Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La ricerca trova le differenze in latte materno delle donne che hanno dato alla luce agli infanti prematuri

Circa 7 per cento di tutti i bambini danesi nascono prematuramente. Ciò è di importanza significativa non solo allo sviluppo del bambino, ma egualmente pregiudica l'organismo della madre che - inatteso - deve produrre la nutrizione necessaria per il neonato.

La ricerca precedentemente ha dimostrato quel latte materno dalle donne che danno alla luce prematuramente sono differenti da latte materno dalle donne che danno alla luce ai bambini a termine. Gli esami messi a fuoco sul contenuto del latte di macro sostanze nutrienti quali proteina, grasso ed i carboidrati - ed è stato documentato che il latte dalle donne che danno tipicamente la nascita prematura ha un contenuto più elevato di queste sostanze nutrienti confrontate a latte dalle donne incinte che danno alla luce dopo la settimana 37. Quindi, il latte compensa parzialmente il fatto che il bambino non è a sviluppo completo ed egualmente protegge l'infante assicurando la colonizzazione sana dei batteri utili nell'intestino.

Ora, la nuova ricerca dall'università di Aarhus mostra che quel latte materno dalle donne che danno la nascita prematura non solo ha una composizione differente di macro sostanze nutrienti; la composizione di micro sostanze nutrienti (metaboliti) egualmente differisce. Postdoc al dipartimento di scienza dell'alimentazione, università di Aarhus, Ulrik Sundekilde è responsabile dell'esame basato su avanzato e tecniche dell'analisi molto dettagliata - cosiddetto metabolomics globale - e spiega:

- Il latte materno è il migliore esempio di alimento su misura che conosciamo - cioè che l'infante ottiene la nutrizione esatta di che ha bisogno. Di conseguenza, la domanda è se la natura ha compreso un genere di compensazione per assicurare una nutrizione ottimale per l'infante prematuro, dice Ulrik Kræmer Sundekilde.

In primo luogo e la maggior parte di esteso esame

Tuttavia, il nuovo esame egualmente dimostra che alcune settimane dopo la nascita la composizione del latte è identica a quella disponibile ai bambini a termine. Se una donna dà alla luce nella settimana 25, fin dalla settimana 30, latte dei prodotti simile al latte prodotto per un bambino a termine.

- Ancora non conosciamo l'importanza nutrizionale di tutti i metaboliti e poichè i bambini prematuri hanno fabbisogno alimentare che altro e specializzato può costituire una sfida che realmente sono alimentati il latte che non sono ancora a sviluppo completo digerire. Specialmente durante il periodo che è estremamente importante per la loro crescita futura e sviluppo, dice Ulrik Kræmer Sundekilde.

Gli scienziati hanno raggiunto i risultati sensazionali analizzando il contenuto del metabolita dei campioni del latte da 45 donne durante il periodo di fino a 14 settimane dopo avere dato alla luce. Per quanto sappiamo, questo è la prima volta che un'estesi caratterizzazione e confronto di micro valore nutritivo in latte materno col passare del tempo ed in un gruppo di madri premature è stata compiuta.

- Il punto seguente sarà uno studio ancor più esteso compreso più madri. Egualmente vorremmo avere uno sguardo più attento allo sviluppo degli infanti e confrontare questo al contenuto del latte materno che sono Fed. Se possiamo seguire il bambino per una serie di anni possiamo potere precisare se i fattori specifici nel latte sono importanti alla crescita del bambino.

Esigenza di ulteriore conoscenza

Ulteriormente, in una prospettiva a lungo termine possiamo anche potere analizzare clinicamente il latte dopo che la nascita - così permettendo che noi personalizziamo il latte e lo adattiamo al bisogno dell'infante aggiungendo le sostanze nutrienti che potrebbero mancare di. Anche oggi, aggiungiamo le macro sostanze nutrienti mentre sappiamo che il contenuto naturale è insufficiente. Questo nuovo metodo permette che noi esaminiamo se questo sia egualmente vero per quanto riguarda il contenuto di micro sostanze nutrienti.

- Se possiamo dimostrare una connessione fra il valore nutritivo del latte e lo sviluppo del bambino, quindi il metodo di analisi può essere usato per determinare se il latte è sufficiente ricco in sostanze nutrienti - e possiamo aiutare così i bambini prematuri vulnerabili e fornendo la nutrizione ottimale che non possono raggiungere solamente da latte materno, lo diciamo Ulrik Kræmer Sundekilde e più ulteriormente stati che la soluzione non può essere raggiunta facilmente:

- Anche se è tecnicamente possibile - e la maggior parte dei ospedali danesi già hanno la strumentazione necessaria - là è un'esigenza significativa di ulteriore ricerca nelle connessioni causali.

Source:

Aarhus University