Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il fattore angiogenico di circolazione mostra il potenziale di biomarcatore del PAH

il fattore di crescita Tumore-derivato (HDGF) predice la severità e la sopravvivenza di malattia in pazienti con ipertensione arteriosa polmonare (PAH), mostrante alcuni vantaggi clinici possibili sopra il peptide natriuretic del pro-cervello del N-terminale (NTproBNP), rapporto dei ricercatori.

Hanno trovato che livelli del fattore angiogenico di circolazione, misurati facendo uso di un'analisi enzima-collegata dell'immunosorbente, significativamente sono stati elevati in due gruppi indipendenti dei pazienti del PAH, ammontanti a 112 persone, ma non in un gruppo di controllo di 39 persone in buona salute o in un gruppo di controllo non cardiaco della malattia cronica di 66 persone.

I livelli sono stati elevati indipendentemente dal sottotipo del PAH, la nota dei ricercatori nel giornale americano della medicina respiratoria e critica di cura.

L'analisi di funzionamento della curva del ricevitore ha dato un taglio di HDGF di 0,7 ng/mL; i livelli sopra questo hanno identificato i pazienti del PAH dai comandi con accuratezza di 89% e una sensibilità e da una specificità di 73% e di 85%, rispettivamente. Ed i rapporti di verosimiglianza per la presenza di PAH sono aumentato drammaticamente da 0,3 ai livelli di HDGF inferiore a 0,5 ng/mL a 8,1 per i livelli di 0,75 ng/mL o sopra. La prova egualmente ha eseguito bene una volta provata contro il gruppo non cardiaco della malattia cronica, che pazienti inclusi con diabete, ipertensione, colesterolo elevato ed obesità.

Fra i pazienti del PAH, 56% con i livelli elevati di HDGF ha avuto le 6 distanze minute significativamente più breve della prova della passeggiata che quelle con i livelli sotto questa soglia (357 contro 410 m) ed erano più spesso delle classi funzionale di associazione del cuore di New York III o IV (n=24 contro 9). Egualmente hanno avuti livelli elevati di NT-proBNP, in media, a 894 contro 341 pg/mL.

Questa prova della severità peggiore di malattia si è confermata nei risultati di malattia del PAH, con i livelli di HDGF trovati per essere significativamente più bassa fra i superstiti che i non superstiti, ad una media di 0,2 ng/mL contro 1,4 ng/mL. Ed il rischio di morte era 4,5 volte più su per i pazienti con il livello che in basso i livelli di HDGF.

Il ricercatore Allen Everett (Johns Hopkins University, Baltimora, Maryland, U.S.A.) ed i colleghi notano che la relazione fra i livelli di HDGF e la mortalità ha persistito dopo avere registrato per ottenere l'età, il sottotipo del PAH, le variabili emodinamiche dilaganti e NT-proBNP.

“HDGF così di circolazione può avere utilità prognostica nella rischio-stratificazione del PAH che estende le misure cliniche correnti passate„, essi dice.

L'associazione fra i livelli elevati di HDGF e l'emodinamica cardiaca era soltanto debole e non c'era associazione con emodinamica peggiore del cuore destro, che suggerisce che “HDGF non fosse un biomarcatore di infarto simile a NTproBNP„, i ricercatori aggiunge.

Gli studi clinici recenti hanno indicato un ruolo per HDGF nella crescita patologica disordinata delle cellule, che simboleggia il PAH, Everett e la nota dei colleghi, ma riconoscono quella “se HDGF è un mediatore e/o un sostituto della progressione del PAH rimane poco chiaro.„

Credono: “HDGF è adatto unicamente per essere un biomarcatore del PAH dato la sua capacità di predire la sopravvivenza in PAH, equivalenza alla prestazione di NTproBNP, correlazione con un declino in 6MWD e non confuso dalla malattia cronica.„

Ed aggiunga che HDGF egualmente ha alcuni attributi fisici che aumentano la sua idoneità come misura clinica, compreso rimanere stabile sopra il gelata-disgelo di ripetizione cicla, essendo termostabile per i giorni alla temperatura ambiente e nessun differenze significative fra il siero ed i livelli del plasma.

Pifferaio di Lucy

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.

Source:

Am J Respir Crit Care Med 2016; Advance online publication