Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La cronologia della Donna di uso della droga può contribuire a predire il rischio di sforzo e di ansia successivi al parto

La Nuova ricerca dalla North Carolina State University e dall'Università di British Columbia trova che la cronologia della vita di una donna di uso della droga può contribuire a predire se la donna soffrirà dai problemi con lo sforzo e l'ansia dopo il parto. L'individuazione ha potuto aiutare i fornitori di cure mediche a schermare le donne incinte per i problemi sanitari di salute mentale ed a fornire il trattamento pertinente.

“C'è stato molta attenzione recentemente sulla necessità di comprendere la selezione di salute mentale in visita prenatale ed in gran parte ha messo a fuoco sull'identificazione delle donne che sono a rischio della depressione successiva al parto,„ dice Sara Desmarais, un professore associato della psicologia allo Stato di NC ed al co-author di un articolo pubblicato sul lavoro.

“Il Nostro studio ha due risultati importanti che sono pertinenti a quella discussione,„ Desmarais dice. “In Primo Luogo, abbiamo trovato che le donne sono a rischio dei problemi sanitari di salute mentale successivi al parto significativi all'infuori della depressione - lo sforzo e l'ansia sono questioni serie che meritano l'attenzione. In Secondo Luogo, comprendendo le domande circa la cronologia di una donna di uso della droga, possiamo aiutare più esattamente i fornitori di cure mediche ad identificare le donne che sono a rischio dello sforzo e l'ansia successivi al parto - ed intraprendere le azione per fornire la cura necessaria.„

Lo studio non è stato destinato per mettere a fuoco specificamente su uso della droga, ma invece è stato puntato su rispondente alla più vasta domanda di se l'uso delle donne dell'alcool e delle droghe ad un punto qualunque nella loro vita ha predetto le sfide di salute mentale dopo il parto.

“Storicamente, molta ricerca messa a fuoco su uso della sostanza delle donne durante la gravidanza,„ Desmarais dice. “Abbiamo pensato che non possono essere un modo affidabile di cattura dell'uso della sostanza delle donne, perché le donne sono meno disposto probabile ad ammettere ad uso della sostanza durante la gravidanza - sono interessate circa la custodia parentale perdente, occupantesi del marchio di infamia sociale, o influenzante il loro trattamento e cura. Che Cosa è più, la gravidanza non è quando le donne cominciano a usando le droghe o l'alcool; quello è qualcosa che rinvii dal comportamento di una donna prima della gravidanza.„

Per esaminare queste emissioni, i ricercatori hanno utilizzato i dati dalle interviste con 100 donne in British Columbia che aveva dato alla luce nei tre mesi precedenti, proveniva in gran parte dagli più alti ambienti socioeconomici e non è stato considerato ad ad alto rischio dei problemi sanitari di salute mentale successivi al parto. I partecipanti di studio sono stati reclutati per unire un vasto studio di benessere e di salubrità, che specificamente non è stato messo a fuoco su uso della sostanza.

In quelle interviste, alle donne sono state interrogate riguardo alla loro cronologia di uso dell'alcool ed alla loro cronologia di abuso di droga.

“L'individuazione di tasto è che chiedere notizie sull'uso della droga di vita realmente ci ha aiutati a predire se una donna avvertirebbe i problemi sanitari di salute mentale successivi al parto,„ Desmarais dice.

“Il migliore preannunciatore dei problemi sanitari di salute mentale successivi al parto è ancora se una donna ha una cronologia dei problemi sanitari di salute mentale,„ Desmarais aggiunge. “Ma quando comprendete una cronologia di uso della droga, la probabilità aumenta significativamente.„

Specificamente, l'uso priore della droga è stato associato con i sintomi intensificati dello sforzo e dell'ansia dopo il parto. L'uso della Droga non è stato associato con la depressione successiva al parto e l'uso priore dell'alcool non è stato associato con alcuni problemi sanitari di salute mentale successivi al parto.

Sorgente: North Carolina State University