Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il programma Innovatore di donazione di organo permette che i donatori viventi donino in anticipo il rene

Buono regalo, pianificazione di layaway o buono. Chiamilo che cosa volete, ma un programma innovatore di donazione di organo iniziato al UCLA ha cominciato spargersi ad altri programmi del trapianto attraverso gli Stati Uniti.

Il programma tiene conto i donatori viventi donare un rene prima di quando un amico o un membro della famiglia potrebbe richiedere un trapianto del rene.

“A Volte, i pazienti possono dirigersi verso il trapianto nei prossimi anni, ma sarebbe più conveniente per un amico o membro della famiglia ora per donare un rene,„ ha detto il Dott. Jeffrey Veale, un chirurgo del trapianto che ha aiutato l'iniziato il programma al Centro Medico di Ronald Reagan UCLA. “Un amico o un membro della famiglia potrebbe ora donare un rene, prima di un curriculum personale preveduto importante -- come occupazione di viaggio e cambiante o sposarsi -- ed il loro destinatario progettato che sta avvicinandosi alla dialisi riceverebbe un buono regalo per riacquistare per trapianto una volta avuto bisogno di.„

“È così concetto semplice,„ Veale ha detto. “È l'invenzione di un nonno che ha voluto donare un rene al suo nipote che si avvicina alla dipendenza di dialisi, ma il nonno ha ritenuto che fosse troppo vecchio per donare durante alcuni anni in cui il suo nipote probabilmente avrebbe avuto bisogno di un trapianto.„

Che l'uomo è Howard Broadman, un avvocato e giudice pensionato che vive a Laguna Niguel, la California.

“Ero allora 64 ed il mio nipote Quinn era 4,„ Broadman ha detto. “So che Quinn finalmente avrà bisogno di un trapianto, ma prima che sia pronto, sarò troppo vecchio per dargli uno dei miei reni. Così mi sono avvicinato al UCLA ed ho chiesto, “Perché non dò un rene a qualcuno che ora lo abbia bisogno, quindi convinco un buono affinchè il mio nipote usassi quando ha bisogno di un trapianto in futuro? “E quello è appena che cosa abbiamo fatto.„

Secondo le Fondamenta Nazionali del Rene, ci sono quasi 30 milione di persone con la malattia renale cronica negli Stati Uniti, alcuna di chi può diventare la malattia renale di stadio finale, rendendo loro i forti candidati per il nuovo programma innovatore. Ci egualmente sono 500,000 persone negli Stati Uniti con un trapianto di funzionamento del rene, ma i trapianti durano tipicamente appena 10 - 20 anni.

Questo programma era egualmente recentemente utilizzato per un adolescente in New York che ha un trapianto di funzionamento del rene. Il padre della ragazza ha donato un rene in modo che avesse un buono regalo per un secondo trapianto se lo ha bisogno.

Nove altri centri del trapianto attraverso gli Stati Uniti hanno acconsentito per offrire il programma del buono regalo, sotto l'egida del programma avanzato della donazione della Registrazione Nazionale del Rene. Veale anticipa che più donatori viventi verranno in avanti a donare i reni, in grado di avviare le catene dei trapianti. Poi, quando un paziente riacquista il suo buono regalo, l'ultimo donatore nella catena potrebbe donare un rene a quel destinatario.

Veale ha detto spera che il programma potrebbe finalmente andare un punto più avanti per soddisfare i bisogni della gente che sta pensando a donare un rene ad uno sconosciuto, conosciuti come “i donatori altruistici„ o “non diretti„. Corrente, alcuni donatori altruistici potenziali sono riluttanti a donare un rene per timore che un membro della famiglia potrebbe avere bisogno di uno in futuro. Ma se l'approccio del buono regalo riesce, i donatori altruistici potrebbero donare un rene ed il loro coniuge o bambino riceverebbe un buono regalo per un trapianto futuro.

“Abbiamo veduto un aumento nel numero dei donatori altruistici durante questi ultimi anni,„ Veale ha detto. “Spesso questa gente è dichiaranti dei donatori di sangue o del midollo osseo e sta studiando la possibilità di donare un rene ad uno sconosciuto.„

Veale avverte quello che dona un rene non è senza rischi, sebbene la maggior parte dei donatori recuperino completamente ed i donatori possono spesso lasciare all'ospedale il giorno successivo. I Pazienti devono essere completamente informati dei rischi potenziali di ambulatorio vivente di donazione.

C'erano soltanto 5.538 trapianti erogatori viventi del rene negli Stati Uniti nel 2014. Se appena 0,5 per cento degli adulti della nazione diventassero donatori viventi del rene, la lista di attesa del trapianto del rene sarebbe eliminata 15 volte più.

A sua casa nella California del sud, gli occhi di Broadman hanno scaturito con gli strappi ha riflesso sulle implicazioni di cui ha iniziato.

“Ho lasciato un'eredità per il mio nipote,„ ha detto. “Posso nemmeno essere qui quando la realizza, ma ho cambiato la sua vita. Non ottiene molto meglio di quella.„

Per ulteriori informazioni sul trasformarsi in un donatore vivente del rene, visualizzi la pagina Vivente di Donazione del Rene di Salubrità del UCLA. Per ulteriori informazioni sulla Registrazione Nazionale del Rene, visualizzi il sito Web della registrazione.

Sorgente: Centro Medico di Ronald Reagan UCLA