Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La rassegna completa conferma il dolcificante di NO--caloria non collegato a cancro

In una società in cui l'obesità sempre più è riconosciuta come fattore di rischio per la malattia, gli ingredienti di NO--caloria e bassi sono scelte logiche per quelli che desiderano gestire il loro peso.  Tuttavia, qualche gente ha preoccupazioni che il sucralosio, un dolcificante di NO--caloria, può essere collegato a cancro.  Un nuovo articolo pubblicato nella Nutrizione e nel Cancro: Un Giornale Internazionale può definitivo mettere quei timori per riposare; una rassegna completa degli studi che verificano la sicurezza e della carcinogenicità del sucralosio ha confermato che il dolcificante artificiale non causa il cancro ed è sicura da ingerire.

“Questo ultimo esame degli studi di sucralosio dovrebbe rassicurare coloro che sceglie il sucralosio e può essere particolarmente utile agli scienziati ed ai professionisti di sanità, che possono essere chiesti informazioni sulla sicurezza ipocalorica del dolcificante,„ dice l'autore principale dello studio, il Professor il Dott. Sir Colin Berry, il Professor Emeritus di Patologia all'Università di Londra.

Sir Bacca ed i suoi colleghi ricercatori ha effettuato un esame degli studi che valutano il potenziale di carcinogenicità di sucralosio e collocato loro nel contesto dei tipi di studi ha contato su dalle agenzie regolarici nazionali ed internazionali per fare le raccomandazioni sulla sicurezza di nuovi ingredienti di alimento.  Questi studi sono destinati per massimizzare la possibilità di rilevazione degli effetti contrari potenzialmente e come tale, i risultati avversi si pensano che accadano ad un certo punto.

A tal fine, molti degli studi osservano i risultati delle centinaia di dosaggi a migliaia di periodi maggiori di tutto il livello ragionevole di consumo.  Per esempio, gli studi esaminati comprendono le osservazioni su consumo di sucralosio nelle quantità equivalenti nella dolcezza a 74 - 495 libbre di zucchero al giorno per un adulto medio del peso (per esempio, 75 chilogrammi).

La Dose Giornaliera Ammessa (ADI) per il sucralosio, stabilita dall'Alimento Unito e dall'Organizzazione Agricola/dal Comitato Di Esperti Dell'Organizzazione mondiale della sanità per gli Additivi Alimentari, È 0 - 15 mg/kg del peso corporeo/giorno.  Negli studi esaminati, anche quando i livelli di esposizione erano parecchi ordini di grandezza maggiori della DGC raccomandata, il sucralosio non ha dimostrato l'attività cancerogena.

“Inquietudini sono suscitate di tanto in tanto su che componenti della nostra influenza di stile di vita le tariffe di cancro,„ continua Sir Berry.  “Fumare e la luce solare sono su tutte le nostre liste e l'obesità sta cominciando ad essere riconosciuta come fattore principale. Dolcificanti Così ipocalorici, che sono importanti a molti nella gestione del loro peso, necessità di essere esaminato con attenzione in termini di uso di vita.„

Sorgente: Taylor & Francis