L'analisi del sangue semplice può contribuire a tenere la carreggiata i livelli aumentanti di eosinofilo collegati a ricrescita dei polipi del seno

In sforzo per identificare semplice, modo affidabile tenere la carreggiata il corso dei polipi nasali nella malattia cronica del seno, i ricercatori della medicina di Johns Hopkins dicono che hanno collegato i livelli aumentanti di globuli bianchi del sistema immunitario, chiamata eosinofilo, con ricrescita dei polipi eliminati da chirurgia. I risultati, dicono, riferiti online nel forum internazionale del 13 maggio 2016 dell'allergia & del Rhinology, potrebbero piombo allo sviluppo di un'analisi del sangue semplice per schermare per la crescita iniziale dei polipi nella malattia del seno, tenere la carreggiata la progressione di malattia e sviluppare e riflettere i trattamenti per un terreno comunale, stato spesso importuno, chiamato rhinosinusitis cronico con il polyposis nasale.

“A differenza di altre malattie della galleria di ventilazione, come asma, medici non hanno una singola prova o biomarcatore per le malattie in relazione con il seno di rilevazione e tenenti la carreggiata,„ dice Jean Kim, M.D., Ph.D., professore associato della otorinolaringoiatria-testa e chirurgia del collo alla scuola di medicina di Johns Hopkins University. “Un'analisi del sangue semplice fornirebbe un modo supplementare riflettere la progressione di malattia, oltre alle endoscopia ed alle scansioni di CT per la gente con i sintomi che possono permettere alla capacità di schermare per la malattia del seno con il polyposis nasale ad una funzione di pronto intervento.„

Infine, dice, uno specialista dovrebbe confermare la presenza di polipi del seno e nasali facendo uso di un'endoscopia nasale e/o della scansione di CT. Kim avverte che la nuova ricerca, condotta con un piccolo numero di pazienti, non determina se i numeri aumentanti degli eosinofilo possono realmente prevedere la dimensione dei polipi nasali.

29 milione di persone stimato negli Stati Uniti soffrono dal rhinosinusitis cronico, da uno stato cronico di infiammazione e dal gonfiamento del seno e dei passaggi nasali, che conducono normalmente la corrente d'aria ed i liquidi. Col passare del tempo, un sottoinsieme dei pazienti svilupperà le crescite a forma di lacrima del seno non sano e del tessuto nasale, chiamate polipi, nei passaggi, piombo all'infiammazione severa, alla congestione, allo scarico postnasal drippy ed all'eccessivo muco. Sovente, questo piombo al peggioramento dell'asma o dei sintomi asthmalike.

I medici possono raccomandare di eliminare i polipi per facilitare la respirazione, ma i polipi si sviluppano spesso indietro. La capacità di individuare la ricrescita da un'analisi del sangue faciliterebbe la diagnosi per questi pazienti.

Per lo studio, Kim ed il suo gruppo hanno studiato 61 maschii e le età femminili 18 - 77 dei pazienti con sinusite cronica ed i polipi nasali che sono stati preveduti per avere chirurgia per eliminare i polipi. Cinquantotto dei pazienti egualmente ha avuto asma.

I ricercatori hanno prelevato i campioni di sangue ed hanno analizzato le scansioni di CT dai pazienti prima di chirurgia. Poi, questi pazienti sono stati seguiti dopo chirurgia con un altri campione di sangue ed endoscopia nasale, che usa una portata direttamente per osservare i polipi nel radiatore anteriore. La dimensione nasale del polipo è stata misurata e determinato stata dall'endoscopia nasale.

I pazienti poi sono seguito stati dopo che chirurgia con le analisi del sangue supplementari e le endoscopia nasali nel corso di tre - 12 mesi per vedere se i polipi ricrescessero.

I polipi nasali contengono parecchie componenti biologiche connesse con infiammazione, compreso gli eosinofilo, i mastociti e le proteine dell'immunoglobina. Poiché gli eosinofilo aumentano l'infiammazione e si raccolgono nelle vie respiratorie della gente con asma, i ricercatori messi a fuoco sopra se l'eosinofilo livella fuori dei polipi nel sangue di circolazione cingolato con la crescita dei polipi nasali.

Facendo uso dei campioni di sangue, i ricercatori hanno misurato, in media, 807 eosinofilo per millimetro cubico in pazienti prima della loro chirurgia del seno, un livello che è caduto ad una media di 200 un - due mesi dopo che i polipi sono stati eliminati. Durante i nove mesi prossimi, i medici hanno osservato che gli eosinofilo aumentano ancora ad un'alta media di 338, presumibilmente dovuto la ricrescita dei polipi nasali. Kim avverte che il numero degli eosinofilo da un paziente ad un altro può variare notevolmente e che il numero assoluto non è così importante, ma il cambiamento nei livelli riguardo alla presenza di polipi è tasto.

La dimensione nasale del polipo era la misura e determinato tramite una graduatoria a punteggio 4 per ogni narice dopo l'endoscopia: 0 per nessun polipo e 4 per l'ostruzione completa. Ogni persona potrebbe così avere un punteggio massimo di 8 se entrambe le narici completamente fossero bloccate dai polipi. Prima di chirurgia, i pazienti hanno avuti un punteggio medio di 5, che sono caduto a 0,1 un - due mesi dopo chirurgia. tre - 12 mesi che seguono la chirurgia, il punteggio medio è aumentato a 1,5.

Poi, il gruppo di Kim ha paragonato i livelli dell'eosinofilo alla dimensione nasale del polipo per determinare se ci fosse una correlazione matematica diretta. Hanno trovato che per ogni volta l'eosinofilo il numero è diminuito da 100 conteggi dopo chirurgia, il punteggio nasale dell'endoscopia caduto da 1,6 unità. E, come eosinofilo i livelli sono aumentato ancora di 100 conteggi, il punteggio nasale dell'endoscopia anche aumentato di 1,2 unità

“I livelli aumentanti di eosinofilo cingolati molto attentamente con la ricrescita dei polipi,„ dice Kim. “Tuttavia, ancora abbiamo bisogno di più studi più ulteriormente di determinare se i livelli degli eosinofilo saranno un preannunciatore affidabile della dimensione reale del polipo nel trattamento di ricrescita.„ Kim dice non si sa se la presenza di eosinofilo induce i polipi a ricrescere o se sono semplicemente un sottoprodotto di infiammazione. Più studi sono necessari specificamente indirizzare la relazione di causa-effetto fra gli eosinofilo ed i polipi nasali.

Source:

Johns Hopkins Medicine