Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Virus di raffreddore realmente trasmesso dai cammelli agli esseri umani

Ci sono quattro coronaviruses umani globalmente endemici che, insieme ai rhinoviruses meglio conosciuti, sono responsabili del causare i raffreddori. Solitamente, le infezioni con questi virus sono inoffensive agli esseri umani. Il professor Christian Drosten, istituto della virologia all'ospedale universitario di Bonn ed il suo gruppo di ricerca di DZIF ora ha trovato la sorgente “di HCoV-229E„, uno dei quattro coronaviruses di raffreddore--egualmente proviene dai cammelli, appena come il virus temuto di MERS.

Il coronavirus respiratorio di sindrome (MERS) di Medio Oriente è stato identificato per la prima volta in esseri umani nel 2012. Causa le infezioni severe delle vie respiratorie che sono spesso interne. I dromedari sono stati confermati qualche tempo fa per essere la sua sorgente animale.

“Nelle nostre indagini di MERS abbiamo esaminato circa 1.000 cammelli per i coronaviruses e siamo stati sorpresi trovare gli agenti patogeni che sono collegati con “HCoV-229E„, il virus umano di raffreddore, in quasi sei per cento dei casi,„ dice Drosten. Ulteriore analisi genetica molecolare comparativa dei virus di raffreddore in pipistrelli, in esseri umani ed in dromedari suggerisce che questo virus di raffreddore realmente sia stato trasmesso dai cammelli agli esseri umani.

L'evoluzione del virus di raffreddore ha potuto fornire uno scenario per l'emergenza di MERS

Drosten ed il suo gruppo hanno isolato i virus in tensione di raffreddore del cammello ed hanno scoperto che questi potrebbero principalmente anche entrare nelle cellule umane--tramite stesso ricevitore usato dal virus “HCoV-229E„ di raffreddore. Tuttavia, il sistema immunitario umano può difendersi contro i virus del cammello, appena come può contro i virus di raffreddore. Ancora, gli esami con il siero ed i virus umani di raffreddore dell'animale hanno provato che non c'è rischio immediato di epidemia in esseri umani, perché la più grande parte della popolazione umana già ha immunità, a causa dell'immunità diffusa contro il virus HCoV-229E di raffreddore.

Così è questo il cessato allarme per i virus di MERS anche? “Il virus di MERS è un agente patogeno sconosciuto: i più piccoli, regionalmente scoppi limitati, per esempio in ospedali, continuano accadere. Fortunatamente, il virus non si è adattato abbastanza bene agli esseri umani e conseguentemente ha non potuto spargersi globalmente finora,„ dice Drosten. I risultati delle indagini correnti sui predecessori del virus umano di HCoV-229E in cammelli descrivono una situazione che è simile alla situazione attuale con MERS. Questi virus del predecessore egualmente non si adattano ottimamente agli esseri umani.

La diffusione globale di HCoV-229E attraverso la trasmissione da uomo a uomo, che è altamente probabile accadere durante la pandemia di esperienza di a, desta la preoccupazione. “Il nostro studio corrente ci dà un segnale di pericolo per quanto riguarda il rischio di pandemia di MERS--perché MERS potrebbe forse fare che HCoV-229E ha fatto.„ Così c'è esigenza di atto: I ricercatori di DZIF stanno lavorando intensivamente sulla ricerca del vaccino contro MERS; entrerà in prove cliniche all'inizio dell'anno prossimo.

Source:

German Center for Infection Research