Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La tecnica dell'innovazione usa il suono per vedere le celle in tensione dell'interno

I ricercatori all'università di Nottingham hanno sviluppato una tecnica dell'innovazione che usa il suono piuttosto che l'indicatore luminoso per vedere le celle in tensione dell'interno, con l'applicazione potenziale nella diagnosi dei trapianti e del cancro delle cellule.

La nuova tecnica di ultrasuono del nanoscale usa le lunghezze d'onda breve-che-ottiche del suono e potrebbe anche rivaleggiare con le tecniche ottiche di super-risoluzione che hanno estratto il premio Nobel 2014 per chimica.

Questo nuovo genere di rappresentazione (sana) sotto-ottica di fonone fornisce informazioni inestimabili sulla struttura, sui beni meccanici e sul comportamento di diverse celle viventi ad un disgaggio non raggiunto prima.

I ricercatori dal gruppo di fotonica e dell'ottica nella facoltà di assistenza tecnica, università di Nottingham, sono dietro la scoperta, che è pubblicata “nella rappresentazione di alta risoluzione di carta 3D delle celle viventi con i fononi sotto-ottici di lunghezza d'onda„ nel giornale, rapporti scientifici.

“La gente ha una conoscenza di con l'ultrasuono come modo di sguardo dentro l'organismo -- nei termini più semplici lo abbiamo costruito al punto in cui può guardare dentro una cella determinata. Nottingham è corrente il solo posto nel mondo con questa capacità,„ ha detto il professor Matt Clark, che ha contribuito allo studio.

Nella microscopia ottica convenzionale, che usa l'indicatore luminoso (fotoni), la dimensione di più piccolo oggetto possiate vedere che (o la risoluzione) è limitato dalla lunghezza d'onda.

Per gli esemplari biologici, la lunghezza d'onda non può andare più piccola di quella di indicatore luminoso blu perché i fotoni continuati energia che di indicatore luminoso nell'ultravioletto (e nelle più brevi lunghezze d'onda) è così alti può distruggere le obbligazioni che tengono insieme le molecole biologiche che danneggiano le celle.

La rappresentazione ottica di super-risoluzione egualmente presenta le limitazioni distinte negli studi biologici. Ciò è perché le tinture che fluorescenti usa sono spesso tossiche e richiede i gran quantità di indicatore luminoso e di tempo di osservare e ricostruire un'immagine che è offensiva alle celle.

A differenza di indicatore luminoso, il suono non ha un carico utile ad alta energia. Ciò ha permesso ai ricercatori di Nottingham di usare le più piccole lunghezze d'onda e di vedere le più piccole cose e di ottenere alle più alte risoluzioni senza danneggiare la biologia cellulare.

“Una grande cosa è che, come l'ultrasuono sull'organismo, l'ultrasuono nelle celle non causa danno e non richiede prodotti chimici tossici di lavorare. A causa di questo possiamo vedere le celle interne che l'un giorno potrebbe essere messo nuovamente dentro l'organismo, per esempio come trapianti delle cellule,„ aggiunge il professor Clark.

Source:

University of Nottingham