Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di UGA trovano il nuovo modo migliorare la potenza di Cancro-uccisione della chemioterapia

L'università di ricercatori della Georgia ha trovato un modo migliorare le potenze dell'Cancro-uccisione della chemioterapia, portanti a scienza un punto più vicino ad un trattamento del cancro più completo.

Lo scopo finale della chemioterapia è di distruggere il cancro di una persona, ma un tipo comune del trattamento conosciuto come la chemioterapia del antimicrotubule ha la tendenza a lasciare le cellule tumorali franare da parte a parte al tempo esatto che ha supposto per ucciderli--durante la fase della divisione cellulare conosciuta come la mitosi.

Queste celle di divisione vanno con un trattamento conosciuto come slittamento mitotico. È qui che i ricercatori di UGA hanno mirato ai loro studi--nella comprensione come lo slittamento mitotico accade e come impedirlo. Secondo lo studio 24 ottobre pubblicato nel giornale di biologia cellulare, hanno trovato una combinazione della droga che ha causato la morte mitotica delle cellule di 100 per cento, migliorante quindi significativamente il risparmio di temi di uccisione della chemioterapia del antimicrotubule drogano.

La combinazione della droga hanno scoperto che “potrebbe rivoluzionare la chemioterapia drammaticamente migliorando una delle classi principali di droghe della chemioterapia,„ ha detto l'autore senior dello studio, Edward Kipreos, un professore nell'istituto universitario di Franklin del dipartimento di scienze e di arti di biologia cellulare.

Per ottenere che a quel trattamento, in primo luogo hanno scoperto la causa di slittamento mitotico: l'atto della proteina CRL2-ZYG11 complesso. L'inattivazione del questo complesso della proteina può migliorare significativamente la capacità della chemioterapia del antimicrotubule di uccidere le celle mitotiche.

Combinandosi il antimicrotubule convenzionale droga con una nuova droga chiamata MLN4924 che mira a tutti i complessi di CRL, i ricercatori poteva raggiungere la morte mitotica completa delle cellule durante la prova. MLN4924 ha subito i test clinici di fase I, significanti che MLN4924 è stato valutato per la sua sicurezza, per determinare un intervallo sicuro di dosaggio e per identificare gli effetti secondari.

“Poiché il cancro risulta dalla divisione non regolata delle celle, segue che se una droga della chemioterapia potesse uccidere tutte le celle di divisione, avrebbe potuto efficacemente da trattare tutti i cancri,„ Kipreos ha detto.

Il documento mette a fuoco sulle nuove comprensioni nel regolamento della mitosi, soprattutto sull'inattivazione del cyclin B1-CDK1, un complesso degli enzimi che è essenziale per la mitosi. Poiché l'attività di cyclin B1-CDK1 promuove il programma mitotico, il cyclin B1 deve essere degradato durante la mitosi per permettere che le celle escano la mitosi. Precedentemente, la comprensione era che il cyclin B1 è mirato a solamente per degradazione tramite l'atto della anafase-promozione complessa/cyclosome, o APC/C, ligasi di ubiquitin.

I ricercatori hanno identificato un secondo complesso della ligasi di ubiquitin, CRL2-ZYG11, quel egualmente mira al cyclin B1 per degradazione. Lo studio indica che questa via è conservata sia in esseri umani che nei piccoli elegans di Caenorhabditis dell'ascaride. In cellule umane, inattivare CRL2-ZYG11 non ha un grande effetto sul passaggio delle cellule attraverso la mitosi, perché APC/C può trattare la degradazione del cyclin B1. Tuttavia, quando APC/C è inattivato o il cyclin B1 overexpressed, CRL2-ZYG11 diventa critico da permettere che le celle escano la mitosi.

Le droghe di Antimicrotubule usate per la chemioterapia funzionano impedendo la formazione del fuso, che inibisce APC/C, quindi bloccante la capacità di APC/C di degradare il cyclin B1 ed inducente le celle ad arrestare nella mitosi. Molte delle celle mitotiche arrestate muoiono. Tuttavia, perché CRL2-ZYG11 può ancora degradare il cyclin B1, una frazione sostanziale di celle arrestate possono uscire la mitosi via slittamento mitotico.

“Un altro aspetto negativo di slittamento mitotico è che lascia due volte le celle con la quantità di DNA, rendente le celle normali più suscettibili del diventare cancerogeno,„ Kipreos ha detto. “Se MLN4924 congiuntamente alle droghe della chemioterapia del antimicrotubule è efficace nella gente come è in vitro--senza effetti secondari significativi--poi potrebbe essere usato per trattare una vasta gamma di cancri, uccidendo tutte le celle di divisione.„

Source:

University of Georgia