Studi i fuochi sulla precipitazione delle circostanze del suicidio in bambini ed in adolescenti in anticipo

Secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), il suicidio era nel 2014 la decima causa della morte principale per le età 5 - 11 dei bambini. Ciò era la prima volta il suicidio aveva rivelato nelle cause della morte principali del principale dieci del CDC per i bambini in questo gruppo d'età.

Uno studio recente da Arielle Sheftall, PhD, un ricercatore postdottorale nel centro per la prevenzione di suicidio e la ricerca all'ospedale pediatrico nazionale dimostra che alcune diverse caratteristiche e circostanze di precipitazione possono essere più prominenti in bambini che muoiono dal suicidio rispetto agli adolescenti in anticipo che muoiono dal suicidio. È il primo studio esclusivamente da mettere a fuoco sulla precipitazione delle circostanze del suicidio in bambini ed in adolescenti in anticipo, definite come età 5 - 14.

“I bambini che sono morto dal suicidio erano più probabili avere problemi di relazione con i membri della famiglia o gli amici mentre gli adolescenti in anticipo erano più probabili avere problemi di relazione dell'amica o del ragazzo,„ ha detto il Dott. Sheftall, primo autore dello studio. “Queste differenze tendono a cadere seguendo le righe inerenti allo sviluppo date i bambini banco-vecchi elementari sono più probabili passare il tempo con la famiglia e gli amici e meno probabile impegnarsi nelle relazioni romantiche, che diventano più comuni durante l'adolescenza.„

Un problema sanitario attuale di salute mentale era presente in circa 33 per cento dei defunti nel campione di studio. Fra questo gruppo, una diagnosi ADD o ADHD era più comune in bambini che sono morto dal suicidio confrontato ai defunti adolescenti in anticipo, che erano più probabili essere influenzati dalla depressione o dal dysthymia.

Il Dott. Sheftall ed i suoi colleghi ha usato il sistema di segnalazione nazionale di morte violenta (NVDRS) ed ha analizzato le morti di suicidio dal 2003 al 2012 in 17 stati differenti, segregante li dal gruppo d'età. Il database di NVDRS è unico nella sua inclusione di informazioni dalle sorgenti multiple compreso gli esaminatori medici ed i rapporti di applicazione di legge. Ciò permette che le informazioni più approfondite siano riunite riguardo ai fattori personali, familiari e sociali che circondano una morte del bambino.

“Egualmente abbiamo trovato che 29 per cento dei bambini e degli adolescenti in anticipo hanno rivelato la loro intenzione per il suicidio a qualcuno prima della loro morte,„ diciamo il Dott. Sheftall. “Il nostro studio evidenzia l'importanza dell'istruzione i pediatri, i fornitori di cure mediche primari, il personale del banco e delle famiglie su come riconoscere i segnali di pericolo del suicidio e che punti da catturare quando l'intenzione suicida è rivelata. Questi segnali di pericolo includono un bambino che rilascia le istruzione suicidi, che infelice per un periodo esteso, ritirantesi dagli amici o dalle attività di banco o che sempre più aggressivo o irritabile.„

La ricerca indica che l'uso del rischio di suicidio che scherma gli strumenti dai pediatri aumenta la rilevazione del rischio di suicidio nella gioventù 400 per cento senza sovraccaricare la cura clinica. Non solo i pediatri potenzialmente vedono i bambini a rischio in maniera regolare, l'individuazione tempestiva concede ai fornitori di cure mediche un'opportunità di avvisare i genitori dei rischi potenziali ed aumenta la probabilità di un bambino che riceve tempestivamente i servizi medico-sanitari di salute mentale.

“Sebbene il suicidio sia estremamente raro in bambini banco-vecchi elementari, i genitori dovrebbero essere informati che i bambini possono ed a volte pensano al suicidio,„ dice il ponte di Jeff, il PhD, Direttore del centro per la prevenzione di suicidio e la ricerca all'ospedale pediatrico nazionale e co-author dello studio. “È importante chiedere ai bambini direttamente riguardo al suicidio se c'è una preoccupazione della sicurezza. La ricerca ha confutato la nozione che chiedere ai bambini direttamente riguardo al suicidio avvierà il pensiero o il comportamento suicida. Non danneggia per chiedere. Infatti, chiedere notizie sul suicidio piombo per sperare per la gioventù a rischio.„

Il rapporto egualmente nota un aumento recente nelle tariffe di suicidio fra i bambini neri. Il suicidio dall'attaccatura, dallo strangolamento o dal soffocamento era più comune fra i defunti neri in entrambe le fasce d'età. La più ricerca è necessaria stabilire se i reticoli unici del rischio di suicidio esistano, di modo che gli sforzi di prevenzione hanno potuto comprendere le diverse strategie secondo il livello inerente allo sviluppo, la corsa o l'origine etnica dei bambini. Il gruppo di ricerca corrente sta studiando i migliori modi schermare i giovani per il rischio di suicidio nelle impostazioni di sanità e fare le raccomandazioni del trattamento tenere quel la gioventù identificata come essendo alla cassaforte di rischio.

Source:

Nationwide Children's Hospital