Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il Kilimanjaro rampicante per ricercare privazione dell'ossigeno

insights from industryMarek BartulaResearch Scientist,
Philips

Un'intervista con Marek Bartula ha condotto da ora ad aprile Cashin-Garbutt, il mA (Cantab)

Potete fare prego una generalità della vostra spedizione al Kilimanjaro? Che cosa erano gli obiettivi principali della ricerca?

Questa spedizione era una parte della nostra collaborazione clinica con la clinica di Mayo. In breve, questo studio particolare ha messo a fuoco sull'effetto di altitudine e sull'invecchiamento sul cuore e sulla funzione polmonare.

Eravamo un gruppo di 27 ricercatori e volontari che variano nell'età dal mid-20s al mid-60s. Abbiamo passare il 11 giorno che scala Kilimanjaro. Durante quella salita, abbiamo subito una serie di prove e di video fisiologico. Era un tempo fisicamente gravoso perché abbiamo camminato oltre 90 chilometri in terreno a volte duro e montagnoso.

Il gruppo è stato composto di persone in buona salute, ma le persone in buona salute che sono esposte alle più alte altitudini avvertono spesso questa da disfunzione indotta da ipossia del cuore e dei polmoni che somiglia molto attentamente ad alcune mutazioni patologiche che egualmente osserviamo in pazienti con infarto, COPD, ipertensione polmonare o persino apnea nel sonno.

Il nostro scopo era di sviluppare i metodi di valutazione e le terapie innovatori del trattamento che potrebbero essere utilizzati in quei pazienti.

La ragione per la quale egualmente esaminiamo la correlazione con l'età è che quei cambiamenti intensificano solitamente fisicamente con l'età, in modo da più vecchia la persona, sono più severamente commovente.

Tende di Kilimanjaro

Come i vostri organismi hanno risposto ai rigori di elevata altitudine?

Guardando attraverso l'intero gruppo, la maggior parte della gente ha ritenuto ai gradi differenti, un certo ordinamento della malattia di elevata altitudine. Personalmente, ero abbastanza fortunato avere molto pochi effetti secondari, ma con il progresso all'più alta altitudine e particolarmente sulla base della sommità, ho ritenuto leggermente stordito o vertiginoso.

Anche prima quello, tutta l'attività fisica intensa, compreso alcuni degli esercizi che abbiamo fatto come componente della prova, piombo ad una dispnea e ad una fatica aumentata più velocemente di al livello del mare. Non ho sofferto dai problemi di sonno, sebbene questo fosse uno dei reclami comuni.

Ci sono alcuni lati positivi a quegli effetti. dovuto la risposta alla saturazione più bassa di ossigeno, i nostri organismi provano a creare un'più alta capacità del trasporto producendo più globuli rossi. Dopo la discesa, ho avuto più alta concentrazione nell'emoglobina di 25% che prima della salita. Egualmente ho perso un certo peso, che ancora spero ero non solo dovuto lo spreco previsto del muscolo.

Campo di Kilimanjaro

È la mancanza di ossigeno alle elevate altitudini un buon mimo per la privazione dell'ossigeno durante l'evento cardiaco?

Sì. Ha molte analogie alle popolazioni cliniche. Per esempio, i pazienti dell'infarto svilupperanno spesso i cambiamenti sistematici che rispecchiano quei che possiamo osservare in adulti in buona salute che stanno ottenendo hypoxic.

Il più alta pressione sanguigna nei polmoni sarebbe accompagnata spesso da congestione polmonare o dall'edema. Ci sono aumenti nei ritmi respiratori, che spesso egualmente piombo all'iperventilazione ed a loro che respirano troppo. I reticoli respiranti ottengono disordinato entrambi durante il giorno come pure la notte ed essi possono perdere il peso, che è egualmente un problema comune connesso con l'esposizione di elevata altitudine.

Le che tecnologie avete usato per riflettere come l'organismo si adatta a mancanza di ossigeno?

Abbiamo utilizzato i lotti delle unità di misura. Abbiamo avuti il xMATRIX e il Lumify portatili dei sistemi CX50 di ultrasuono di Philips, che abbiamo usato per il video dell'edema di funzione e del polmone del cuore.

Abbiamo usato la spirometria per la funzione polmonare, la capacità ed i volumi. Abbiamo avuti ossimetri di impulso. Abbiamo compreso le unità di prova di sonno, che era Philips Alice NightOne, che registra lo sforzo respiratorio, la corrente d'aria nasale, l'ossigenazione di sangue e la frequenza del polso.

Egualmente abbiamo fatto alcune misure con la nostra macchina fotografica delle funzioni vitali per l'estrazione della frequenza cardiaca prima e dopo l'esercizio.

Anche avevo catturato con me, nel caso in cui, un VEA di Philips HeartStart.

Il Kilimanjaro Philips

Che bugne pensate i dati da queste tecnologie ci darete quanto a come la diagnosi ed il trattamento per gli eventi cardiaci possono essere migliorati?

