Photoimmunotherapy può promettere l'opzione del trattamento per combattere il cancro

Quando Kerstin Stenson, MD, descrive la tecnica che innovatrice sta aiutando si sviluppa per combattere il cancro, sembra come sta descrivendo un romanzo militare di spionaggio di Tom Clancy.

Stenson sta curando i pazienti con photoimmunotherapy, POZZO in breve, una tecnica sperimentale che combina precisamente l'abilità del sistema immunitario alle cellule tumorali di obiettivo con la capacità dell'energia del laser di distruggere quelle celle. Come un'arma alta tecnologia in un giallo di Clancy, il POZZO consegna i carichi utili estremamente precisi e letali con danno collaterale minimo.

“Questo trattamento è così unico e promettente perché la sua potenza di cella-uccisione del cancro è così selettiva ed immediata,„ dice Stenson, Direttore del Centro Medico di Rush University Programma di Collo e Capo del Cancro. “Realmente è appena come un missile teleguidato.„

I romanzi della spia della Guerra fredda gradiscono Clancy che celebrano la tecnologia militare non sono prima scelta del romanzo di Stenson, ma apprezza le loro parallele al suo lavoro quando si tratta dello sviluppare le nuove armi per combattere un nemico anziano. Appena come un eroe deve sconfiggere i ragazzi cattivi mentre però salvando gli ostaggi, POZZO incontra la sfida fondamentale nella sconfitta del cancro: saldare la capacità di distruggere le cellule tumorali mentre limitando il danneggiamento del tessuto circostante.

Consegnando un carico utile, tendendo un laser e provocare un'esplosione

Photoimmunotherapy si espande sopra una terapia attuale chiamata terapia fotodinamica, un trattamento in due tappe che comincia con un paziente che è iniettato con una droga specializzata, chiamata un fotosensibilizzatore, che è destinato per accumularsi nella zona di un tumore cancerogeno. Poi medici irradiano le lunghezze d'onda specifiche di indicatore luminoso al tumore, inducenti il fotosensibilizzatore assorbente a produrre un modulo di ossigeno che uccide le celle vicine.

Ma in photoimmunotherapy, il fotosensibilizzatore si combina con un anticorpo prodotto in laboratorio -- ha chiamato un anticorpo monoclonale -- che specificamente gli obiettivi e le legature con i ricevitori hanno trovato soltanto sulla superficie delle cellule tumorali del collo e della testa. Amministrato per via endovenosa, il fotosensibilizzatore/combinazione dell'anticorpo -- riferito a come “droga del carico utile„ -- circola in tutto l'organismo del paziente, ma soltanto chiude sulle cellule tumorali del collo e della testa.

Il giorno successivo, Stenson affigge le fibre minuscole e laser-ottiche vicino alla superficie del tumore. Se il tumore è difficile da raggiungere, infila le fibre tramite i piccoli cateteri direttamente nel tumore. Poi l'energia di luce laser è irradiata attraverso le fibre, colpenti l'obiettivo del fotosensibilizzatore. Il laser non provoca delle le esplosioni livelle molecolare che indeboliscano le pareti cellulari del cancro, permettendo le molecole di acqua contenute nel tessuto circostante per precipitare dentro finché burst delle cellule tumorali.

“Quasi immediatamente, potete vedere il tumore cominciare morire. Sbianca e si fonde,„ Stenson dice. Poiché la droga del carico utile rimane inerte a meno che attivato da una lunghezza d'onda specifica di indicatore luminoso che non danneggia il tessuto umano, distruggere le cellule tumorali non danneggia quasi le celle circostanti. “La combinazione tintura/della droga (l'anticorpo monoclonale combinato con il fotosensibilizzatore) non è tossica fino all'attivato a dall'indicatore luminoso di vicino infrarosso, così è molto sicura da una prospettiva sistematica,„ Stenson spiega.

Tramite il confronto, i pazienti curati con la terapia fotodinamica convenzionale, il predecessore del POZZO, devono evitare la forte luce solare per parecchi mesi perché gli importi minuscoli del fotosensibilizzatore che rimangono nei loro sistemi potrebbero essere attivati dalla luce solare, causante una solarizzazione severa.

Il POZZO fornisce l'opzione dopo che altri trattamenti sono venuto a mancare

Stenson piombo un test clinico che sta verificando la sicurezza e l'efficacia del POZZO a pazienti di cui capo ed il cancro di collo non sta rispondendo a radiazione o alla chemioterapia, o quando l'ambulatorio non è fattibile dovuto un tumore duro accedere alla posizione. “Ottenendo dentro i mezzi della cellula tumorale possiamo ottenere il trattamento sistemico localmente più di qualunque altro trattamento,„ dice, aggiungendo che il POZZO è il più emozionante e promettendo la terapia che è stata coinvolgere mai con.

Lo studio è patrocinato e costituito un fondo per da Terapeutica di Aspyrian, la ditta di biotecnologia che ha creato il coniugato dell'anticorpo monoclonale, RM-1929 e garantito la licenza esclusiva per la tecnologia dall'Istituto Nazionale contro il Cancro, che ha sviluppato la tecnologia originale di terapia di photoimmuno.

“Photoimmunotherapy è una piattaforma classa prima del trattamento destinata per fornire un'opzione per i pazienti di cui il cancro di collo e capo ha venuto a mancare il livello dei trattamenti di cura,„ dice Merrill Biel, PhD di MD, che ha sviluppato il programma di test clinico del POZZO ed ha reclutato Stenson e l'Attività  per essere uno dei cinque siti del partecipante nello studio dell'efficacia e della sicurezza. “Il Chemo non ha funzionato, radiazione non ha funzionato. L'Ambulatorio non può aiutarli.„ L'Attività  è il solo centro nell'Illinois che offre questo trattamento.

Ha chiesto a Stenson per partecipare a causa della sua reputazione nazionale al campo di cura del cancro del collo e della testa. “È conosciuta attraverso il paese per lo sviluppo di avanguardia, innovatore e trattamenti di salvataggio che avanzano il nostro campo ed offrono la speranza ai pazienti che hanno esaurito le opzioni,„ dice. “La Sue competenza e comprensione sono state una grande aggiunta.„

Il POZZO ha potuto essere il trattamento per altri tipi di cancri.

Oltre il potenziale emozionante del POZZO come terapia molto efficace per il cancro di collo e capo, ha grande potenziale per il trattamento degli altri moduli di cancro e come terapia di combinazione con la chemioterapia di immune-modulazione. “Speriamo che una volta che proviamo la sicurezza e l'efficacia di questo trattamento specificamente per il cancro di collo e capo, il fotosensibilizzatore potrebbe combinarsi con le droghe di stimolazione immuni che mirano ad altri moduli di cancro,„ Stenson dica.

Poiché la terapia del POZZO sembra lavorare così precisamente e rapidamente, ci anche può essere grande potenziale nella combinazione dell'approccio con la chirurgia. Anche quando un chirurgo del cancro rimuove con successo un tumore cancerogeno, alcune cellule tumorali rimangono invariabilmente nel tessuto circostante e sono il pericolo da spargersi, che è perché l'ambulatorio del cancro è seguito spesso dalla chemioterapia. Poiché l'ambulatorio rende quelle aree temporaneamente accessibili, l'uno-due del POZZO della terapia mirata a energia-attivata indicatore luminoso potrebbe notevolmente diminuire la probabilità che il cancro ricostruisce.

Sorgente: Centro Medico di Rush University

Source:

Rush University Medical Center