L'interfaccia attuale dei ritrovamenti due clinici di studio screma come efficaci trattamenti non invadenti per BCC superficiale a basso rischio

Il basalioma è uno dei cancri più comuni e la sua incidenza sta aumentando universalmente, mettendo un carico significativo sui servizi sanitari. I trattamenti attuali sono disponibili per basalioma superficiale (BCC) ma ha una mancanza di dati a lungo termine di seguito per guidare le decisioni del trattamento. Un test clinico controllato ripartito con scelta casuale triennale ha trovato che che due attuali scremano sia efficace in BCC superficiale più primario e più a basso rischio, paragonante favorevole alla terapia fotodinamica (PDT), come riferito dai ricercatori nel giornale della dermatologia investigativa.

Più di 80% di tutti i cancri di interfaccia sono BCC, in seguito alle celle delle cellule basali (cioè, piccolo, rotondo trovate nello strato di fondo dell'epidermide). C'è oltre due milione casi all'anno negli Stati Uniti e la vita rischia di sviluppare un BCC prima dell'età di 85 anni è una in cinque genti. La prognosi è eccellente, ma può causare lo sfregio significativo invadendo i tessuti circostanti.

Mentre la maggior parte dei tipi di BCC richiedono la chirurgia, BCC superficiale può essere trattato attuale con i trattamenti non invadenti quali PDT, crema del imiquimod, crema del fluorouracil, criochirurgia o electrodessication e raschiamento.

Ricercatori nel rapporto olandese i risultati di seguito triennale di una prova controllata ripartita con scelta casuale che ha confrontato i tre trattamenti non invadenti che hanno incluso la crema del fluorouracil e del imiquimod. “I vantaggi principali dei trattamenti non invadenti sono buon risultato cosmetico, conservazione del tessuto circostante ed il potenziale per l'applicazione domestica dell'uno o l'altro screma,„ principale inquirente spiegato Marieke Roozeboom del dipartimento della dermatologia, centro medico di Maastricht nei Paesi Bassi. “Durante le ultime due decadi c'è stato un interesse crescente in queste terapie non chirurgiche, che offrono la possibilità di prevenzione della chirurgia e diminuire richiede sulle pratiche mediche occupate.„

Tuttavia, prima di questo studio c'è stato una mancanza di prove controllate ripartite con scelta casuale con seguito a lungo termine che confrontano l'efficacia dei trattamenti non invadenti. Di conseguenza, non c'è consenso nelle linee guida internazionali di BCC sulla prima scelta della terapia non invadente per BCC superficiale.

Complessivamente 601 paziente con un BCC superficiale ha partecipato a questo studio: 202 pazienti sono stati curati con la terapia fotodinamica del methylaminolevulinate (MAL-PDT), 198 con la crema del imiquimod e 201 con la crema del fluorouracil. I tre gruppi di studio hanno avuti una simile distribuzione delle caratteristiche del riferimento, ad eccezione della dimensione di tumore.

Intorno 80% dei pazienti con BCC superficiale erano tumore libero dopo il trattamento del imiquimod dopo tre anni. La velocità di eliminazione era 68% per i pazienti curati con fluorouracil e 58% per le persone che ricevono PDT.

“Ha basato sui nostri risultati, sia il imiquimod che il fluorouracil sono gli efficaci trattamenti non invadenti in BCC superficiale più primario e più a basso rischio, ma i dati non forniscono prova definita per superiorità di imiquimod a fluorouracil,„ il Dott. commentato Roozeboom. “Entrambi scremano hanno un risultato e un rischio cosmetici uguali di eventi avversi locali. Il Fluorouracil presenta il vantaggio di essere meno costoso che il imiquimod. Tuttavia, fra un e seguito triennale, più ricorrenze sono stati diagnosticati nel gruppo del fluorouracil rispetto al gruppo del imiquimod.„

“Quando sceglie un trattamento per un paziente determinato con un BCC superficiale, altri fattori gradiscono l'età, conformità e le preferenze pazienti dovrebbero essere considerate sempre. Per esempio, abbiamo trovato che in BCC superficiale sulle estremità inferiori in pazienti più anziani, PDT dovrebbe essere prescritto piuttosto che il imiquimod. La nostra prova indica che un approccio personale del trattamento è necessario,„ il Dott. aggiunto Roozeboom.

Source:

Elsevier