I ricercatori trovano l'attività di cervello alterata nelle regioni specifiche del cervello di pazienti con insonnia

Le regioni specifiche del cervello, compreso quelle in questione nella consapevolezza dell'auto e della tendenza ruminare, mostrare hanno alterato l'attività in pazienti con insonnia una volta confrontate alle buone traversine, secondo un nuovo studio dai ricercatori all'università di scuola di medicina di Pittsburgh hanno pubblicato questa settimana nel SONNO del giornale.

In che cosa sono il più grande studio sul suo genere su insonnia, un gruppo di ricerca piombo da Daniel Buysse M.D., professore della psichiatria e della scienza clinica e di traduzione ed il professore di UPMC della medicina di sonno, dell'università di scuola di medicina di Pittsburgh, delle differenze identificate nell'attività di cervello fra gli stati di sonno e della veglia in 44 pazienti diagnosticati con insonnia e 40 buone traversine.

“Mentre i pazienti con insonnia fanno spesso i loro banalizzare sintomi dagli amici, dalle famiglie e perfino dai medici, i risultati in questo studio aggiungono la prova ben fondata alla visualizzazione emergente che l'insonnia è un termine con le cause neurobiologiche come pure psicologiche,„ hanno detto il Dott. Buysse, che è l'autore senior sullo studio. Lo studio egualmente indica che l'attività di cervello durante il sonno è più sfumata di precedentemente ha pensato, con differenti regioni del cervello che sperimentano variando “le profondità„ di sonno.

I risultati possono contribuire a migliorare i trattamenti correnti per insonnia quale stimolo magnetico transcranial ed aumentano la comprensione di perché i trattamenti quale la meditazione di consapevolezza sono efficaci in alcuni pazienti.

I ricercatori hanno usato le scansioni (PET) di tomografia a emissione di positroni durante cui i partecipanti sono stati iniettati con una soluzione di molecole del glucosio etichettate con “un elemento tracciante.„ Le regioni del cervello con più alta attività hanno preso una quantità elevata proporzionalmente del glucosio radioattivo etichettato ed erano più metabolicamente attivo sulle scansioni dell'ANIMALE DOMESTICO.

I dati dalle scansioni hanno rivelato le differenze relative di attività nelle regioni specifiche del cervello fra gli stati di sonno e la veglia in pazienti con insonnia ed in buone traversine. Le differenze possono essere attribuite o ad attività in diminuzione durante la veglia o l'attività intensificata durante il sonno, i ricercatori riferisce.

La disfunzione nelle regioni del cervello identificate nello studio può correlare ai sintomi specifici in pazienti con insonnia, compreso i danni nell'autoconsapevolezza e nell'umore, i deficit di memoria e la ruminazione, secondo gli autori.

Comunque la progettazione di studio non ha permesso che gli autori discernessero se i cambiamenti di attività di cervello fossero la causa o la conseguenza di insonnia, i risultati indica che il sonno non fosse costante attraverso le parti differenti del cervello, contraddicenti la visualizzazione prevalente che l'intero cervello è "ON" mentre sveglio e "OFF" mentre addormentato. Lo studio egualmente raffina i risultati da uno studio più iniziale e simile dai ricercatori all'università di istituto della medicina di sonno di Pittsburgh che ha avuta meno partecipanti.

Source:

University of Pittsburgh Medical Center (UPMC)