Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Consegne indotte che seguono rottura della posa del sacco amniotico nessun rischio aumentato alla salubrità della madre e degli infanti

Un nuovo studio dell'università di Tel Aviv ha determinato le consegne naturali e spontanee quello e le consegne indotte che seguono la rottura del sacco amniotico risultati neonatali dell'azione della madre nei simili, contraddicente la saggezza comune.

“Lavoro indotto -- il trattamento di jumpstarting consegna facendo uso della prostaglandina -- ha ottenuto un cattivo colpo secco. Abbiamo trovato poca giustificazione per questo„ nel caso delle donne di cui l'acqua si è rotta prematuramente, abbiamo detto il Dott. Liran Hiersch del ricercatore principale, che piombo lo studio con il Dott. Eran Ashwal, sia della scuola di medicina del Sackler della tau che dell'ospedale di Helen Schneider per le donne al centro medico di Rabin. “La gente ha un'idea che tutto naturale è migliore, compreso il parto. Ma l'induzione non è necessariamente più pericolosa per la madre ed il bambino che la madre natura lei stessa.„

Lo studio è stato pubblicato l'8 agosto 2016, negli archivi della ginecologia e dell'ostetricia.

I timori circa lavoro indotto sono ingiustificati

La maggior parte delle donne incinte sono avvertite circa le consegne artificialmente indotte. Questi avvisi consigliano che l'induzione può causare una frequenza cardiaca fetale bassa, un rischio aumentato di infezione alla madre ed il bambino ed eccessivo o del rottura spurgo uterino dopo la consegna. “Abbiamo trovato che l'induzione produce le madri in buona salute ed infanti, con i fattori di rischio simili a quelli delle consegne spontanee,„ il Dott. Hiersch ha detto.

I ricercatori hanno valutato il risultato perinatale di 625 donne ammesse al centro medico di Rabin nell'Israele con la rottura prematura (di 24 ore) prolungata delle membrane o della rottura dell'acqua. Le donne che non hanno esibito l'inizio spontaneo di lavoro in 24 ore a partire dal momento la loro acqua si sono rotte hanno subito l'induzione della prostaglandina. Questi poi sono stati confrontati a quelle donne che hanno sviluppato l'inizio spontaneo di lavoro in 24 ore di ammissione. Nessuna differenza significativa è stata trovata fra i gruppi per quanto riguarda l'età materna, la parità e le complicazioni ostetriche.

Le donne nel gruppo di induzione sono state trovate per essere ad un rischio aumentato per il taglio cesareo (CS), ma i ricercatori ritengono che questo sia stato dovuto pricipalmente ai canali di nascita bloccati e non all'induzione stesso.

L'induzione artificiale è una possibilità per tutte le donne incinte che si sono avvicinati a due settimane dopo la loro data di consegna, che avvertono l'ipertensione o il diabete, che ha un'infezione uterina o che non ha avvertito semplicemente le contrazioni malgrado la loro acqua che tagliato. Queste donne sono ospedalizzate spesso per 24 ore. Ma dopo 24 ore sono passato senza consegna naturale, la maggior parte dei professionisti medici indurranno artificialmente il lavoro per ridurre i rischi successivi alla madre ed al bambino.

I pazienti dovrebbero essere rassicurati

“C'è un timore evidente fra le donne che stanno aspettando le contrazioni per cominciare,„ ha detto il Dott. Hiersch. “Temono la sofferenza fetale, temono l'infezione, difficoltà del cordone ombelicale, ma non abbiamo trovato base per i loro timori. Queste madri dovrebbero essere rassicuranti che hanno indotto le pose del lavoro nessun rischio aumentato alla salubrità dei loro bambini e di stessi.„

“Questo studio ci dà, i professionisti medici, la riassicurazione che richiediamo per continuare fare che cosa facciamo. Eventualmente, egualmente rassicurerà i nostri pazienti, che è ugualmente importante,„ il Dott. Hiersch ha concluso.

Il Dott. Hiersch corrente sta lavorando a trovare le variabili che predicono quali donne possono entrare spontaneamente in lavoro che segue la rottura prematura delle membrane.

Source:

American Friends of Tel Aviv University