I ricercatori identificano il ruolo innato cruciale di immunità per il gene collegato PER ARCARSI sindrome in bambini

I ricercatori sudoccidentali del centro medico di UT hanno trovato un ruolo innato importante di immunità per un gene collegato ad una sindrome rara e interna in bambini. Il loro studio ha implicazioni per una malattia molto più comune: tubercolosi.

I risultati di studio, inviati oggi online nell'immunità del giornale, potrebbero piombo alle nuove terapie per la sindrome arthrogryposis-renale di disfunzione-colestasi (ARCO). Egualmente suggerisce le connessioni alla tubercolosi (TB): una malattia batterica difficile da trattare che l'organizzazione mondiale della sanità chiama “un uccisore superiore della malattia infettiva mondiale.„

La sindrome dell'ARCO è una malattia genetica rara e interna che provoca fegato, rene e disfunzione come pure le anomalie dei dotti biliari nell'interfaccia, nelle giunzioni e nei sistemi osteomuscolari. Non c'è il trattamento e la maggior parte dei pazienti muoiono prima del loro secondo compleanno. La sindrome egualmente è associata con le infezioni e la sepsi ricorrenti, l'ultimo di cui il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie descrive come “risposta in modo schiacciante e pericolosa all'infezione.„

“I nostri risultati indicano che, piuttosto che essendo una conseguenza indiretta degli errori in altri sistemi dell'organo, le complicazioni infiammatorie dell'ARCO potrebbero riflettere i ruoli diretti del gene Vps33B dell'ARCO nell'immunità innata,„ hanno detto il Dott. Chandrashekhar Pasare, professore associato dell'immunologia all'autore sudoccidentale e co-senior di UT dello studio.

“Identificando un ruolo novello e cruciale per Vps33B nella regolamentazione dell'immunità innata, questi risultati indicano la possibilità di sviluppare le nuove terapie per il trattamento della sindrome dell'ARCO. Può essere possibile identificare le droghe che mirano alle vie pro-infiammatorie che la nostra ricerca indica il venire a mancare per ottenere a "OFF" passato correttamente in ARCO,„ hanno detto il Dott. Helmut Krämer, professore della neuroscienza e della biologia cellulare all'autore sudoccidentale e co-senior di UT dello studio.

Più poco di 300 casse dell'ARCO sono state riferite universalmente, con la vasta maggioranza di loro si sono collegate ad ereditare due copie mutate di Vps33B, il Dott. Krämer hanno aggiunto.

Gli scienziati hanno generato i modelli della mosca e del mouse di frutta della sindrome dell'ARCO cancellando il gene di Vps33B. Le celle dai mouse o dalle mosche che mancano della proteina di Vps33B indicata hanno esagerato le risposte infiammatorie al lipopolysaccaride (LPS), una componente dei batteri gram-negativi conosciuti per stimolare i ricevitori del tipo di tributo (TLRs) sulla superficie delle celle di sistema immunitario, che attivano una risposta immunitaria, il Dott. Krämer hanno detto.

Le loro misure del lavoro in una storia innata di decenni di immunità hanno basato a UT sudoccidentale che caratterizza la ricerca del Dott. Bruce Beutler, Direttore del centro per la genetica della difesa ospite. Dott. Beutler, che è un professore di Regental e tiene Raymond e la presidenza distinta Willie di Ellen nella ricerca sul cancro, in onore di Laverne e di Raymond Willie, Sr., compartecipi il premio Nobel 2011 in fisiologia o medicina per il suo lavoro sull'attivazione di immunità innata, la prima linea di difesa dell'organismo contro l'infezione.

Lo studio corrente esamina l'altro lato della risposta immunitaria innata: l'area meno capita di come la risposta infiammatoria è inattivata o spenta, i ricercatori spiegati.

“Abbiamo trovato che Vps33B è importante per i globuli bianchi di malattia-combattimento (macrofagi) da rimuovere i batteri d'invasione dalle celle dopo che il TLRs le ha portate dentro. Normalmente, sia i batteri che i ricevitori si digeriscono dalla cella del macrofago, così passando fuori dalla risposta immunitaria infiammatoria prima che esca di controllo trasformarsi in in sepsi,„ il Dott. spiegato Pasare, supporto del J. Wayne Streilein, di M.D. Professorship in immunologia e di una Louise W. Kahn Scholar nella ricerca biomedica.

Il nuovo studio indica che la mancanza di Vps33B e della proteina codifica i blocchi che il punto di degradazione in moda da non potere spegnere l'infiammazione, piombo all'infiammazione migliorata e causante i sintomi di sepsi e di predisposizione alle infezioni ricorrenti, i ricercatori ha detto.

“Sebbene la sindrome dell'ARCO sia molto rara, altri ricercatori hanno riferito che per sopravvivere a nel host, il micobatterio che causa TB inibisce la funzione della proteina codificata da Vsp33B. Questa inibizione era probabilmente dovuto una capacità diminuita delle celle immuni di digerire i batteri di TB; tuttavia, il nostro studio suggerisce che l'infiammazione esagerata veduta nella TB potrebbe essere un risultato di un'incapacità di terminare la risposta infiammatoria,„ il Dott. Pasare ha detto. Gli scienziati sperano di studiare quella domanda nella ricerca futura.

Il Dott. Pasare ed il Dott. Krämer hanno detto che questa collaborazione è un esempio dell'ambiente unico della ricerca a UT sudoccidentale che facilita i ricercatori con i diversi interessi e la competenza che vengono insieme a risolvere le domande scientifiche importanti.

Source:

UT Southwestern Medical Center