I Ricercatori identificano l'insieme dei geni che svolgono il ruolo vitale nello sviluppo umano iniziale

I ricercatori dell'Università di Oxford sono più vicino a risolvere un mistero di dieci anni dopo la scoperta che un insieme dei geni essi sta studiando il gioco un ruolo chiave nello sviluppo umano iniziale.

Il Professor Evolutivo Peter Olanda del biologo e la Cabina di Anne del dottorando hanno identificato e nominato i geni, conosciuti come Argfx, Leutx, Dprx e Tprx, nei dati pubblicati dal Progetto Genoma Umano nel 2002. I geni appartengono al gruppo di homeobox ed è stato conosciuto che altri geni di homeobox dirigono la formazione di tessuti e di organi durante lo sviluppo. Tuttavia, quando hanno provato a scoprire esattamente che cosa i geni recentemente scoperti hanno fatto, hanno colpito un problema.

Il Professor Olanda ha spiegato: “Per trovare la funzione di un gene, in primo luogo guardate per vedere dove è inserita o è espressa. Ma dovunque cerchiamo questi geni non potremmo vedere che loro hanno espresso, facendo la loro funzione sempre più di un mistero. Cioè fino ai ricercatori in Cina ha ordinato che tutti i geni attivi nelle fasi più iniziali dello sviluppo umano e quello è dove abbiamo trovato i nostri geni inseriti. Ciò ci ha dato una bugna importante.„

Il Dott. Ignazio Maeso dei Ricercatori ed il Dott. Thomas Dunwell, membri del gruppo di ricerca di Oxford, hanno analizzato con attenzione i dati e che hanno scoperto che i geni sono attivati per astonishingly un breve periodo, quando l'embrione è una palla minuscola di 8 - 16 celle. Questa fase traccia il punto appena prima che le celle prendono la decisione se fare parte della placenta o svilupparsi nell'embrione stesso. I geni poi sono spenti semplicemente.

Ignazio Maeso ha detto: “Era realmente scioccante trovare che questi geni sono letti soltanto per un impulso di alcune ore nella nostra intera vita.„

Per scoprire che cosa fanno, Thomas Dunwell ha catturato ogni gene a sua volta e li ha espressi in celle adulte normali sviluppate nella cultura. Ha spiegato: “Abbiamo trovato che i nostri geni agiscono per passare inserita/disinserita dozzine di altri geni, compreso un insieme che può preparare l'embrione per le decisioni delle cellule si accinge a fa.„

Peter Olanda ha commentato: “Se la fertilizzazione è il tasto di infiammazione per lo sviluppo umano, quindi questi geni gestiscono la prima marcia di trasformare.„

C'è egualmente una torsione evolutiva alla storia. Il gruppo ha scoperto che i geni sono trovati soltanto in mammiferi placentari, quelli che portano i loro embrioni internamente, come gli esseri umani.

Ignazio Maeso ha spiegato: “Sono trovati sul cromosoma 19, conosciuto per essere una parte instabile del nostro genoma. Pensi come calderone di ribollimento di DNA, con i diversi bit di DNA che si è aggiunto e portato via, formanti occasionalmente gli interi nuovi geni. All'alba dei mammiferi placentari, 70 milione anni fa, questi geni sono emerso e sono stati afferrati da evoluzione per eseguire un nuovo compito, agente per gestire che cosa le celle fanno nelle fasi più iniziali dello sviluppo„.

Sorgente: Università di Oxford