I ricercatori di MGH scoprono il meccanismo che rivela perché l'aspartame non può promuovere la perdita di peso

Un gruppo dei ricercatori del policlinico (MGH) di Massachusetts ha trovato un meccanismo possibile che spiegano perché l'uso dell'aspartame sostitutivo dello zucchero non potrebbe promuovere la perdita di peso. Nel loro rapporto pubblicato online in fisiologia applicata, la nutrizione ed il metabolismo, i ricercatori mostrano come la fenilalanina del prodotto della scomposizione dell'aspartame interferisce con l'atto di un enzima precedentemente indicato per impedire la sindrome metabolica - un gruppo di sintomi connessi con il diabete di tipo 2 e la malattia cardiovascolare. Egualmente hanno indicato che i mouse che ricevono l'aspartame in loro acqua potabile hanno guadagnato più peso ed hanno sviluppato altri sintomi della sindrome metabolica che gli animali alimentati le simili diete che mancano dell'aspartame.

“Zuccheri i sostituti come aspartame sono destinati a promuovere la perdita di peso e fare diminuire l'incidenza della sindrome metabolica, ma una serie di studi clinici ed epidemiologici hanno suggerito che questi prodotti non funzionassero molto bene e potessero realmente rendere le cose peggiori,„ dice Richard Hodin, MD, del dipartimento di MGH di chirurgia, l'autore senior dello studio. “Abbiamo trovato che l'aspartame blocca un enzima dell'intestino chiamato fosfatasi alcalina intestinale (IAP) che precedentemente abbiamo mostrato possiamo impedire l'obesità, il diabete e la sindrome metabolica; così pensiamo che l'aspartame non potrebbe lavorare perché, proprio mentre sta sostituendo lo zucchero, blocca gli aspetti utili di pressione i.a.„

In uno studio 2013 pubblicato negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze, il gruppo di Hodin ha trovato che quello pressione i.a. alimentare ai mouse tenuti su una dieta ad alta percentuale di grassi potrebbe impedire lo sviluppo della sindrome metabolica e diminuire i sintomi in animali che già hanno avuti la circostanza. La fenilalanina è conosciuta per inibire l'atto di pressione i.a. ed il fatto che la fenilalanina è prodotta quando l'aspartame si digerisce piombo i ricercatori studiare se i sui beni inibitori potrebbero spiegare la mancanza dell'aspartame di effetto di perdita di peso.

In una serie degli esperimenti il gruppo in primo luogo ha trovato che l'attività di pressione i.a. è stata diminuita quando l'enzima si è aggiunto ad una soluzione che contiene una bibita aspartame-zuccherata ma è stato rimanere identicamente se aggiunto ad una soluzione con una bevanda zucchero-zuccherata. La pressione i.a. soprattutto è prodotta nell'intestino tenue ed i ricercatori hanno trovato che quello iniettare una soluzione dell'aspartame nei segmenti degli intestini tenui dei mouse significativamente ha diminuito l'attività dell'enzima. Al contrario, l'attività di pressione i.a. è rimanere identicamente nei segmenti delle viscere iniettati con una soluzione salina.

Per rappresentare meglio gli effetti di consumo le bevande o degli altri prodotti che contengono l'aspartame, i ricercatori hanno seguito quattro gruppi di mouse per 18 settimane. Due gruppi sono stati alimentati una dieta normale, un'acqua potabile di ricezione con aspartame, l'altra acqua normale di ricezione. Gli altri due gruppi sono stati alimentati una dieta ad alta percentuale di grassi, con l'acqua aspartame-infusa o normale. Gli animali nel gruppo normale di dieta che ha ricevuto l'aspartame ha consumato un importo equivalente ad un essere umano adulto che beve circa tre e le latte di una metà del quotidiano della soda di dieta e di aspartame-ricezione degli animali nel gruppo ad alta percentuale di grassi hanno consumato l'equivalente di quasi due latte.

Alla conclusione del periodo di studio, mentre c'era poca differenza fra i pesi dei due gruppi ha alimentato una dieta normale, mouse su una dieta ad alta percentuale di grassi che ha ricevuto l'aspartame ha guadagnato più peso quelle sulla stessa dieta che ha ricevuto l'acqua normale. la Aspartame-ricezione dei mouse in entrambi i gruppi di dieta ha avuta più alte glicemie quelle hanno alimentato le stesse diete senza aspartame, che indica l'intolleranza al glucosio ed entrambi i gruppi diricezione hanno avuti livelli elevati dell'TNF-alfa infiammatoria della proteina nel loro sangue, che suggerisce il genere di infiammazione sistematica connesso con la sindrome metabolica.

“La gente realmente non capisce perché questi dolcificanti artificiali non funzionano. C'è stato una certa prova che realmente può rendervi più affamato e può essere associata con il consumo aumentato di caloria. I nostri risultati per quanto riguarda l'inibizione dell'aspartame di pressione i.a. possono contribuire a spiegare perché l'uso di aspartame è controproduttivo,„ dice Hodin, che è un professore di chirurgia alla facoltà di medicina di Harvard. “Mentre non possiamo eliminare altri meccanismi di contributo, i nostri esperimenti mostrano chiaramente quell'attività dei blocchetti pressione i.a. dell'aspartame, indipendente da altri effetti.„

Source:

Massachusetts General Hospital