Lo studio identifica il valore prognostico delle mutazioni di CIC e di IDH per i pazienti del glioma del grado II/III

I ricercatori dell'oncologia di NRG hanno identificato due biomarcatori che sono previsione della sopravvivenza globale e senza progressione per i pazienti con i gliomi più di qualità inferiore. Questa analisi mutational combinata facendo uso degli esemplari da due test clinici dell'oncologia di NRG è il primo studio per esaminare gli effetti prognostici delle mutazioni presso IDH1/2, ATRX, il CIC, FUBP1 ed il promotore di TERT che utilizza l'analisi di più variabili rigorosa (MVA) in un gruppo combinato dei gliomi del grado II e del grado III con i dati clinici futuro-raccolti e ben-annotati. Questi risultati sono stati presentati alla società americana della riunione annuale dell'oncologia di radiazione (ASTRO) a Boston, Massachusetts, il 27 settembre 2016.

“Lo studio correlativo connesso con RTOG 9802 e RTOG 9813 rappresenta il primissimo per dimostrare il valore prognostico indipendente delle mutazioni di IDH in un gruppo combinato dei gliomi del grado II/III nel contesto degli studi clinici ben-annotati di fase III, quindi estendere i risultati di TCGA e precedente-ha riferito i singoli studi dell'istituzione. Nello studio presente, le mutazioni genetiche di IDH sono state trovate per essere utile prognostico indipendente dopo l'età, il trattamento, le dimensioni di resezione chirurgica, l'istologia e lo stato della prestazione è stato scomposto dentro. Gli orientamenti futuri comprendono l'indagine sul valore predittivo di IDH ed altri biomarcatori per guidare la selezione terapeutica specifica per i pazienti del glioma del grado II/III, che rimane altamente discutibile in questo contesto,„ dice Arnab Chakravarti, MD del centro del Cancro di Ohio State University e l'istituto di ricerca completo di Richard L. Solove e l'autore senior di RTOG 9802 e 9813.

L'analisi ha utilizzato un gruppo combinato dei due esemplari degli studi futuri di fase III (oncologia RTOG 9802 e 9813 di NRG) pazienti del glioma del grado III di 115 dai gradi II e 104 (n=104). I ricercatori hanno determinato lo stato di mutazione di IDH il immunohistochemistry e/o in profondità ordinando ed hanno usato un comitato su ordinazione del DNA di AmpliSeq dello ione per l'analisi di mutazione. L'ordinamento di Sanger è stato usato per individuare le mutazioni del promotore di TERT. Il metodo di Kaplan-Meier è stato usato per le analisi sulla sopravvivenza globale (OS) e sulla sopravvivenza senza progressione (PFS). I rapporti di rischio (HRs) sull'effetto dei biomarcatori sono stati calcolati facendo uso del modello proporzionale di rischio di Cox e sono stati provati facendo uso delle prove dell'registro-ordine e di Wald. MVAs era l'età, il trattamento, ambulatorio, l'istologia e stato d'incorporazione eseguiti della prestazione come covariates. L'indicatore dagli effetti di interazione del trattamento è stato provato facendo uso del gruppo combinato ad ogni indicatore facendo uso dell'analisi delle prove di devianza.

Le mutazioni sono state trovate all'interno di IDH1/2 in 65%, di ATRX in 34 per cento, del promotore di TERT in 32%, del CIC in 18 per cento e di FUBP1 in 6% di rispettivi casi analizzati. Nell'analisi monovariante, IDH1/2 mutazioni (OS: HR=0.38; p<0.001; PFS: HR=0.45; p<0.001) e CIC (OS: HR=0.48; p=0.04; PFS: HR=0.50; ) le mutazioni p=0.04 sono state associate significativamente con il migliore OS e PFS. Sopra MVA, le mutazioni IDH1/2 sono state associate significativamente con il migliore OS e PFS (OS: HR=0.50; p<0.001; PFS: HR=0.52; p<0.001), mentre mutazioni di CIC tese verso il migliore OS e PFS (OS: HR=0.47; p=0.073; PFS: HR=0.48; p=0.059). Questo studio definisce il valore prognostico delle mutazioni di IDH indipendenti dall'età, dal trattamento, dalla chirurgia, dall'istologia e dallo stato della prestazione, mentre però fornendo la prova del valore prognostico dell'indipendente di CIC dal grado/istologia. Le prove di questi indicatori da aiutare nella scelta del trattamento (indicatore dagli effetti di interazione di trattamento) non hanno raggiunto il significato statistico; tuttavia, gli sforzi per aumentare la dimensione del campione sono in corso.

Source:

NRG Oncology