Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I Ricercatori trovano due nuovi fattori di rischio genetici per l'ANNUNCIO fra gli Afroamericani

I Ricercatori hanno identificato due nuovi fattori di rischio genetici per il Morbo di Alzheimer (AD) fra gli Afroamericani.

I risultati, che compaiono online nel giornale il Alzheimer e nella Demenza, possono piombo allo sviluppo di nuove terapie specificamente che mirano a quei geni.

Malgrado il fatto che l'ANNUNCIO sia più comune in Afroamericani che i Caucasians, il profilo di rischio genetico dell'ANNUNCIO per gli Afroamericani è più capito male. Mentre più di 20 geni sono stati identificati come fattori di rischio per l'ANNUNCIO in Caucasians, più poco di cinque sono stati identificati per gli Afroamericani.

Nel 2013, uno studio genoma di ampiezza di associazione dell'ANNUNCIO in più di 5.500 Afroamericani ha identificato due fattori di rischio genetici per l'ANNUNCIO. Questo studio ha esaminato le varianti genetiche attraverso l'intero genoma degli oggetti ed ha confrontato la loro frequenza nei casi contro i comandi. I Ricercatori dalla Scuola di Medicina di Boston University (BUSM) hanno usato questi medesimi argomenti, ma hanno aggiunto le informazioni supplementari di rischio dell'ANNUNCIO (stato di fumo, stato del diabete, formazione livellati) alla loro modellistica statistica per aumentare la portata dello studio. In tal modo potevano identificare due nuovi geni (COBL e SLC10A2) connessi con il rischio di ANNUNCIO in Afroamericani.

“Non Ci sono corrente farmaci per l'ANNUNCIO che lento o fermi la progressione della malattia. I Geni che aumentano il rischio per l'ANNUNCIO sono obiettivi potenziali per le nuove terapie farmacologiche dimodificazione dell'ANNUNCIO. Il Nostro studio identifica due potenzialmente obiettivi “drugable„,„ spiega Jesse Mez autore, MD, MS, assistente universitario della neurologia a BUSM e direttore associato corrispondente del Morbo di Alzheimer di Boston University & della Memoria Clinica Concentrare di CTE.

Secondo i ricercatori la metodologia che hanno impiegato per questo studio li ha permessi di fare una scoperta importante senza investire più moneta genotyping o in più sforzo per reclutare i volontari. Credono che una simile metodologia potrebbe essere usata affinchè molte altre malattie faccia le nuove scoperte genetiche senza nuovi grandi investimenti.

“Malgrado il fatto che il Morbo di Alzheimer sia più comune in Afroamericani che i Caucasians, capiamo di meno circa i geni che influenzano il rischio di Alzheimer in Afroamericani. La Nostra speranza è che questo studio comincia ad eliminare quella disparità e che infine questi geni recentemente identificati si trasformano in in obiettivi per lo sviluppo della droga del Morbo di Alzheimer,„ Mez aggiunto.

Sorgente: Centro Medico di Boston University