Il WHO conferma la distribuzione pilota del vaccino contro la malaria di prima generazione in Africa Subsahariana

Il primo vaccino contro la malaria del mondo sarà srotolato nei progetti pilota in Africa Subsahariana, WHO confermati oggi.  Il finanziamento ora è garantito per la fase iniziale del programma e le vaccinazioni sono dovute cominciare nel 2018.

Il vaccino, conosciuto come il RTS, la S, gli atti contro il falciparum del P., il parassita di malaria più micidiale globalmente ed il più prevalente in Africa. I test clinici avanzati hanno indicato il RTS, S per assicurare la protezione parziale contro malaria in bambini piccoli.

“La distribuzione pilota di questo vaccino di prima generazione traccia una pietra miliare nella lotta contro malaria,„ ha detto il Dott. Pedro Alonso, Direttore del programma globale di malaria del WHO. “Questi progetti pilota forniranno la prova che dobbiamo dalle impostazioni in vivo prendere le decisioni informate sopra se spiegare il vaccino su un su vasta scala.„

Finanziamento e sviluppo vaccino

Il fondo globale per combattere l'AIDS, la tubercolosi e la malaria oggi ha approvato gli Stati Uniti $15 milioni per i piloti del vaccino contro la malaria, assicurando il finanziamento pieno per la prima fase del programma. All'inizio di quest'anno, il Gavi, Alliance e il UNITAID vaccino hanno annunciato gli impegni fino agli Stati Uniti $27,5 milioni e degli Stati Uniti $9,6 milioni, rispettivamente, per i primi quattro anni del programma vaccino.

Il RTS, S è stato sviluppato con un'associazione fra GlaxoSmithKline e l'iniziativa del vaccino contro la malaria del PERCORSO (MVI), con supporto da Bill & dalle fondamenta di Melinda Gates e da una rete dei centri di ricerca africani.

“il WHO riconosce e loda la direzione e supporto di tutti gli agenzie e partner di finanziamento che hanno permesso questo risultato,„ ha detto il Dott. Jean-Marie Okwo-Bele, Direttore del dipartimento del WHO di immunizzazione, dei vaccini e di Biologicals.

Programma vaccino raccomandato da due organi consultivi del WHO

Nell'ottobre 2015, due gruppi consultivi indipendenti del WHO formati dai primi esperti del mondo sui vaccini e malaria - il gruppo di esperti consultivo strategico (SALVIA) su immunizzazione e sul comitato consultivo di polizza di malaria (MPAC) - entrata in vigore pilota raccomandata del RTS, vaccino di S in 3 - 5 impostazioni in Africa Subsahariana.  Queste raccomandazioni hanno seguito un annuncio che l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) aveva espresso un parere scientifico positivo del RTS, vaccino del luglio 2015 di S.  

Il WHO ha adottato ufficialmente le raccomandazioni di SAGE-MPAC nel gennaio 2016 e da allora ha lavorato per mobilizzare il contributo finanziario per i piloti e per finire la progettazione di programma. Il programma pilota valuterà la possibilità di consegna delle 4 dosi richieste del RTS, S; l'impatto del RTS, S sulle vite salvate; e la sicurezza del vaccino nel contesto della routine use.* egualmente accerterà l'entità a cui l'effetto protettivo del vaccino dimostrato in bambini ha invecchiato 5-17 mesi nella prova di fase 3 può essere in realtà impostazioni ripiegate.

Selezione del paese

Il RTS, S è il primo vaccino contro la malaria per completare con successo la prova chiave di fase 3. La prova di fase 3 ha iscritto più di 15.000 infanti e bambini piccoli in 7 paesi in Africa Subsahariana. I paesi che hanno partecipato ai test clinici di fase 3 saranno dati la priorità a per l'inclusione nel programma pilota del WHO. Le consultazioni sono in corso ed i nomi dei tre paesi selezionati saranno annunciati nelle prossime settimane.

Uno strumento complementare di controllo

Il RTS, vaccino di S è proposto come uno strumento per complementare il pacchetto attuale di malaria Che-raccomandata le misure preventive, di sistema diagnostico e del trattamento e sarà usato congiuntamente agli interventi correnti.  Altri strumenti includono: letto-netti insetticidi duraturi; pareti interne di polverizzazione delle abitazioni con gli insetticidi; trattamento preventivo per gli infanti e durante la gravidanza; prova diagnostica rapida; e trattamento dei casi confermati con le efficaci medicine antimalariche.

La distribuzione di questi strumenti ha abbassato già drammaticamente il carico di malattia di malaria in molte impostazioni africane. Fra 2000 e 2015, la tariffa di nuovi casi di malaria in Africa Subsahariana è caduto da 42% ed i tassi di mortalità di malaria sono caduto da 66%. Tuttavia, questa regione continua a rappresentare circa 90% delle casse globali e delle morti di malaria.

Poichè il RTS, S è soltanto parzialmente efficace, sarà essenziale che tutti i pazienti vaccinati con una febbre siano esaminati a malaria e che tutto quelli con una diagnosi confermata di malaria sono trattati con alta qualità, efficaci medicine antimalariche.

Virgolette del partner:

Dott. Seth Berkley, CEO di Gavi, Alliance vaccino:

Questi piloti sono critici da determinare se questo vaccino può essere srotolato più largamente, aggiungendo un nuovo strumento importante agli interventi che provati già abbiamo nella lotta contro malaria. L'impegno del fondo globale traccia l'inizio di un'associazione storica fra Gavi, il fondo globale e UNITAID, riunenti tre di più grandi istituzioni di finanziamento della salubrità del mondo per affrontare uno degli uccisori principali dei bambini.

Tracci Dybul, direttore esecutivo del fondo globale:

Il nuovo vaccino è un nuovo strumento potenzialmente apprezzato nella lotta contro malaria. Con i piloti costituiti un fondo per, siamo desiderosi di vedere come questo vaccino funziona congiuntamente ai netti insetticida-trattati ed alla polverizzazione dell'interno.

Lelio Marmora, direttore esecutivo di UNITAID:

La malaria di conclusione, una malattia che uccide un numero sproporzionato dei bambini, sta andando richiedere un alto livello di ingegnosità e di audacia. Dobbiamo afferrare l'opportunità di pilotare un vaccino che potrebbe rinforzare i mezzi a nostra disposizione per combattere questa malattia micidiale.