Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le donne più impaurite del parto che precedentemente hanno pensato

Ogni donna che ha avuta mai una doccia di bambino ha dovuto sedersi con le storie orribili di guerra circa lavoro ed il parto.

Un nuovo studio dell'università del Michigan indica che le donne sono ancor più impaurite del parto che precedentemente ha pensato--e sia interessato circa i loro fornitori di cure mediche ed il loro luogo di nascita come sono circa dolore o le complicazioni.

I risultati sono un'approvazione tiepida nel migliore dei casi della cura di maternità data alle madri negli Stati Uniti confrontati a più paesi amichevoli della famiglia come la Svezia, dicono gli autori dello studio.

Lo scopo dello studio era di imparare quali aspetti delle donne del parto hanno temuto e se i timori delle donne stiano riconoscendo ed indirizzandi dai fornitori. I ricercatori hanno votato tre piccoli, diversi gruppi di controllo di donne che erano incinte o recentemente avevano dato alla luce.

Mentre un certo timore in donne incinte è normale ed utile nella progettazione e domande chiedere dei fornitori, l'eccessivo timore può piombo alle complicazioni durante la gravidanza e la nascita, dice Lee Roosevelt, assistente universitario clinico al banco di U-M di professione d'infermiera. Dice lo studio, mentre relativamente piccola, illumina l'esigenza della più ricerca sull'argomento.

“Donne che hanno timore significativo del parto sono più probabili avere C-sezioni, lavori più lunghi ed avere bisogno dell'induzione o dell'aumento,„ ha detto Roosevelt, che è egualmente un'ostetrica. “Sono più probabili avere depressione successiva al parto.„

Le donne sono non solo più impaurite di precedentemente hanno pensato, ma i loro timori estendono molto al di là delle preoccupazioni comuni circa dolore o complicazioni di nascita, dice.

Uno di più grandi timori sta abbandonando dal clinico, Roosevelt dice. Preoccupano i loro clinici non li cureranno rispettoso o non ascolteranno le loro preoccupazioni, o non assisteranno alla nascita reale.

“I risultati dicono molto circa come facciamo la cura di maternità in questo paese,„ hanno detto il minimo di Lisa Kane, professore associato al banco di U-M di professione d'infermiera.

Le donne egualmente hanno riferito essere preoccupato che sarebbero state invitare a sopportare l'urto della responsabilità decisionale, o che le loro decisioni non sarebbero state rispettate. Altri si sono preoccupati come sarebbero state trattate se non avessero buona assicurazione.

“Ho saputo come un clinico ed ostetrica, io stesso, che la relazione che ho con i miei pazienti è così essenziale, ma realmente non ho realizzato come il tasto era ai timori delle donne,„ Roosevelt ho detto.

Il minimo di Kane dice che un migliore modo affinchè i clinici indirizzi i timori è di posare le domande a risposta libera circa come le donne considerano la loro gravidanza e parto, piuttosto che facendo le domande specifiche riguardo ai timori comuni.

“Le donne vogliono essere in una discussione con il loro fornitore circa i loro timori,„ ha detto. “Non vogliono essere picchiettati sulla parte posteriore e non hanno detto, “oh, che è normale, voi stanno avendo un bambino. “„

I ricercatori sperano di sviluppare uno strumento di indagine per valutare esattamente il timore di una donna del parto e per esaminare come il timore pregiudica la fisiologia delle donne incinte.

Lo studio di U-M è uno dei pochi su timore del parto condotto negli Stati Uniti. La maggior parte della ricerca si è presentata nei Paesi Bassi e la Svezia, che hanno più sistemi sanitari integrati e polizze amichevoli di maternità, Kane Lowe dice.

Source:

University of Michigan