È troppo in anticipo per entrare in molto dettaglio perché non abbiamo avuti la probabilità analizzare tutti i dati che sono stati raccolti, ma speriamo che forniscano la nuova comprensione ed approfondiscano la nostra comprensione dei problemi che sono causati da ipossia e dai meccanismi che, nel caso dello studio, un organismo sano spiega per compensare la mancanza di ossigeno.

Poi possiamo capire meglio quei trattamenti nel paziente reale. Anche potrebbe piombo ad altri modi dell'induzione dei questi meccanismi per aiutare quei pazienti. Egualmente speriamo più ulteriormente di capire l'influenza dell'esercizio fisico sulla funzione vascolare.

In che modi pensate i vostri risultati contribuirete a sviluppare le tecnologie che si muovono in avanti?

Alcune unità quali i sistemi di ultrasuono sono state utilizzate in un ambiente molto esigente, uno scenario che i sistemi soprattutto non sono intesi per. Abbiamo riunito una certa prova che supporta l'uso di quei commputer portatili dell'ecocardiografia valutare la severità del mal di montagna. Poi, abbiamo studiato le disfunzioni cardiopolmonari che vengono con.

Clinica del Kilimanjaro Philips Mayo

Che cosa pensate le tenute future per la prevenzione delle emissioni cardiache?

Penso, generalmente il fuoco sono ora su uno stile di vita sano, su una nutrizione e su un esercizio fisico per impedire i cambiamenti connessi con uno sviluppo cardiaco o polmonare avverso di circostanza. Dove la patologia è chiara, più disponibilità delle soluzioni di video o della selezione permetterà all'individuazione tempestiva ed all'inizio del trattamento, che dovrebbe aumentare la probabilità di un risultato positivo.

C'è ancora abbondanza di lavoro davanti noi in termini di analizzare i dati e prevediamo i risultati interessanti nell'immediato futuro, nei prossimi mesi. Egualmente evidenzieremo le pubblicazioni dei risultati di studio.

Speriamo che questa spedizione realmente piombo ad un miglioramento nel trattamento clinico perché era una grande esperienza dal punto di vista della ricerca che è stata effettuata ed il lavoro che abbiamo compiuto.

Dove possono i lettori trovare più informazioni?

Stiamo mirando ad alcuni degli estratti ad essere disponibili tempo in alcuni mesi'.

Circa Marek Bartula

Marek BartulaMarek Bartula ha ricevuto la sua laurea di M.Sc nell'ingegneria elettrica dall'università tecnologica di Wroclaw nel 2005, specializzandosi nell'elaborazione numerica dei segnali. Ha unito la ricerca di Philips nell'area di video trattamento/analisi, della percezione visiva e del dispositivo ottico del computer.

Ha lavorato con altri partner dell'industria sui sistemi di videoconferenza, visualizzazioni e videosorveglianze, sviluppanti e trasferenti le tecnologie avanzate.

Marek co-ha aperto la strada a Philips al video basato a macchina dell'innovazione delle funzioni vitali, compreso respirazione, la frequenza cardiaca e l'ossigenazione di sangue.

È stato sempre più implicato negli aspetti clinici attraverso le geografie differenti e le varie applicazioni nelle aree della neonatologia, medicina e la rianimazione di emergenza, l'acutezza bassa e telemonitoring. Marek egualmente continua a guidare collaborazione clinica della ricerca di Philips' con la clinica di Mayo.

April Cashin-Garbutt

Written by

April Cashin-Garbutt

April graduated with a first-class honours degree in Natural Sciences from Pembroke College, University of Cambridge. During her time as Editor-in-Chief, News-Medical (2012-2017), she kickstarted the content production process and helped to grow the website readership to over 60 million visitors per year. Through interviewing global thought leaders in medicine and life sciences, including Nobel laureates, April developed a passion for neuroscience and now works at the Sainsbury Wellcome Centre for Neural Circuits and Behaviour, located within UCL.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cashin-Garbutt, April. (2018, August 23). Il Kilimanjaro rampicante per ricercare privazione dell'ossigeno. News-Medical. Retrieved on September 28, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20161027/Climbing-Mount-Kilimanjaro-to-research-oxygen-deprivation.aspx.

  • MLA

    Cashin-Garbutt, April. "Il Kilimanjaro rampicante per ricercare privazione dell'ossigeno". News-Medical. 28 September 2020. <https://www.news-medical.net/news/20161027/Climbing-Mount-Kilimanjaro-to-research-oxygen-deprivation.aspx>.

  • Chicago

    Cashin-Garbutt, April. "Il Kilimanjaro rampicante per ricercare privazione dell'ossigeno". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20161027/Climbing-Mount-Kilimanjaro-to-research-oxygen-deprivation.aspx. (accessed September 28, 2020).

  • Harvard

    Cashin-Garbutt, April. 2018. Il Kilimanjaro rampicante per ricercare privazione dell'ossigeno. News-Medical, viewed 28 September 2020, https://www.news-medical.net/news/20161027/Climbing-Mount-Kilimanjaro-to-research-oxygen-deprivation.aspx.