Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le allergie stagionali possono alterare il cervello, manifestazioni di studio

Il raffreddore da fieno può fare più voi di un radiatore anteriore soffocante e gli occhi che prude, allergie stagionali possono cambiare il cervello, dice uno studio pubblicato nelle frontiere del giornale di aperto Access in neuroscienza cellulare.

Gli scienziati hanno trovato che i cervelli dei mouse esposti ad allergene realmente hanno prodotto più neuroni che i comandi, essi hanno fatto questo facendo uso di un modello dell'allergia del coregone lavarello dell'erba.

Il gruppo di ricerca ha esaminato l'ippocampo, la parte del cervello responsabile della formazione delle memorie nuove ed il sito in cui i neuroni continuano è formato durante vita. Durante la reazione allergica, c'era un aumento nei numeri di nuovi neuroni nell'ippocampo, sollevanti il problema: che cosa ha potuto essere le conseguenze delle allergie sulla memoria?

La formazione ed il funzionamento di neuroni è collegata alle celle immuni del cervello, il microglia.

Con sorpresa degli scienziati, hanno trovato che la stessa reazione allergica che dà dei calci al sistema immunitario dell'organismo in marcia alta, ha di fronte ad effetto sulle celle immuni residenti del cervello. Il microglia nel cervello è stato disattivato in cervelli di questi animali.

“Era altamente inatteso vedere la disattivazione di microglia nell'ippocampo,„ ha spiegato Barbara Klein, uno degli autori dello studio: “Parzialmente perché altri studi hanno indicato l'effetto inverso su microglia che segue l'infezione batterica.

“Sappiamo che la risposta del sistema immunitario nell'organismo è differente nel caso di una reazione allergica contro un'infezione batterica. Che cosa questo ci dice è che l'effetto sul cervello dipende da tipo di reazione immune nell'organismo.„

Secondo un rapporto dal WHO, 10-30% della popolazione universalmente soffre da rinite allergica, comunemente chiamata raffreddore da fieno.

La reazione allergica egualmente causa un aumento in neurogenesis, la crescita e sviluppo del tessuto nervoso, che è conosciuto per diminuire con l'età. Alle nelle allergie inclini delle persone, l'invecchiamento del cervello progredirebbe diversamente che in coloro che non è allergico?

Source:

Frontiers