Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio identifica il valore prognostico delle mutazioni di CIC e di IDH per i pazienti del glioma del grado II/III

I ricercatori dell'oncologia di NRG hanno identificato due biomarcatori che sono previsione della sopravvivenza globale e senza progressione per i pazienti con i gliomi più di qualità inferiore. Questa analisi mutational combinata facendo uso degli esemplari da due test clinici dell'oncologia di NRG è il primo studio per esaminare gli effetti prognostici delle mutazioni presso IDH1/2, ATRX, il CIC, FUBP1 ed il promotore di TERT che utilizza l'analisi di più variabili rigorosa (MVA) in un gruppo combinato dei gliomi del grado II e del grado III con i dati clinici futuro-raccolti e ben-annotati. Questi risultati sono stati presentati alla società americana della riunione annuale dell'oncologia di radiazione (ASTRO) a Boston, Massachusetts, il 27 settembre 2016.

“Lo studio correlativo connesso con RTOG 9802 e RTOG 9813 rappresenta il primissimo per dimostrare il valore prognostico indipendente delle mutazioni di IDH in un gruppo combinato dei gliomi del grado II/III nel contesto degli studi clinici ben-annotati di fase III, quindi estendere i risultati di TCGA e precedente-ha riferito i singoli studi dell'istituzione. Nello studio presente, le mutazioni genetiche di IDH sono state trovate per essere utile prognostico indipendente dopo l'età, il trattamento, le dimensioni di resezione chirurgica, l'istologia e lo stato della prestazione è stato scomposto dentro. Gli orientamenti futuri comprendono l'indagine sul valore predittivo di IDH ed altri biomarcatori per guidare la selezione terapeutica specifica per i pazienti del glioma del grado II/III, che rimane altamente discutibile in questo contesto,„ dice Arnab Chakravarti, MD del centro del Cancro di Ohio State University e l'istituto di ricerca completo di Richard L. Solove e l'autore senior di RTOG 9802 e 9813.

L'analisi ha utilizzato un gruppo combinato dei due esemplari degli studi futuri di fase III (oncologia RTOG 9802 e 9813 di NRG) pazienti del glioma del grado III di 115 dai gradi II e 104 (n=104). I ricercatori hanno determinato lo stato di mutazione di IDH il immunohistochemistry e/o in profondità ordinando ed hanno usato un comitato su ordinazione del DNA di AmpliSeq dello ione per l'analisi di mutazione. L'ordinamento di Sanger è stato usato per individuare le mutazioni del promotore di TERT. Il metodo di Kaplan-Meier è stato usato per le analisi sulla sopravvivenza globale (OS) e sulla sopravvivenza senza progressione (PFS). I rapporti di rischio (HRs) sull'effetto dei biomarcatori sono stati calcolati facendo uso del modello proporzionale di rischio di Cox e sono stati provati facendo uso delle prove dell'registro-ordine e di Wald. MVAs era l'età, il trattamento, ambulatorio, l'istologia e stato d'incorporazione eseguiti della prestazione come covariates. L'indicatore dagli effetti di interazione del trattamento è stato provato facendo uso del gruppo combinato ad ogni indicatore facendo uso dell'analisi delle prove di devianza.

Le mutazioni sono state trovate all'interno di IDH1/2 in 65%, di ATRX in 34 per cento, del promotore di TERT in 32%, del CIC in 18 per cento e di FUBP1 in 6% di rispettivi casi analizzati. Nell'analisi monovariante, IDH1/2 mutazioni (OS: HR=0.38; p<0.001; PFS: HR=0.45; p<0.001) e CIC (OS: HR=0.48; p=0.04; PFS: HR=0.50; ) le mutazioni p=0.04 sono state associate significativamente con il migliore OS e PFS. Sopra MVA, le mutazioni IDH1/2 sono state associate significativamente con il migliore OS e PFS (OS: HR=0.50; p<0.001; PFS: HR=0.52; p<0.001), mentre mutazioni di CIC tese verso il migliore OS e PFS (OS: HR=0.47; p=0.073; PFS: HR=0.48; p=0.059). Questo studio definisce il valore prognostico delle mutazioni di IDH indipendenti dall'età, dal trattamento, dalla chirurgia, dall'istologia e dallo stato della prestazione, mentre però fornendo la prova del valore prognostico dell'indipendente di CIC dal grado/istologia. Le prove di questi indicatori da aiutare nella scelta del trattamento (indicatore dagli effetti di interazione di trattamento) non hanno raggiunto il significato statistico; tuttavia, gli sforzi per aumentare la dimensione del campione sono in corso.

Source:

NRG Oncology