Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I Ricercatori trovano la migliore salute mentale in adulti più anziani malgrado i disturbi più fisici

Mentre anche i migliori vini finalmente alzano e si girano verso aceto, un nuovo studio dai ricercatori alla Scuola di Medicina di San Diego dell'Università di California suggerisce una tendenza relativa paradossale alla salute mentale degli adulti di invecchiamento: Sembrano migliorare coerente col passare del tempo.

“Il Loro senso migliore di benessere psicologico era lineare e sostanziale,„ ha detto Dilip Jeste autore, MD, il Professor Distinto della Psichiatria e delle Neuroscienze e Direttore senior del Centro su Invecchiamento Sano a Uc San Diego. “I Partecipanti hanno riferito che hanno ritenuto migliori circa se stessi ed il loro anno di vite sopra l'anno, decade dopo la decade.„

I risultati sono pubblicati nell'edizione Dell'agosto 2016 del Giornale della Psichiatria Clinica.

Per Contro, Jeste ed i colleghi hanno notato gli alti livelli dello sforzo e dei sintomi percepiti della depressione e l'ansia fra gli adulti nel loro 20s e 30s che partecipano allo studio. “Questa “fontana della gioventù„ periodo è associata con i livelli ben peggiori di benessere psicologico che qualunque altro periodo di età adulta,„ ha detto.

Le nozioni Convenzionali di invecchiamento in gran parte la hanno descritta come trattamento in corso del declino fisico e conoscitivo, con poca discussione circa la salute mentale eccetto nel contesto del declino. È stato presupposto largamente che la salute mentale della gente più anziana rispecchiasse il loro peggioramento della funzione fisica e conoscitiva.

Ma Jeste, che lungamente ha studiato il fenomeno come Estelle e Presidenza di Edgar Levi nell'Invecchiamento ed in Direttore dell'Istituto di Rosa e di Sam Stein per Ricerca su Invecchiamento, entrambi a Uc San Diego, ha detto la ricerca reale, sebbene limitato, produce i risultati misti.

“Alcuni ricercatori hanno riferito una curva A Forma Di U di benessere attraverso la durata della vita, con i declini dall'età adulta iniziale al medio evo seguito da un miglioramento nell'età adulta successiva. Il nadir della salute mentale in questo modello si presenta durante il medio evo, approssimativamente 45 - 55. Tuttavia, non abbiamo trovato una tal immersione di metà della vita nel benessere.„

Le ragioni per queste differenze nei risultati non sono ovvie. C'è la variazione di misura attraverso gli studi, con differenti ricercatori che sottolineano gli indicatori differenti che, infine, producono le conclusioni differenti. Ciò Nonostante, la comunanza è nell'individuazione del benessere migliore nella seconda metà di vita. Jeste ha sottolineato che questo studio non si è limitato a benessere psicologico, ma “salute mentale„ inclusa, che è più vasta nella definizione ed egualmente comprende la soddisfazione con vita e bassi livelli di sforzo, di ansia e di depressione percepiti.

La Maggior Parte dei studi epidemiologici riferiscono la prevalenza più bassa di tutte le malattie mentali in adulti più anziani, eccezione fatta per le demenze. “Un Certo declino conoscitivo è col passare del tempo inevitabile,„ ha detto Jeste, “ma il suo effetto non è chiaramente non clinicamente costante ed in molta gente, significativa - almeno in termini di urto il loro senso di benessere e del godimento di vita.„

Nell'ultimo studio, Jeste ed i colleghi hanno esaminato la salubrità fisica, la funzione conoscitiva ed altre misure della salute mentale in 1.546 adulti, le età 21 - 100 anni, viventi nella Contea di San Diego, che sono stati selezionati facendo uso della composizione casuale della cifra. I Partecipanti sono stati spaccati quasi uniformemente dal genere, stratificato entro la decade dell'età, con oversampling degli adulti sopra l'età 75.

La natura lineare dei risultati era sorprendente, ha detto Jeste, specialmente nella grandezza. Il più vecchio gruppo ha avuto punteggi di salute mentale significativamente migliori di più giovane gruppo, sebbene la precedente funzione fisica e conoscitiva fosse misurabile più povera dell'ultimo.

Le ragioni per la salute mentale positiva migliore nella vecchiaia non sono chiare. Una Certa ricerca precedente ha indicato che gli adulti più anziani diventano più esperti a fare fronte ai cambiamenti stressanti. Imparano, detto Jeste, “per non sudare fuori le piccole cose. E molte precedentemente grandi cose si trasformano in piccola.„ Tuttavia, un'altra spiegazione importante può essere la saggezza aumentata con l'età. Una serie di studi hanno indicato che le persone più anziane tendono ad essere più esperte al regolamento emozionale ed al processo decisionale sociale complesso. Egualmente avvertono e conservano meno emozioni e memorie negative. Questi sono tutti elementi collettivi della saggezza, come definito dai ricercatori.

Michael L. Thomas, il PhD, primo autore del ricercatore di carta e di aiuto in psichiatria alla Scuola di Medicina di Uc San Diego, avvertito quello “come molte altre indagini su questo tipo, era uno studio rappresentativo e così un'istantanea dei dati. Inoltre, ci può essere una tendenziosità del superstite - cioè, gli adulti meno in buona salute non sopravvivono a nella vecchiaia„. Tuttavia, egualmente ha precisato che gli adulti più anziani in questo studio erano più reso non valido fisicamente che quei più giovani - così questo non era un campione degli adulti in buona salute superiori al normale.

Jeste ha espresso la preoccupazione che le tariffe di emergenza e della malattia mentale psicologiche in giovani sembrano essere in rialzo. “L'attenzione Insufficiente è stata pagata alle emissioni di salute mentale che continuano o ottengono l'post-adolescenza esacerbata. Dobbiamo capire salute mentale di fondo dei meccanismi la migliore nella vecchiaia malgrado i disturbi più fisici. Quello contribuirebbe a sviluppare gli interventi ad ampia base per promuovere la salute mentale in tutte le fasce d'età, compreso la gioventù.„

Sorgente: Scienze di Salubrità di San Diego dell'Università di California