Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di Würzburg sviluppano la tecnica novella per fornire la nuova comprensione nel trattamento di Salmonellosi

I progressi Tecnologici stanno rendendo l'analisi di singole cellule umane infettate batteriche fattibile, ricercatori di Würzburg hanno usato questa tecnologia per fornire la nuova comprensione nel trattamento di Salmonellosi. Lo studio è stato pubblicato appena in “Microbiologia della Natura„.

Le Malattie infettive sono una causa principale della mortalità universalmente. Lo sviluppo delle terapie innovarici o dei vaccini richiede la comprensione migliore di come i virus, i funghi patogeni o i batteri causano le malattie.

Alcuni agenti patogeni batterici quale la Salmonella invadono e ripiegano all'interno delle cellule umane. La Scienza sta spostando costantemente il suo fuoco verso lo studio delle celle infettate e come le differenze fra le diverse cellule ospiti pregiudicano la risposta cellulare agli agenti patogeni.

Un gruppo di ricerca intestato dal Professor Jörg Vogel dall'Università di Würzburg ha realizzato i progressi significativi in questa area. Hanno sviluppato una tecnica novella che li permette di studiare l'interazione di diverse cellule ospiti con l'infezione dei batteri. Questo studio è basato su collaborazione vicina fra il gruppo di Jörg Vogel all'Istituto di Biologia Molecolare di Infezione, la Medicina dei Sistemi dell'unità di memoria della Facoltà Di Medicina Ed i ricercatori all'Istituto Universitario Imperiale a Londra. I Loro risultati ora sono stati pubblicati nel giornale scientifico “Microbiologia della Natura„.

La Salmonella persegue due strategie

Il gruppo ha usato una tecnica chiamata “RNA-seguente unicellulare„ per studiare l'infezione dei macrofagi dalla Salmonella. I Macrofagi sono celle immuni che appartengono al gruppo di globuli bianchi. La Salmonella d'altra parte è batteri patogeni che possono essere presi dall'ingestione di acqua contaminata o di alimento per causare la gastroenterite locale e la diarrea. In pazienti immunocompromised tuttavia, la Salmonella può diffondere in tutto l'intero organismo e causare le malattie pericolose.

Sopra l'invasione dei macrofagi, la Salmonella persegue due strategie: La replica dei batteri o ai numeri alti dentro la cellula ospite o adotta uno stato non a crescita che li permette di persistere per anni all'interno dell'organismo del loro host. “Questo comportamento disparato della crescita urta la progressione di malattia e svolge un ruolo principale nel successo del trattamento antibiotico„ dice il ricercatore Jörg Vogel del cavo.

Analizzando i singoli macrofagi infettati con la Salmonella

Fin qui, pochissimo è conosciuto se e come i macrofagi rispondono a questi stili di vita disparati della Salmonella intracellulare. Per rispondere a questo problema gli scienziati di Würzburg hanno coltivato i macrofagi in laboratorio e li hanno infettati con la Salmonella.

Il RNA dalle celle infettate successivamente è stato estratto ed analizzato stato facendo uso dell'profondo-ordinamento, piombo alla rilevazione delle più di 5.000 trascrizioni differenti per macrofago. Questi dati sull'espressione genica di ospite si sono combinati con informazioni sul comportamento della crescita degli agenti patogeni intracellulari.

I risultati: I Macrofagi che contengono i batteri non a crescita adottano l'impronta dell'marchio di garanzia connessa con infiammazione. Esprimono le molecole di segnalazione per attirare ulteriori celle immuni verso il sito dell'infezione. A tale riguardo, rispondono similmente ai macrofagi che hanno incontrato la Salmonella, ma non sono stati infettati. “Questi macrofagi non possono individuare i loro batteri intracellulari - sono sotto il loro radar„ spiegano Emmanuel Saliba, primo autore dello studio.

Al contrario, i macrofagi con i batteri a crescita rapida sviluppano una risposta antinfiammatoria. Questi risultati interessanti apre molte domande, La Salmonella induce questa risposta differente? Manipolano i macrofagi in modo da non danno l'allarme per facilitare i batteri per eludere una risposta immunitaria? Sono ci situazioni dove la Salmonella non può eseguire questo trucco? In questi casi, ci ancora sarà una risposta immunitaria che forza i batteri passare al loro stato di riposo della crescita?

Di interesse per molte aree biomediche

“Corrente appena abbiamo esaminato un singolo punto di tempo dopo che infezione e non possiamo differenziarci così fra causa e la conseguenza„ spiega Alexander Westermann, un altro membro del gruppo. Gli Studi di approfondimento sono richiesti. Tuttavia, i risultati correnti già forniscono una nuova prospettiva sulla risposta ospite ai microbi patogeni. Ed usando la nuova tecnologia, le infezioni batteriche possono essere studiate nella risoluzione senza precedenti - vale a dire al livello unicellulare.

Il metodo stabilito alla Medicina dei Sistemi dell'unità di memoria di Würzburg dovrebbe essere di grande interesse per molti ulteriori progetti biomedici. “Tra l'altro, l'eterogeneità fra le celle del tumore o l'effetto delle droghe sugli unicellulari può essere analizzato nell'accuratezza sconosciuta„ dice il Professor Vogel.

Sorgente: Julius-Maximilians-Universität Würzburg, JMU