Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Quantità di misure di studio di dolcificanti artificiali nella circolazione sanguigna degli adulti e dei capretti

Uno studio recente dai ricercatori all'istituto nazionale del diabete, un digestivo e dalle malattie renali agli istituti della sanità nazionali hanno misurato quanto dolcificante artificiale è assorbito nella circolazione sanguigna dai bambini e dagli adulti dopo avere bevuto una latta della soda di dieta. I risultati di questo studio sono pubblicati in chimica tossicologica & ambientale.

Il gruppo ha misurato il sucralosio e il acesulfame-potassio dei dolcificanti artificiali, che sono trovati in una vasta gamma di alimenti e di bevande imballati. Questi dolcificanti artificiali, anche compreso saccarina ed aspartame, hanno ricevuto ultimamente molta attenzione perché è stato trovato che non sono prodotti chimici inerti con un gusto dolce, ma sostanze attive che possono pregiudicare il metabolismo.

Malgrado la loro approvazione come additivi alimentari che seguono l'osservazione dei dati dettagliati della sicurezza negli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA), le preoccupazioni circa la loro sicurezza e particolarmente circa i loro effetti sulla salute a lungo termine rimangono. L'uso del dolcificante artificiale sta aumentando universalmente perché è universalmente accettato che l'alto consumo dello zucchero promuove vari problemi sanitari, compreso l'obesità ed il diabete. L'industria alimentare risponde alla domanda dei consumatori e sempre più sostituisce lo zucchero con i dolcificanti artificiali per fornire alle merci saporite il contenuto più a bassa percentuale di zucchero. La maggior parte dei consumatori prevedono che la perdita di peso derivi dalla commutazione ai dolcificanti artificiali (perché non contengono o meno calorie), ma l'opposto può accadere paradossalmente.

Dato questo contesto, gli autori hanno svolto uno studio per estendere le ricerche precedenti sulle concentrazioni nel plasma del sucralosio e del acesulfame-potassio. Le concentrazioni nel dolcificante artificiale sono state misurate fra gli adulti dopo ingestione di varie dosi del sucralosio con o senza acesulfame-potassio, sia nella soda di dieta che misto in seltzer o acqua normale. I risultati ottenuti in adulti poi sono stati paragonati alle misure ottenute in bambini.

Lo studio ha compreso 22 adulti invecchiati 18-45 e 11 bambino ha invecchiato 6-12 senza le condizioni mediche conosciute e chi non stavano usando alcuni farmaci, iscritti ad uno studio ripartito con scelta casuale dell'incrocio dell'stesso-oggetto. Il protocollo è stato approvato dal comitato d'esame istituzionale dell'istituto nazionale del diabete e digestivo e delle malattie renali (NIDDK).

I risultati dello studio dimostrano che, confrontato agli adulti, i bambini hanno avuti doppio le concentrazioni di sucralosio del plasma dopo che l'ingestione di singola dodici once può essere a dieta la soda. Lo stesso gruppo di ricerca precedentemente ha trovato che questi dolcificanti artificiali erano egualmente presenti in latte materno quando le madri hanno ingerito gli alimenti, le bevande, le medicine o altri prodotti che hanno contenuto i dolcificanti artificiali.  Poiché gli infanti hanno meno capacità di annullare le sostanze dal loro sangue scorrono via i reni (grado di filtrazione glomerulare più basso fino all'età 2 anni), gli autori speculano che i livelli elevati di sangue del dolcificante artificiale degli infanti possono essere proporzionalmente ancora.

Questi risultati sono importanti perché l'esposizione iniziale di vita ai dolcificanti artificiali può influenzare le preferenze future del gusto di un bambino, la dieta ed il destino metabolico. Poiché è conosciuto che i bambini preferiscono generalmente la più dolcezza che gli adulti, sono particolarmente vulnerabili alla dolcezza intensa fornita dai dolcificanti artificiali.

I risultati di questo studio egualmente evidenziano il fatto che qualche gente assorbe relativamente le piccole quantità di dolcificanti artificiali e di alcune quantità elevate esorbitante. In generale, questo studio aiuterà altri con la progettazione e l'interpretazione della ricerca futura cruciale a capire meglio che cosa i dolcificanti artificiali fanno alla nostra salubrità.

Source:

Taylor & Francis