Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra l'incidenza bassa di cancro in pazienti con i grandi polipi colorettali

Per la maggior parte dei pazienti con grande o difficile eliminare i polipi colorettali (crescite nel colon), l'incidenza di cancro è realmente più bassa di precedentemente ha pensato ed usando le tecniche endoscopiche più avanzate che risparmiano il colon può essere una migliore, alternativa più sicura ad un'operazione tradizionale in determinati casi, secondo i risultati di studio ha pubblicato online nel giornale dell'istituto universitario americano dei chirurghi prima della pubblicazione della stampa.

La selezione per e la rimozione dei polipi precancerosi durante la colonoscopia è in gran parte responsabili della diminuzione nelle tariffe di incidenza di cancro colorettale fra gli Americani. Tuttavia, una percentuale significativa di gente che subisce colonoscopie ha grandi polipi ha studiato la possibilità ugualmente di sfidare per essere eliminato endoscopico. In tali casi, questi pazienti sono fatti riferimento affinchè la resezione chirurgica eliminino i polipi.

“Corrente una maggioranza dei pazienti subisce le resezioni del colon per i grandi polipi che non non harbor alcune cellule tumorali, che significa che in molti casi il colon di una persona sta eliminando per le ragioni noncancerous, in base ai criteri soggettivi,„ ha detto lo studio l'autore Emre Gorgun, il MD, FACS, FASCRS, un chirurgo del cavo del personale nel dipartimento di ambulatorio colorettale, la clinica di Cleveland, Ohio.

Per lo studio, il Dott. Gorgun ed i suoi colleghi hanno mirato a valutare l'incidenza reale di tumore invasivo in pazienti fatti riferimento per resezione chirurgica di grandi, polipi colorettali apparentemente benigni.

In questo singolo centro, lo studio retrospettivo alla clinica di Cleveland, ricercatori ha esaminato le cartelle sanitarie di 439 pazienti che hanno subito la colectomia sugli anni 15. I polipi colorettali sono stati considerati troppo difficili per il trattamento endoscopico standard. La decisione per trattare un polipo endoscopico dipende dai fattori multipli compreso la dimensione del polipo, il rischio di spurgo e di perforazione (la parete del colon è sottile e può essere rotta facilmente), la posizione difficile e la discrezione dei endoscopist.

Tutti i pazienti inclusi in questo studio hanno avuti polipi che non sono stati diagnosticati come cancro prima delle loro procedure chirurgiche. Durante la colonoscopia, il polipo, che può sembrare essere benigno (per esempio, ha una consistenza molle), è eliminato ed il tessuto è inviato ad un patologo per la conferma di biopsia.

Nel totale, il cancro è stato identificato in patologia definitiva in appena 37 pazienti. “L'individuazione significativa di questa ricerca è quel soltanto 8 per cento dei pazienti che hanno subito la colectomia per un grande, polipo apparentemente benigno ha avuta cancro, in modo da significa che 92 per cento dei pazienti hanno fatti il loro eliminare colon per le ragioni noncancerous,„ il Dott. Gorgun ha detto. “Ma la resezione del colon non viene per libero è un'operazione addominale importante connessa con il rischio di eventi avversi seri.„

La tariffa di complicazione dopo che le procedure colorettali erano quasi 20 per cento nello studio. Nel totale, 83 pazienti hanno sviluppato postoperatorio le complicazioni nei 30 giorni e le tariffe di complicazione erano simili fra i gruppi noncancerous e cancerogeni.

“Il nostro studio è un apri di occhio reale; è il primo punto che mostra l'incidenza bassa di cancro in questi grandi polipi, che non è come precedentemente ha pensato,„ il Dott. Gorgun ha detto.

Oltre a migliorare la qualità di vita per i pazienti ed il beneficio di costo ai sistemi sanitari, trattare questi tipi di polipi con le tecniche endoscopiche più avanzate ha potuto evitare molte complicazioni. Le tecniche più avanzate comprendono due procedure chiamate resezione mucosa endoscopica (EMR) e la dissezione submucosal endoscopica (ESD).

Tuttavia, queste procedure avanzate dell'endoscopia ed altri approcci avanzati che combinano l'endoscopia e la laparoscopia richiedono i medici con abilità ed addestramento specializzati. Le buone notizie sono che i medici con esperienza possono trattare con successo questi grandi, polipi tecnicamente difficili senza sacrificare il colon.

“Questi risultati suggeriscono che dobbiamo trasformare il nostro approccio chirurgico per assicurarci che miglioriamo il servire ogni paziente. In un paziente con un polipo colorettale endoscopico unresectable che sembra benigno, un approccio più conservatore e organo-più con parsimonia ad eliminarli è solitamente sicuro,„ il Dott. Gorgun ha detto. “I nostri risultati indicano che le tecniche endoscopiche avanzate o un approccio laparoscopic-assistito dovrebbero essere considerati se ci non è alto sospetto per cancro.„

Gli autori di studio hanno notato che le limitazioni principali dello studio sono la sua natura retrospettiva e l'intervallo di tempo lungo sopra cui si è presentato. Molti avanzamenti medici e tecnici si sono sviluppati negli ultimi dieci anni. Eppure, gli autori concludono che il numero e l'uniformità della popolazione paziente in questo studio permettono di commentare il rischio di cancro undiagnosed in polipi colorettali apparentemente noncancerous e le conseguenze di fabbricazione della quella diagnosi preoperatively.

Source:

American College of Surgeons (ACS)