Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'esame offre il nuovo modo di esame spontaneo contro il pensiero controllato

Durante l'inattività, alcuni di noi fantasticano mentre altri potrebbero mettere a fuoco su una lista di da fare, o rimangono incastrati in un ciclo negativo. La psicologia ha definito tradizionalmente tutti questi reticoli di pensiero come variazioni “di mente-vagabondaggio.„

Ma un esame degli studi della rappresentazione di cervello piombo dai ricercatori a Uc Berkeley e l'università di British Columbia offre un nuovo modo di esame spontanea contro il pensiero controllato, provocatorio la massima che una mente errante è una mente infelice.

Suggerisce che quella consapevolezza aumentata di come i nostri pensieri si muovono quando i nostri cervelli sono a riposo potrebbe piombo per migliorare le diagnosi ed i trattamenti mirati a per tali malattie mentali come il disordine dell'iperattività di deficit della depressione, di ansia e di attenzione (ADHD).

“È importante da conoscere non solo la differenza fra il mente-vagabondaggio libero ed i pensieri appiccicosi e ossessivi, ma anche da capire, in questo quadro, come questi tipi di lavori di pensiero insieme,„ ha detto il co-author Zachary Irving di esame, uno studioso postdottorale a Uc Berkeley.

Irving ed i colleghi autori dell'esame qualitativo, pubblicati nell'emissione di novembre della natura esamina la neuroscienza, esaminata tre modi diversi in cui la gente pensa quando direttamente non sono impegnate nelle mansioni: pensiero spontaneo, pensiero meditativo e pensiero scopo-diretto.

“Proponiamo che mente-vagare non sia un capriccio dispari della mente,„ abbiamo detto l'autore principale Kalina Christoff, un professore dell'esame della psicologia all'università di British Columbia. “Piuttosto, è qualcosa che la mente fa quando prendpartee ad un modo spontaneo. Senza questo modo spontaneo, non potremmo fare le cose come il sogno o pensa creativamente.„

Irving, che ha ADHD, ha detto che ci sono parti superiori ai disturbi mentali stigmatizzati.

“Ognuno mente ha un riflusso e un flusso naturali di pensiero, ma la nostra struttura reconceptualizes i disordini come ADHD, depressione ed ansia come estensioni di quella variazione normale nel pensiero,„ ha detto Irving. “Questa struttura suggerisce, in un certo senso, che tutti abbiamo qualcuno con ansia e ADHD nelle nostre menti. La mente ansiosa ci aiuta a mettere a fuoco su che cosa è personalmente importante; la mente di ADHD permette che noi pensiamo liberamente e creativamente.„

Irving ed i colleghi ricercatori hanno esaminato quasi 200 studi della neuroscienza, tantissimi che hanno usato l'imaging a risonanza magnetica funzionale (fMRI) per scandire i cervelli durante le attività di riposo.

Hanno trovato che le interazioni fra le reti neurali su grande scala hanno offerto le comprensioni in come la mente di riposo si muove. Per esempio, il loro esame degli studi della cervello-rappresentazione ha trovato che quando il cervello è stato messo a fuoco su un compito attuale, la sua rete “esecutiva„ prefrontale, che governa la progettazione e controllo di impulso, tra altre funzioni, costringe l'altra attività di cervello.

Una volta attaccata in un ciclo negativo, quale la ruminazione ansiosa, la rete “della sporgenza„ del cervello, che elabora le emozioni, ha catturato il controllo, chiudente la maggior parte delle altre reti. Secondo le aspettative, il pensiero spontaneo, come fantasticare, sognando durante il sonno e gli altri moduli dell'associazione libera, è stato collegato a ben più di poca attività nelle reti neurali responsabili del pensiero controllato, permettendo che l'immaginazione scorra liberamente.

In generale, i ricercatori suppongono che le transizioni di riposo di mente naturalmente fra pensiero spontaneo e costretto.

“Diciamovi stanno camminando alla drogheria,„ Irving ha detto. “Inizialmente, la vostra mente vaga ad una pletora di idee: la vostra nuova camicia, uno scherzo che avete sentito oggi, uno scatto imminente dello sci al lago Tahoe. Poi i vostri pensieri sono costretti automaticamente quando cominciate preoccuparti per un limite incombente del lavoro che deve essere rispettato prima dello scatto di Tahoe. Poi rend contoere che le vostre preoccupazioni stanno rendendovi misero, in modo da costringete deliberatamente i vostri pensieri, forzanti la vostra mente di nuovo all'acquisto di drogheria.„

, Irving ha detto, il campo della psicologia si è avvicinato storicamente esclusivamente ai disturbi mentali, come se ciascuno fosse in un vuoto piuttosto che essendo collegando.

“I clinici hanno studiato la ruminazione compulsiva in isolamento e ADHD in isolamento, ma ora c'è un interesse enorme in come possiamo assicurarci che la letteratura della neuroscienza e della psicologia sia stata allineata molto attentamente che cosa sta accadendo in nostre teste,„ a Irving abbia detto.

Source:

University of California - Berkeley