Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I farmaci di pressione sanguigna possono abbassare il colpo, rischio di attacco di cuore in pazienti con la malattia renale di stadio finale

Due classi di farmaci di pressione sanguigna, di inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACEIs) e di stampi del ricevitore dell'angiotensina II (ARBs), sono associate con un 16% più a basso rischio dei colpi, degli attacchi di cuore e della morte in pazienti con la malattia renale di stadio finale che stanno subendo la dialisi peritoneale, un nuovo studio nel giornale, il trapianto di dialisi della nefrologia, rapporti.

I ricercatori hanno esaminato le cartelle sanitarie di 4.879 pazienti negli Stati Uniti che hanno cominciato la dialisi peritoneale fra 2007 e 2011 e 42% trovato di loro ha riempito le prescrizioni per una dei due farmaci, ACEIs o ARBs di pressione sanguigna. I ricercatori poi hanno esaminato i risultati ed hanno scoperto il rischio diminuito di attacchi di cuore, di colpi e di morte fra il gruppo che aveva riempito le prescrizioni per i farmaci di pressione sanguigna.

“Mentre i test clinici ripartiti con scelta casuale sono necessari provare se questa è una relazione causale, questi risultati indicano che medici dovrebbero studiare la possibilità di usando o ricominciando ACEIs e ARBs come farmaci prima linea di pressione sanguigna per i pazienti che subiscono dialisi peritoneale,„ ha detto l'asina I. Shen, il MD, un ricercatore di Biomed della LA e l'autore corrispondente dello studio. “Questi farmaci sono fermati spesso quando i pazienti sono verso la fine di, ma pre-dialisi, fasi della malattia renale a causa del rischio di livelli elevati pericolosamente del potassio. Il rischio di livelli elevati del potassio è minimizzato dopo che i pazienti transitioned a dialisi peritoneale, ma medici non riattivano spesso il farmaco anche se può essere ricominciato solitamente sicuro.„

I ricercatori hanno riferito che i pazienti con la malattia renale di stadio finale affrontano un maggior rischio di malattia cardiovascolare che i pazienti in buona salute. La mortalità supera 20% in? l'anno del rst dopo l'inizio di dialisi e 42% di queste morti sono attribuiti alle cause cardiovascolari.

In pazienti con la malattia renale cronica che non sono su dialisi, su ACEIs e su ARBs rallenti la progressione della nefropatia diabetica e diminuisca il rischio cardiovascolare. Gli studi precedenti sulla loro efficacia in pazienti con la malattia renale di stadio finale hanno fornito i risultati misti, autorevoli ricercatori per effettuare l'esame delle registrazioni di tutti i pazienti degli Stati Uniti che avevano iniziato la dialisi peritoneale dal 2007 al 2011.

I ricercatori hanno notato che mentre l'uso di ACEI e di ARB era comune fra i pazienti sottoposti a dialisi, era “alto come potrebbe essere, giudicando tramite la prevalenza di ipertensione e l'uso di altri ipotensivo in non utenti.„

Source:

Los Angeles Biomedical Research Institute at Harbor-UCLA Medical Center (LA BioMed)