Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'Opzione a rituximab mostra l'effetto antinfiammatorio nella ricadere-rimessa del MS

Dal Pifferaio di Lucy

Rituximab può essere un'opzione attraente del trattamento per i pazienti con la ricadere-rimessa della sclerosi a placche (MS), suggerisce i risultati di studio di fase II che mostrano la sua efficacia nel gestire l'attività infiammatoria.

“Forniamo la prova della Classe IV per uguale o il controllo infiammatorio superiore misurato dai parametri di MRI [imaging a risonanza magnetica] e da CSF-NFL [catena leggera di neurofilament del liquido cerebrospinale] durante il primo anno quando il rituximab è stato utilizzato come alternativa alle terapie iniettabili prima linee in un'impostazione realistica e in vivo„, dice i ricercatori.

La droga, un anticorpo monoclonale anti-CD20 che vuota i linfociti di B, è generalmente tollerata buona e gli eventi avversi non inattesi sono stati veduti nello studio corrente.

Tre di sei effetti contrari seri sono stati considerati droga riguardante - due casi di pielonefrite ed un caso di influenza - ma questo risolto dopo l'ospedalizzazione.

I 75 pazienti con il MS dirimessa clinicamente stabile sono stati passati a rituximab dall'interferone prima linea dei injectables (IFN) - acetato del glatiramer e del β (GA).

A Seguito di un periodo di rodaggio di tre mesi, due 1000 dosi endovenose di mg della terapia anti-CD20 sono state date 2 settimane a parte.

Soltanto uno dei 75 pazienti ha riferito una ricaduta clinica durante il primo anno di trattamento ed è cambiato ad una terapia differente. Dieci di 72 pazienti con i dati di MRI disponibili hanno avuti gadolinio-miglioramento delle lesioni individuate durante il periodo di rodaggio, ma questi non erano più presenti dopo il trattamento.

Effettivamente, il numero globale delle lesioni dimiglioramento è caduto da una media di 0,37 prima dell'opzione del trattamento a 0,03 dopo 6 mesi di rituximab, mentre il numero di nuove o lesioni ingrandette del T2 è caduto da 0,28 a 0,01 dopo 12 mesi.

Le forature Lombari da 70 pazienti hanno mostrato un rapporto di riproduzione significativo di 21% dei livelli di CSF-NFL, cadenti da 491 ng/L prima dell'inizio del rituximab a 387 ng/L 12 mesi dopo.

I livelli di CSF-NFL tendono ad aumentare con l'età, la nota Pierre de Flon (Ospedale di Östersund, Svezia) ed i colleghi in Neurologia ed in modo da questo cambiamento è improbabile da rappresentare un'evoluzione naturale di questo indicatore. Indica che “il trattamento del rituximab può rendere una migliore protezione da danno irreversibile [del sistema nervoso centrale] che IFN/GA„, essi aggiunge.

L'effetto di rituximab ha cominciato calare dopo 2 anni, con la ricorrenza clinica di attività in quattro pazienti che compiono i criteri per l'errore del trattamento.

“Questo, insieme ad un aumento, sebbene non statisticamente significativo, sia nell'attività di MRI che nei livelli di CSF-NFL, indichi che l'effetto protettivo da un piatto unico del rituximab di mg 2 x 1.000 dura più di 1, ma di meno che, 2 anni„, dicono i ricercatori.

“Questo è d'accordo con i dati che descrivono la ricorrenza dei Linfociti B che accadono 6-12 mesi dopo svuotamento con rituximab. La frequenza ottimale di dosaggio e della dose come pure se le dosi ripetute possono indurre col passare del tempo la remissione a lungo termine in MS, necessità di essere studiato più ulteriormente.„

Sorgente: Neurologia 2016; Pubblicazione online Di Avanzamento

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.