Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La procedura della cellula staminale può essere sicura per i pazienti di ALS

Un test clinico di fase II nella gente con la sclerosi laterale amiotrofica (ALS), o Lou Gehrig's Disease, suggerisce che quello le cellule staminali umane di trapianto nel midollo spinale possano essere fatte sicuro. La ricerca è pubblicata nell'emissione online della neurologia, il giornale medico del 29 giugno 2016 dell'accademia americana della neurologia. Mentre lo studio non è stato destinato per determinare se il trattamento era efficace, i ricercatori hanno notato che non ha rallentato la progressione della malattia.

Il ALS è un disordine in cui i motoneuroni, hanno trovato nel cervello e nel midollo spinale, degenerato. La malattia provoca la perdita progressiva di controllo di muscolo, compreso la respirazione ed inghiottire, piombo alla morte. Non ci sono corrente i trattamenti che possono fermare la malattia.

“Sebbene ci siano due complicazioni serie relative al trattamento, il livello di rischio accettabile per la cura dei pazienti con il ALS, dove la prognosi è povera ed i trattamenti sono limitati, è discutibilmente superiore a quello per i disordini più benigni,„ ha detto Jonathan D. Glass, MD, un professore della neurologia alla scuola di medicina di Emory University a Atlanta e un membro dell'accademia americana della neurologia.

Lo studio ha compreso 15 persone con ALS a tre ospedali universitari. Tutti hanno avuti loro primi sintomi di ALS in due anni dell'inizio dello studio. I partecipanti sono stati divisi in cinque gruppi del trattamento che hanno ricevuto le dosi aumentanti delle cellule staminali aumentando i numeri delle iniezioni. La prova era aperto contrassegno, significante i partecipanti hanno saputo che stavano ottenendo il trattamento attivo della cellula staminale.

Tutti i partecipanti hanno ricevuto le iniezioni bilaterali nel midollo spinale cervicale fra le regioni C3 e C5. Le iniezioni ricevute gruppo definitivo sia nel cavo lombare (L2-L4) che cervicale con due procedure chirurgiche separate. I numeri delle iniezioni hanno variato da 10 a 40 ed il numero delle celle ha iniettato variato da due milione - 16 milioni. Durante i nove mesi di seguito, i ricercatori hanno raccolto le informazioni sugli effetti secondari ed hanno misurato la progressione della malattia facendo uso della scala di valutazione funzionale di ALS.

La maggior parte degli effetti secondari sono stati collegati con dolore temporaneo connesso con chirurgia ed ai farmaci che sopprimono il sistema immunitario. Due genti hanno sviluppato le complicazioni serie relative al trattamento. Una persona ha sviluppato il gonfiamento del midollo spinale che ha causato il dolore, perdita sensitiva e paralisi parziale ed una sindrome centrale di dolore sviluppata persona.

Il funzionamento dei partecipanti è stato confrontato a tre gruppi di controllo storici e non c'era differenza in quanto velocemente la malattia ha progredito fra coloro che ha ricevuto le cellule staminali e coloro che non ha fatto. Tuttavia, il vetro ha avvertito che una conclusione non dovrebbe essere fatta circa l'efficacia del trattamento dal piccolo studio.

“Questo studio non è stato progettato, né era abbastanza grande, determinare l'efficacia di rallentamento o di fermata della progressione di ALS. L'importanza di questo studio è che permetterà che noi ci muoviamo in avanti verso una più grande prova specificamente destinata per esaminare se il trapianto delle cellule staminali umane nel midollo spinale sia un trattamento positivo per i pazienti con ALS,„ Glass ha detto.

Source:

American Academy of Neurology (AAN)