Due antibiotici ampiamente prescritti possono combattere diversamente i batteri che precedentemente hanno pensato

Due antibiotici ampiamente prescritti -- cloramfenicolo e linezolid -- può combattere i batteri in modo diverso da che scienziati e cura il pensiero per anni, l'università dell'Illinois ai ricercatori di Chicago ha trovato. Invece di indiscriminante fermata della sintesi delle proteine, le droghe hanno messo i freni sul macchinario di sintesi delle proteine soltanto alle posizioni specifiche nel gene.

I ribosomi sono fra le componenti più complesse nella cella, responsabile della zangolatura fuori di tutte le proteine esigenze delle cellule della sopravvivenza. In batteri, i ribosomi sono l'obiettivo di molti antibiotici importanti.

Il gruppo di Alexander Mankin e di Nora Vazquez-Laslop ha condotto la ricerca approfondita sul ribosoma e sugli antibiotici. Nel loro ultimo studio, pubblicato negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze, hanno trovato che mentre il cloramfenicolo e il linezolid attaccano il centro catalitico del ribosoma, fermano la sintesi delle proteine soltanto ai controlli specifici.

“Molti antibiotici interferiscono con la crescita dei batteri patogeni inibendo la sintesi delle proteine,„ dice Mankin, Direttore del centro di UIC per le scienze biomolecolari e professore di chimica e di farmacognosia medicinali. “Questo è fatto mirando al centro catalitico del ribosoma batterico, in cui le proteine stanno facende. È presupposto comunemente che queste droghe siano inibitori universali di sintesi delle proteine e dovrebbero bloccare prontamente la formazione di ogni legame peptidico.„

“Ma -- abbiamo indicato che questo non è necessariamente il caso,„ abbiamo detto Vazquez-Laslop, professore associato della ricerca di chimica e di farmacognosia medicinali.

Un prodotto naturale, cloramfenicolo è uno di più vecchi antibiotici sul servizio. Per le decadi è stato utile per molte infezioni batteriche, compreso la meningite, la peste, il colera e la febbre tifoide.

Linezolid, una droga sintetica, è un più nuovo antibiotico usato per trattare le infezioni serie -- streptococchi e staphylococcus aureus meticillina-resistente (MRSA), tra l'altro -- causato dai batteri gram-positivi che sono resistenti ad altri antibiotici. La ricerca precedente di Mankin ha stabilito il sito di atto ed il meccanismo della resistenza a linezolid.

Mentre gli antibiotici sono molto differenti, essi ogni legatura al centro catalitico del ribosoma, in cui si sono pensati che inibiscano la formazione di tutto il legame peptidico che include le componenti della catena della proteina in un biopolimero lungo. In enzimi semplici, un inibitore che invade il centro catalitico ferma semplicemente l'enzima dal fare il suo processo. Ciò, Mankin ha detto, era stata che cosa gli scienziati avevano ritenuto era egualmente vera per gli antibiotici che mirano al ribosoma.

“Contrario a questa visualizzazione, all'attività di cloramfenicolo e al linezolid dipende criticamente dalla natura degli amminoacidi specifici della catena nascente portata dal ribosoma e dall'identità dell'amminoacido seguente da connettere ad una proteina crescente,„ Vazquez-Laslop ha detto. “Questi risultati indicano che la proteina nascente modula i beni del centro catalitico ribosomiale e pregiudica l'associazione dei sui leganti, compreso gli antibiotici.„

La combinazione la genomica e della biochimica ha permesso che i ricercatori di UIC capissero meglio come gli antibiotici funzionano.

“Se sapere questi inibitori funzionano, potete fare le migliori droghe e rendere loro i migliori strumenti per ricerca,„ ha detto Mankin. “Potete anche usarli più efficientemente per trattare l'essere umano e le malattie animali.„

Source:

University of Illinois at Chicago