contribuire allo sviluppo o alla severità della malattia.

Alcuni batteri erano più suscettibili dell'impatto di triclosan che altri, quali le enterobatteriacee della famiglia; ed altri erano più resilienti, quale il genere pseduomonas.

“Chiaramente ci possono essere situazioni dove gli agenti antibatterici sono necessari,„ hanno detto Christopher Gaulke, autore principale sullo studio e un ricercatore postdottorale di microbiologia nell'istituto universitario di OSU di scienza.

“Tuttavia, gli scienziati ora hanno prova che i batteri intestinali possono avere impatti metabolici, cardiovascolari, autoimmuni e neurologici e le preoccupazioni circa esagerano di questi agenti sono valide. Gli impatti cumulativi sono egualmente possibili. Dobbiamo fare significantly more valutazione dei loro effetti, alcuni di cui potrebbero essere drammatici e duraturi.„

Il microbiome intestino-associato esegue le funzioni vitali per le sanità, impedisce la colonizzazione con gli agenti patogeni, stimola lo sviluppo del sistema immunitario e produce i micronutrienti stati necessari dal host. La disfunzione di questo microbiome è stata associata con la malattia umana, compreso il diabete, la malattia di cuore, l'artrite e la malnutrizione, gli scienziati precisati nel loro studio.

Gli esseri umani sono esposti ordinariamente ad una schiera dei prodotti chimici, dei metalli, dei conservanti, dei microbi e delle sostanze nutrienti, alcuni di cui possono essere utili, qualche innocuo ed altri nocivi, i ricercatori hanno detto. La parte della resistenza dello studio presente sta sviluppando i modi migliori, attraverso selezione rapida degli zebrafish, a più facilmente determina quali composti possono essere accettabili e quale sono tossici, gli scienziati dicono.

Triclosan è stato una preoccupazione in parte perché è così ampiamente usato ed egualmente è assorbito prontamente attraverso l'interfaccia ed i tratti gastrointestinali, rivelanti in urina, feci e latte materno. Egualmente è stato associato con rottura endocrina in pesce ed in ratti, può fungere da promotore del tumore del fegato e può alterare le risposte infiammatorie.

Questo studio lo ha mostrato che è stato associato rapidamente con le variazioni nella struttura microbica della comunità e può alterare l'abbondanza di tassi specifici.

Source:

Oregon State University