Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo studio rivela la conversione del cannabidiol orale a THC dai liquidi acidi nello stomaco

Un nuovo studio che dimostra la conversione del cannabidiol orale (CBD) al tetrahydrocannabinol componente psicoattivo (THC) in presenza dei liquidi gastrici potrebbe spiegare perché i bambini dati CBD all'epilessia dell'ossequio hanno avuti inatteso un tasso alto di effetti contrari quali la sonnolenza e la fatica. Lo studio, “l'identificazione di Degradants psicoattivo di Cannabidiol in liquido gastrico e fisiologico simulato„, è pubblicato nella ricerca di cannabinoido e della cannabis, un nuovo giornale pari-esaminato da Mary Ann Liebert, Inc., editori. L'articolo è liberamente disponibile sul sito Web del giornale di Access aperto.

Per provare se il cannabidiol consegnato oralmente potrebbe essere convertito in THC dai liquidi acidi nello stomaco, i ricercatori hanno confrontato i sottoprodotti di CBD formato quando è stato esposto alle circostanze fisiologiche normali o ai liquidi gastrici simulati in laboratorio. John Merrick e la corsia di Brian, percorrono i servizi analitici (Oakdale, MN), Terri Sebree, canto natalizio O'Neill ed i gruppi illuminazione diffusa di Stan, i prodotti farmaceutici di Zynerba (Devon, PA) e Tony Yaksh, l'università di California, San Diego (La Jolla), suggeriscono l'esigenza dei metodi alternativi della consegna che ridurrebbero il potenziale per i cannabinoidi psicoattivi al modulo.

“Non è ancora chiaro se lo stomaco umano può convertire CBD in THC, ma questo studio fornisce la prova confermativa importante che questo può essere il caso,„ dice il redattore capo Daniele Piomelli, il PhD, università di California-Irvine, scuola di medicina.

Source:

Mary Ann Liebert, Inc./Genetic Engineering News