Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La pubblicità di Facebook ha potuto essere più modo efficace di identificazione dei pazienti di IBP

I risultati di uno studio BRITANNICO presentato oggi alla Lega Europea Contro il Congresso Annuale di Reaumatismo (EULAR 2016) hanno mostrato che quello facendo uso di Facebook a consapevolezza dell'aumento circa i sintomi di Dolore Alla Schiena Infiammatorio (IBP) e la necessità cercare l'inizio di maggio medico di guida diminuisce la mora nella diagnosi e nel trattamento. I risultati suggeriscono che la pubblicità di Facebook possa essere un più modo efficace di identificazione dei pazienti di IBP più presto di altri approcci, compreso il giornale annuncia.

Nella gestione di IBP, la diagnosi precoce è chiave diminuire il rischio di inabilità e di pensionamento anticipato funzionali severi. La diagnosi Corretta dipende in gran parte dal reticolo dei sintomi e dei segni clinici oltre ad imaging a risonanza magnetica. La diagnosi precoce È diventato tanto più importante perché le terapie biologiche quali gli inibitori di TNF sono disponibili che efficacemente sopprima l'attività di malattia e migliori l'abilità funzionale in pazienti che sono stati refrattari alla terapia farmacologica convenzionale.

Uno studio BRITANNICO precedente ha mostrato una mora media nella diagnosi di più di otto anni, con quasi un terzo dei pazienti diagnosticati citati un reumatologo. Ciò è parzialmente dovuto un'omissione delle persone con i sintomi di IBP di presentare al loro GP e parzialmente ad un'omissione dei GPs di riconoscere quei pazienti con dolore alla schiena cronico che hanno un infiammatorio piuttosto che una causa meccanica.

“I Pazienti con dolore alla schiena infiammatorio (IBP) possono aspettare gli anni una diagnosi corretta. Il trattamento Iniziale è critico nel raggiungimento dei risultati migliori per questi pazienti. Noi si è applicato novello assunzione metodo facendo uso di Facebook oltre cinque mese per identificare adulto in comunità con sintomo indicativo di IBP, paragonando il risultato ad altri moduli di assunzione, principalmente pubblicità a mezzo stampa,„ ha detto il Dott. Arumugam Moorthy del Dipartimento della Reumatologia, Ospedali Universitari di fiducia di Leicester NHS, il REGNO UNITO. “La pubblicità di Facebook ha reclutato un più giovane gruppo di dichiaranti e una proporzione elevata di loro ha compiuto i criteri per una diagnosi di IBP confrontato al gruppo di pazienti reclutati con altri metodi,„ il Dott. Moorthy ha spiegato.

Il dolore alla schiena È uno dei reclami medici più comuni; è stato stimato per pregiudicare l'altrettanto come 17,3 milione di persone nel REGNO UNITO. Tuttavia, la maggior parte di questi casi è dovuto un meccanico piuttosto che una causa infiammatoria. Fra quei pazienti che presentano almeno una volta al loro medico con il dolore alla schiena, il minimo ha stimato che la prevalenza di IBP fosse equivalente intorno a 700,000 persone. I Pazienti con IBP avvertono tipicamente il dolore lombo-sacrale severo peggio alla notte, non aiutata da resto, che può interferire significativamente con la salute mentale, la capacità lavorare e la qualità di vita di una persona.

Dei 585 partecipanti a questo studio, appena al disopra tre quarti sono stati reclutati con Facebook e nell'ambito di un quarto con altri metodi. L'età media del gruppo di Facebook era tipica di IBP a 41,5 anni; l'età media del gruppo non-Facebook era più alta a 59,4 anni. Tre Quarti dei pazienti reclutati era femminile. Ad indagini basate a questionario Online per valutare i due gruppi di pazienti reclutati per una diagnosi di IBP hanno indicato che, fra quelli reclutati da Facebook, 56% ha risposto ai criteri di Calin ed ai criteri di ASAS per IBP. Al contrario, nel gruppo reclutato con i metodi non-Facebook, 39% ha risposto ai criteri di ASAS e di Calin.

La maggior parte dei pazienti da ogni gruppo riferito consultando il loro GP, tuttavia, pochi pazienti da qualsiasi gruppo si era riferita a un reumatologo. Per Quanto Riguarda le indagini successive, 45% del gruppo di Facebook hanno riferito avere una scansione di MRI e 45% i Raggi X, mentre 50% del gruppo non-Facebook ha riferito avere una scansione e 59% di MRI hanno detto che erano state per i Raggi X.

“Sebbene la maggior parte (81%) dei pazienti che cronici di dolore alla schiena abbiamo reclutato con Facebook abbiano consultato il loro GP, solo 13% realmente si era riferito a un reumatologo, confermante l'esigenza di formazione supplementare del GP,„ il Dott. Moorthy ha concluso.

Sorgente: Lega Europea Contro Reaumatismo