Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il miglioramento del risparmio di temi dei servizi sanitari ha potuto estendere l'ARTE a molta gente che vive con il HIV

I servizi sanitari nel Kenya, nell'Uganda e nello Zambia potrebbero estendere la terapia vita sostenente del antiretroviral (ART) fino le centinaia di migliaia di gente che vive con il HIV se gli impianti migliorassero il risparmio di temi della prestazione di servizi. Ciò è uno dei risultati principali da un documento pubblicato oggi nella medicina di BMC, co-creato dall'istituto per la metrica di salubrità e la valutazione (IHME) ed i collaboratori dall'Guida-Internazionale dell'Africa di atto (AAH-I) nel Kenya, le malattie infettive ricercano la collaborazione (IDRC) nell'Uganda e l'università di Zambia nello Zambia.

Il globali portano su scala industriale di ARTE per trattare il HIV sono uno di più grandi esempi di successo del mondo nella salubrità, trasformando la diagnosi del HIV da una frase di morte prematura ad uno stato controllabile e cronico. Access ad ARTE è aumentato rapido in questi ultimi 15 anni in gran parte dovuto l'escalation del finanziamento per il HIV/AIDS, specialmente in Africa Subsahariana.

L'organizzazione mondiale della sanità (WHO) recentemente ha raccomandato che tutta la gente che vive con il HIV iniziasse l'ARTE, che stabilisce milioni più gente come ammissibile per il trattamento in un momento in cui costituire un fondo per il HIV plateaued. Con le risorse costrette e la domanda in continuo aumento, che amplia l'ARTE i servizi dipende dal risparmio di temi con cui gli impianti usano le loro risorse.

“Migliorare il risparmio di temi può supportare gli aumenti importanti dell'ARTE espandentesi alla gente che ha bisogno del trattamento, particolarmente quando costituire un fondo per è limitato,„ dice l'assistente universitario Abraham Flaxman, autore senior di IHME dello studio. “Ora noi, come comunità globale di salubrità, necessità di capire come.„

In questo studio, i ricercatori hanno misurato il risparmio di temi degli impianti, compreso quelli che forniscono l'ARTE assiste, nel Kenya, nell'Uganda e nello Zambia. Ricercatori analizzati quanto efficientemente i servizi sanitari sono stati prodotti e predetto quanto più impianti pazienti di visite di ARTE potrebbero accomodare, dato le loro risorse, se aumentassero il risparmio di temi.

I risultati dello studio hanno indicato che se gli impianti migliorassero il loro risparmio di temi a 80%, ci potesse essere un aumento di 33% nelle visite di ARTE nel Kenya, in 62% nell'Uganda e in 33% nello Zambia. Ciò significa che gli aumenti nel risparmio di temi potrebbero supportare gli impianti che vedono quasi 460.000 nuovi pazienti di ARTE attraverso tutti e tre i paesi.

I risultati chiave dallo studio includono:

  • - La maggior parte dei servizi sanitari nel Kenya, nell'Uganda e nello Zambia hanno segnato relativamente in basso in termini di risparmio di temi - indicando che gli impianti potrebbero produrre più servizi ed accomodare più pazienti dati le loro risorse.

    - Nessuna caratteristica della funzione (come il numero dei letti o dei fornitori di cure mediche) è stata associata coerente con migliore risparmio di temi; ciò suggerisce che altri fattori, quali le pratiche di gestione della funzione, siano collegati più molto attentamente a risparmio di temi migliore.

    - Se i servizi sanitari analizzati che forniscono l'ARTE aumentassero il loro risparmio di temi livellano almeno a 80%, le visite di ARTE potrebbero aumentare 33% nel Kenya e nello Zambia e 62% nell'Uganda.

I servizi sanitari nel Kenya, nell'Uganda e nello Zambia - e probabile in tutto l'Africa Subsahariana - hanno l'opportunità di ampliare i servizi di ARTE se migliorano il risparmio di temi dei servizi sanitari.

Questo articolo è basato sulla ricerca dal progetto della rete di priorità (DCPN) del controllo di malattie, uno studio multinazionale che valuta i driver della prestazione di sistema di salubrità e dei costi di cura. Costituito un fondo per da Bill & dalle fondamenta di Melinda Gates, il progetto di DCPN ha cominciato nel 2011, con il Kenya, l'Uganda e lo Zambia come tre dei paesi inizialmente addetti allo studio.

Source:

Institute for Health Metrics and Evaluation