Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La molecola metallica offre il video in tempo reale delle placche dell'amiloide in pazienti con Alzheimer

Una molecola metallica che è studiata alla Rice University comincia ad emettere luce quando limite alle fibrille della proteina dell'amiloide dell'ordinamento implicato nel morbo di Alzheimer. Una volta avviata con luce ultravioletta, la molecola emette luce molto più luminosa, che permette al video in tempo reale delle fibrille dell'amiloide mentre cumulano negli esperimenti del laboratorio.

L'angelo Martí del chimico del riso ha detto che così sonda potente potrebbe essere un vantaggio ai ricercatori che cercano un modo alle placche dell'amiloide dello smembramento, che si formano nei cervelli dei pazienti con Alzheimer. Il laboratorio di Martí ha riferito sulla molecola di luminoso commutazione nel giornale della società di prodotto chimico americano. Il Amir Aliyan del dottorando del riso è autore principale del documento.

Martí e le sue tinture di studio del gruppo fatti dei complessi metallici che luminesce una volta fissato alle fibrille dell'amiloide o al DNA. Hanno scoperto che quando i complessi di dipyridophenazine del renio legano con una fibrilla dell'amiloide in una provetta e sono eccitati con luce ultravioletta, l'aumento sintetico delle molecole la loro fotoluminescenza naturale da parecchi ordini di grandezza.

“La maggior parte delle tinture fanno diminuire la loro fluorescenza sopra l'eccitazione continua perché essi photobleach,„ Martí ha detto. “Questa tintura fa il completo di fronte a, aumentando la sua emissione ancor più ogni volta che la eccitate.„ L'effetto non è quasi come forte se la molecola metallica è qualsiasi fluttuazione in una soluzione o fissata ai singoli fili dell'amiloide, ha detto.

L'effetto è veduto in due fasi, ha detto. La sonda comprende una parte idrofoba che lega naturalmente a cumulare le fibrille ed emette l'indicatore luminoso quando fa, dante a ricercatori un chiaro segnale che l'aggregazione sta accadendo. Eccitare il cumulo e la sonda combinati con luce ultravioletta poi amplifica l'output leggero più di un hundredfold.

I ricercatori del riso sospettano che l'aumento drammatico accade quando le specie reattive dell'ossigeno attaccano gli amminoacidi sulla beta fibrilla dell'amiloide che estiguerebbe normalmente la luminescenza del complesso del metallo.

“La nostra ipotesi è quella sopra irradiamento ultravioletto, il nostro complesso del metallo (del renio) produce le specie reattive dell'ossigeno e sono più aggressive di ossigeno molecolare convenzionale,„ Aliyan ha detto. “Ci sono rapporti che i complessi del renio sono capaci di attivazione dell'ossigeno da un modulo ad un modulo più aggressivo in soluzione.„

“Che è una delle nostre teorie,„ Martí ha aggiunto. “Ancora non capiamo bene che cosa sta accadendo. Ma sappiamo che oltre ad aumentare l'intensità dell'emissione, il complesso egualmente chimicamente modifica la proteina (dell'amiloide).„

Martí ha detto gli esperimenti che hanno eliminato tant'ossigeno quanto possibile ha eliminato l'effetto migliorato della fluorescenza. Ha detto che il laboratorio ha fatto un passo di nuovo alla prova un complesso metallico più in anticipo ha basato su rutenio, che egualmente ha mostrato l'emissione una volta fissato alle fibrille dell'amiloide. Non ha mostrato l'emissione migliorata nell'ambito che di luce ultravioletta.

“Abbiamo pensato che l'effetto potrebbe accadere con rutenio e completamente lo avessimo mancato, in modo da abbiamo eseguito un esperimento di controllo e niente è accaduto,„ ha detto.

Quello rende al renio unico complesso finora. Egualmente dà a ricercatori l'opportunità di imparare più circa le beta proteine dell'amiloide ed i meccanismi di aggregazione, Martí ha detto.

“Siamo stati sempre sapere interessato dove questi complessi legano,„ in lui abbiamo detto. “Se ossidano l'amiloide beta nella periferia della loro sede del legame, quindi tenendo la carreggiata il posto dell'ossidazione conosceremo il posto dell'associazione. Quello è chiamato impronta. Permetterà che noi specificamente esploriamo l'associazione e come la modifica chimica della superficie della proteina pregiudicherebbe i fattori come la tossicità e l'aggregazione.„

Aliyan ha detto che la sonda permette lo studio in tempo reale dell'aggregazione della proteina mentre la sonda accende sopra l'aggregazione. “All'occhio nudo, l'aggregazione non è ovvio,„ ha detto. “Avete bisogno di una sonda di seguire il trattamento e di vedere se le droghe potenziali possono inibire l'aggregazione o renderla più veloce o più lenta. Poi potete eseguire le analisi con o senza tutta la droga ed in varie circostanze. Si penserebbe se ci sono modi modificare la beta aggregazione dell'amiloide, forse là è modi trattare il trattamento.„

Source:

Rice University