Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il herpesvirus umano di HHV-6A infetta il rivestimento dell'utero delle donne con la sterilità non spiegata

Un nuovo studio ha trovato che il membro poco noto della famiglia umana di herpesvirus chiamata HHV-6A infetta il rivestimento dell'utero in 43% delle donne con la sterilità non spiegata ma non può essere trovato nel rivestimento uterino delle donne fertili. Gli studi sono stati intrapresi dai ricercatori all'università di Ferrara, Italia.

Lo studio egualmente ha trovato che la risposta del sistema immunitario al virus può contribuire a rendere l'utero meno ospitale ad un uovo fertilizzato. Il virus sembra attivare le celle immuni chiamate celle di uccisore naturali nell'utero e piombo quelle celle produrre i prodotti chimici chiamati citochine. Le citochine sono strumenti che il sistema immunitario usa per orchestrare un attacco ad un invasore non Xeros, come un virus. Tuttavia, le celle di sistema immunitario attivate ed i livelli anormali di determinate citochine possono renderlo più duro affinchè un uovo fertilizzato costituiscano nell'utero e si sviluppano in un bambino.

La sterilità pregiudica circa 6% delle donne di 15-44 anni o di 1,5 milione donne negli Stati Uniti, secondo il CDC. Circa 25% dei casi femminili della sterilità sono non spiegati, lasciando le donne con poche opzioni all'infuori dei trattamenti di fertilità costosi. “Questo è un sorprendente e scoperta potenzialmente importante,„ ha detto Anthony Komaroff, un professore alla facoltà di medicina di Harvard che ha studiato HHV-6. “Se confermata, l'individuazione può piombo ai trattamenti che migliorano il risultato per un grande sottoinsieme delle donne infertili.„

Piccolo è conosciuto circa HHV-6A, che è stato scoperto nel 1986 ed è uno di nove herpesviruses umani. Altri comprendono il virus di Epstein-Barr, il virus di varicella-zoster, il citomegalovirus ed i tipi 1 e 2. del herpes simplex. Poiché HHV-6A non è tipicamente rilevabile nel sangue o nella saliva, la sua prevalenza vera è sconosciuta. Un virus strettamente connesso, HHV6-B, si acquista entro quasi 100% della popolazione nella prima infanzia ed è sparso con l'esposizione alla saliva.

La sesta malattia di cause di HHV-6B e gli attacchi febbrili in infanti e possono causare l'infiammazione del cervello e la malattia di altri organi in pazienti che hanno immunodeficienze o che sono sulle droghe immunosopressive.

Corrente, non ci sono droghe approvate dalla FDA per HHV-6A o HHV-6B, ma gli specialisti della malattia infettiva usano comunemente il valganciclovir, il foscarnet e il cidofovir per trattare la riattivazione di HHV-6B nei pazienti di trapianto. Queste droghe sono state sviluppate per trattare herpesvirus-5 umano (HHV-5), conosciuto come il citomegalovirus.

La più ricerca è necessaria confermare questi risultati e determinare se il trattamento antivirale aiuterebbe le donne con questa infezione uterina. La diagnosi dell'infezione di HHV-6A del rivestimento uterino può essere fatta da una biopsia del rivestimento uterino, una procedura standard fatta dai ginecologi senza anestesia facendo uso di piccolo dispositivo di aspirazione.

Source:

HHV-6 Foundation