Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La segnalazione del sistema immunitario può direttamente pregiudicare il comportamento sociale

Facendo uso di un approccio di sistema-biologia, gli scienziati all'università di facoltà di medicina di Massachusetts hanno fatto una scoperta sensazionale che la segnalazione del sistema immunitario può direttamente pregiudicare e perfino cambiare, comportamento sociale in mouse ed altri animali di modello. Pubblicato in natura, questi risultati hanno potuto avere grandi implicazioni per le malattie neurologiche quali i disordini e la schizofrenia di autismo-spettro.

“Facendo uso di questo approccio, abbiamo affermato un ruolo inatteso per gamma dell'interferone (IFN-γ), una citochina importante secernuta dai linfociti T, nella promozione delle funzioni sociali del cervello,„ ha detto Vladimir Litvak, PhD, assistente universitario di microbiologia & sistemi fisiologici a UMMS. “I nostri risultati contribuiscono ad una comprensione più profonda della disfunzione sociale nei disordini neurologici, quali autismo e la schizofrenia e possono aprire i nuovi viali per gli approcci terapeutici.„

Il Dott. Litvak e Yang Xu, uno studente di PhD nella scuola post-laurea delle scienze biomediche a UMMS, sviluppate ed impiegate un approccio novello di sistema-biologia per studiare il dialogo complesso fra la segnalazione immune ed il cervello funziona nella salubrità e nella malattia. Facendo uso di questo approccio, Xu ha definito le impronte immuni canoniche di segnalazione ed analizzato pubblicamente per la loro presenza in migliaia - di gruppi di dati disponibili del transcriptome del cervello. Questi studi hanno scoperto una connessione nascosta fra la segnalazione e la funzione immuni del cervello del sociale mediate cellula T.

Litvak ed i colleghi hanno trovato che i vari organismi, compreso i roditori, pesce e mosche, elevano la segnalazione di IFN-γ nei contesti sociali. Questi risultati suggeriscono che la via di segnalazione di IFN-γ potrebbe mediare un collegamento co-evolutivo fra comportamento sociale e una risposta efficiente dell'anti-agente patogeno che potrebbero essere critici per immunità del gregge.

Questo lavoro è stato fatto in collaborazione con i ricercatori all'università di Virginia. Jonathan Kipnis, PhD, presidenza della neuroscienza alla scuola di medicina di UVA ha indicato che bloccare IFN-γ in mouse ha fatto il mouse i cervelli trasformarsi in in comportamento sociale atipico iperattivo e causato. La riparazione della IFN-γ-segnalazione nel cervello ha normalizzato l'attività di cervello ed il comportamento sociale. “Il cervello ed il sistema immunitario adattabile probabilmente sono stati isolati l'uno dall'altro e tutta l'attività immune nel cervello è stata percepita come segno di patologia. Ed ora, non solo siamo che indichiamo che stanno interagendo molto attentamente, ma alcuni dei nostri tratti di comportamento potrebbero evolversi a causa della nostra risposta immunitaria agli agenti patogeni,„ il Dott. spiegato Kipnis.

I ricercatori notano che un sistema immunitario funzionante male può essere responsabile “dei deficit sociali nei numerosi disordini neurologici e psichiatrici.„ Ma che cosa questo potrebbe significare per autismo ed altre circostanze specifiche richiede esattamente l'indagine successiva.

“Per la prima volta abbiamo una piattaforma capace sistematicamente di studio delle connessioni complesse fra la segnalazione immune e le funzioni varie del cervello,„ Litvak ha detto. “Credo che qualcuno possa usare la nostra tecnologia come modello per studiare la partecipazione di varie componenti immuni nelle disfunzioni differenti del cervello.„

Source:

University of Massachusetts Medical School