Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori propongono il nuovo approccio ai farmaci della chemioterapia dell'obiettivo specificamente ai sarcomi

Il sarcoma è un modulo aggressivo di cancro responsabile di fino a 20 per cento dei cancri di infanzia. I tumori spesso in primo luogo compaiono nelle estremità e nell'addome. L'ambulatorio è un trattamento primario, ma si combina spesso con la chemioterapia. Questa settimana nella scienza centrale di ACS, i ricercatori propongono uno schema per mirare ai farmaci della chemioterapia specificamente ai sarcomi, piombo alla maggior efficacia ed a meno effetti secondari.

Jose Mejia Oneto, Royzen massimo ed i colleghi hanno sviluppato una tecnologia che protegge un chemioterapeutico tossico e comunemente usato, doxorubicina, finché non non entr inare contatto con un attivante tenuto al sito del tumore da un polimero. Mentre sia la consegna tradizionale di doxorubicina che il nuovo approccio riuscivano nel trattamento iniziale dei tumori del sarcoma in mouse, solo la droga sito-attivata ha tenuto il cancro dal ritorno. Oltre ad un risultato terapeutico migliore, la strategia locale di attivazione ha avuta meno effetti secondari. In particolare, i ricercatori non hanno osservato una diminuzione in nuovi globuli rossi, un indicatore di soppressione di midollo osseo che limita la dose tollerabile in pazienti. Altri effetti secondari sgradevoli quali perdita di peso o cambiamenti in capelli non sono stati osservati confrontati a quelli trattati convenzionalmente. Gli autori intendono fare leva la bassa tossicità del loro trattamento per studiare se i corsi di scarsità della loro terapia facendo uso delle dosi elevate sono ancor più efficaci e per ampliare questo approccio ad altri tumori e droghe solidi.

Source:

American Chemical Society