Le Interruzioni al programma di ripristino dopo il colpo o il trauma cranico possono essere evitabili, rapporti di studio

I Pazienti nel ripristino del ricoverato dopo un colpo, un trauma cranico, o una lesione del midollo spinale hanno tariffe significative delle interruzioni del loro programma-spesso di ripristino compreso il trasferimento di nuovo all'ospedale per il trattamento delle complicazioni, dei rapporti uno studio nel Giornale Americano di Medicina Fisica & del Ripristino, la Gazzetta ufficiale dell'Associazione dei Fisiatri Accademici. Il giornale è pubblicato da Wolters Kluwer.

Ma almeno dieci per cento di questi interruzioni e trasferimenti sono potenzialmente evitabili, suggerendo le opportunità di migliorare i risultati pazienti mentre abbassano i costi di cura, secondo la nuova ricerca da Addie Middleton, PhD, DPT e colleghi della Filiale Medica dell'Università del Texas, Galveston.

Lo Studio Mostra “la Stanza per Miglioramento„ nella Cura di Ripristino per le Circostanze Neurologiche
I ricercatori hanno analizzato i dati di Assistenza Sanitaria Statale sui pazienti che subiscono il ripristino del ricoverato per una di tre circostanze neurologiche: circa 72.000 pazienti con il colpo, 7.100 con il trauma cranico traumatico e 660 con la lesione del midollo spinale (SCI). Tutti sono stati ammessi per riabilitare direttamente dall'ospedale.

L'analisi ha messo a fuoco su due tipi di emissioni che indicano che il programma di ripristino del paziente non è stato completato come previsto: interruzioni di programma, definite come essendo trasferendo ad un'altra funzione, poi di nuovo al centro di ripristino entro tre giorni; e trasferimenti di breve soggiorno, definiti come essendo trasferendo ad un ospedale o all'altra funzione prima della durata del soggiorno prevista al centro di ripristino. “Le interruzioni di Programma ed i trasferimenti di breve soggiorno sono risultati indesiderabili che possono urtare le spese pazienti di sanità e di ripristino,„ secondo gli autori.

I risultati hanno indicato che le interruzioni di programma si sono presentate in circa un per cento dei pazienti: 0,9 per cento di quelli con il colpo, 0,8 per cento con il trauma cranico e 1,4 per cento con lo SCI. In quasi tutti questi casi, il paziente è stato trasferito ad un ospedale acuto di cura, solitamente a causa di un certo tipo di complicazione.

i trasferimenti di Breve Soggiorno si sono presentati in circa 22 per cento dei pazienti con il colpo o il trauma cranico e quasi 32 per cento di quelli con lo SCI. Circa un terzo di questi pazienti egualmente è stato trasferito di nuovo agli ospedali di acuto-cura. (Altri sono stati trasferiti negli agli impianti di professione d'infermiera esperti.)

Sulla Base dell'esame, i ricercatori hanno classificato alcuni di questi eventi come “potenzialmente evitabili.„ Attraverso i gruppi, circa 11 - 12 per cento delle interruzioni di programma potrebbero essere evitabili. Dell'a breve termine trasferisce, circa 15 per cento erano potenzialmente evitabile nei pazienti con il colpo, dieci per cento con il trauma cranico e quattro per cento con lo SCI. Le cause Evitabili dei trasferimenti a breve termine hanno compreso i problemi come disidratazione, infarto, polmonite e le infezioni di apparato urinario.

Il ripristino del Ricoverato è un fuoco comune delle riforme di criterio che cercano di migliorare la qualità mentre diminuisce i costi della sanità. Il nuovo studio è uno del primo da mettere a fuoco sull'impatto delle interruzioni di programma e dei trasferimenti di breve soggiorno in pazienti con il colpo, il trauma cranico, o lo SCI.

I risultati indicano che “gli impianti di ripristino del Ricoverato stanno eseguendo bene nell'impedire le complicazioni,„ il Dott. Middleton e co-author scrivono. “Tuttavia,„ aggiungono, “poichè più di uno in dieci dei pazienti rehospitalized ha ritornato a cura acuta per uno stato potenzialmente evitabile, là sono ancora la stanza per miglioramento.„

I ricercatori ritengono che i rehospitalizations potenzialmente evitabili siano “un chiaro obiettivo„ affinchè gli sforzi migliorino la qualità di cura di ripristino. Gli studi Futuri possono identificare i fattori di rischio modificabili che potrebbero essere mirati a per gli sforzi preventivi. Il Dott. Middleton e colleghi conclude, “Diminuendo le tariffe delle interruzioni di programma ed i trasferimenti di breve soggiorno non miglioreranno appena le esperienze pazienti in cura, essi probabilmente egualmente tradurranno per abbassare la spesa di Assistenza Sanitaria Statale per beneficiario.„

Sorgente: Salubrità di Wolters Kluwer: Lippincott Williams e Wilkins