Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le cellule staminali possono essere responsabili della calcificazione vascolare in pazienti con la malattia renale

Gli scienziati hanno implicato un tipo di cellula staminale nella calcificazione dei vasi sanguigni che è comune in pazienti con la malattia renale cronica. La ricerca guiderà gli studi futuri nei modi bloccare i minerali da costruzione dentro i vasi sanguigni ed aterosclerosi dell'esacerbazione, l'indurimento delle arterie.

Lo studio, piombo dai ricercatori alla scuola di medicina dell'università di Washington a St. Louis, compare l'8 settembre nella cellula staminale delle cellule del giornale.

“Nel passato, questo trattamento della calcificazione è stato osservato come passivo - appena i giacimenti minerari che attaccano alle pareti delle imbarcazioni, come i minerali che attaccano ai mura di acqua le condutture,„ hanno detto l'autore Benjamin senior D. Humphreys, il MD, il PhD, Direttore della divisione della nefrologia e di un professore associato di medicina. “Più recentemente, abbiamo imparato che la calcificazione è un trattamento attivo diretto dalle celle. Ma c'è stato molta controversia sopra cui le celle sono responsabili e da dove vengono.„

Le celle implicate nell'intasamento i vasi sanguigni con i giacimenti minerari vivono nel livello esterno di arterie e sono chiamate cellule staminali positive Gli1, secondo lo studio. Poiché sono cellule staminali adulte, le celle Gli1 hanno il potenziale di trasformarsi in in tipi differenti di tessuti connettivi, compreso il muscolo liscio, il grasso e l'osso.

Humphreys ed i suoi colleghi hanno mostrato quel le circostanze dentro sane, gioco delle cellule Gli1 un ruolo importante nella guarigione dei vasi sanguigni nocivi dalle nuove celle di muscolo liscio diventanti, che danno ad arterie la loro capacità di contrarrsi. Ma con la malattia renale cronica, queste celle probabilmente ricevono i segnali confusionari ed invece si trasformano in in un tipo di cella osso costruziona chiamato un osteoblast, che è responsabile del deposito del calcio.

“Pensiamo trovare i osteoblasts in osso, non vasi sanguigni,„ Humphreys ha detto. “Nei mouse con la malattia renale cronica, le celle Gli1 finisca somigliando ai osteoblasts, secernenti l'osso nella parete dell'imbarcazione. Durante l'insufficienza renale, la pressione sanguigna è alta e le tossine si accumulano nel sangue, promuovente l'infiammazione. Queste celle possono provare ad eseguire il loro ruolo curativo nel rispondere ai segnali di lesione, ma l'ambiente tossico e infiammatorio li svia in qualche modo nel tipo sbagliato delle cellule.„

Il tessuto donato anche studiato dai pazienti che sono morto di insufficienza renale e che hanno mostrato la calcificazione nell'aorta, la più grande arteria dei ricercatori dell'organismo.

“Abbiamo trovato esattamente le celle Gli1 nelle aorte calcificate dei pazienti nello stesso luogo che vediamo queste celle nei mouse,„ Humphreys ha detto. “Questa è prova che i mouse sono un modello accurato della malattia nella gente.„

Circa 20 milione adulti negli Stati Uniti hanno certo grado di malattia renale cronica, secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Ma la maggior parte di questi pazienti non sviluppano mai l'insufficienza renale della tardi-fase che richieda la dialisi o trapianto di rene perché soccombono alla malattia cardiovascolare in primo luogo, Humphreys ha detto. L'accumulazione di placca nelle arterie che è caratteristica della malattia cardiovascolare è peggiorata in pazienti con i reni malati a causa dei giacimenti minerari supplementari.

Avanzi il supporto dell'argomento che le celle Gli1 stanno determinando il trattamento della calcificazione, Humphreys ed i suoi colleghi hanno mostrato che quello eliminare queste celle dai mouse adulti ha impedito la formazione di calcio in loro vasi sanguigni.

“Ora che abbiamo identificato le celle Gli1 come responsabili del deposito del calcio nelle arterie, possiamo cominciare a verificare i modi bloccare questo trattamento,„ Humphreys ha detto. “Una droga che funziona contro queste celle potrebbe essere un nuovo modo terapeutico trattare la calcificazione vascolare, un uccisore importante dei pazienti con la malattia renale. Ma dobbiamo stare attenti perché crediamo che queste celle egualmente svolgano un ruolo nella guarigione del muscolo liscio ferito in vasi sanguigni, cui non vogliamo interferire con.„

Humphreys sta continuando a mettere a fuoco sul rene nello studio dei modi guidare le celle Gli1 a partire dai osteoblasts osso costruzioni e verso le celle di muscolo liscio imbarcazione-curative. Il primo autore dello studio, Rafael Kramann, il MD, un ex ricercatore postdottorale nel laboratorio di Humphreys e chi è ora all'università di Aquisgrana in Germania, sta studiando lo stesso trattamento con un fuoco sul cuore.

Source:

Washington University in St. Louis