Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'attività fisica può contribuire a migliorare la salubrità e la qualità di vita dei pazienti della malattia del Parkinson

Una rassegna completa pubblicata nel giornale della malattia del Parkinson conferma che la gente che vive con la malattia del Parkinson (PD) può trarre giovamento da essere fisicamente attiva, particolarmente quando si tratta del miglioramento l'andatura e del bilanciamento e della diminuzione dei rischi di cadute. Conclude che i professionisti del settore medico-sanitario dovrebbero essere sicuri circa attività fisica di prescrizione migliorare la salubrità e la qualità di vita dei pazienti del palladio.

“L'esercizio dovrebbe essere tutta la vita un impegno per evitare il declino fisico e conoscitivo e la nostra ricerca mostra che questa è egualmente vera per le persone con palladio,„ il cristiano spiegato Duval, il PhD, professore, la costituzione fisica di Département des sciences de l'activité, il á Montréal, Montréal, Québec, Canada di Université du Québec. Malgrado la natura progressiva della malattia, la gente che vive con il palladio può pensare migliorare la loro condizione fisica essendo più fisicamente attiva.

Poiché la prevalenza del palladio probabilmente ora aumenterà in futuro, in parte dovuto i trattamenti d'estensione disponibili, gli interventi puntati su minimizzando la morbosità sono determinanti per la diminuzione dello sforzo sul sistema sanitario ed il miglioramento della qualità di vita per i pazienti del palladio. Con sia invecchiamento che vita con il palladio connesso con i comportamenti sedentari aumentati, questi risultati dovrebbero incoraggiare i pazienti a diventare più fisicamente attivi e badante e fornitori di cure mediche per facilitare queste attività.

I ricercatori hanno condotto un'analisi approfondita di 106 studi intrapresi in questi ultimi 30 anni, che ha provocato un numero significativo delle misure di risultato -- 868. Ciò fornisce una chiara maschera della conoscenza scientifica corrente che considera agli effetti di attività fisica sulla salubrità della gente che vive con il palladio.

Raggruppando questi risultati in quattro categorie principali, (1) capacità fisiche (per esempio resistenza, flessibilità), (2) capacità funzionali fisiche e conoscitive (per esempio andatura, mobilità, funzioni conoscitive), (3) sintomi clinici di palladio (per esempio rigidità, tremito, alterazioni di posizione) e (4) aspetti psicosociali di vita (gestione di salubrità e di qualità di vita), potrebbero determinare se l'attività fisica ha avuta un effetto positivo su ogni categoria. Più ulteriormente hanno suddiviso queste categorie nelle sottocategorie per cercare i vantaggi specifici ad un livello più granulare.

Il PA era più efficace per avvantaggiare la capacità fisica e la capacità funzionale fisica e conoscitiva. La capacità fisica comprende le sottocategorie quali resistenza dell'arto, resistenza, la flessibilità o intervallo di moto, controllo di motore e funzione metabolica. Più di 55% di tutti gli studi ha trovato gli effetti positivi in queste 2 categorie principali. Alcune sottocategorie, quale resistenza superiore dell'arto, hanno veduto il miglioramento in quasi 67% di tutti gli studi. I risultati nelle sottocategorie di funzione conoscitiva erano bassi, ma i ricercatori notano che c'erano soltanto nove studi che hanno misurato il miglioramento conoscitivo da PA per i pazienti del palladio. Ciò potrebbe indicare che ulteriore ricerca in questa area è necessaria.

La connessione fra PA ed i sintomi clinici di palladio e gli aspetti psicosociali di vita, sono meno chiari, con soltanto 50% e 45,3% dei risultati che riferiscono gli effetti positivi, rispettivamente. Nei sintomi clinici della categoria del palladio, sia le più alte (valutazione del motore, andatura che alterazioni di posizione) e (bradicinesia, congelarsi e tremito) tariffe dell'efficacia più basse sono state trovate attraverso le sottocategorie.

“Inoltre, confermare il ruolo positivo di attività fisica per i pazienti con palladio, questo studio ha identificato le aree in cui la più ricerca è necessaria. Come tali che servisca da guida per le indagini future,„ ha aggiunto Jean-Francois Daneault, co-author e collega postdottorale alla Harvard University.

il Co-ricercatore Martine Lauzé, del universitaire ricercato de gériatrie de Montréal, Montréal, Québec, Canada del de de l'Institut del centro, ha aggiunto fortunatamente “, gli studi indicano che tutta la gente può trarre giovamento da essere più fisicamente attiva, nessuna materia la loro età e circostanza, non è mai troppo recente per cominciare!„

Source:

IOS Press