I commputer UV-C possono tagliare una trasmissione di quattro superbugs resistenti alla droga da 30%, ritrovamenti di studio

Un nuovo strumento -- un tipo di luce ultravioletta ha chiamato UVC -- ha potuto aiutare gli ospedali nella battaglia in corso per tenere i batteri resistenti alla droga dalle stanze prolungate e dal causare del ricoverato le nuove infezioni.

Alcuni ospedali già hanno cominciato facendo uso dei commputer UV-C oltre alla disinfezione chimica standard ad uccidere i batteri potenzialmente pericolosi quale lo Staphylococcus aureus meticillina-resistente (MRSA), ma la ricerca sulla loro efficacia è stata preliminare.

Una grande prova ripartita con scelta casuale piombo da Duca Health e pubblicata nell'uso dei ritrovamenti di The Lancet dei commputer UV-C può tagliare una trasmissione di quattro superbugs importanti dai 30 per cento cumulativo. L'individuazione è specifica ai pazienti che restano durante la notte in una stanza in cui qualcuno con una cultura o un'infezione positiva conosciuta di un organismo resistente alla droga precedentemente era stato curato.

“Alcuni di questi germi possono vivere così lungamente sull'ambiente che anche dopo un paziente con l'organismo ha lasciato la stanza ed è stata pulita, il paziente seguente nella stanza potrebbe potenzialmente essere esposto,„ ha detto Deverick il J. Anderson, M.D., uno specialista della malattia infettiva a Duca Health e principale inquirente della prova, che ha incluso più di 21.000 pazienti. “Le Infezioni da uno di questi errori sono dure e costose trattare e possono essere vero debilitanti per un paziente. Per gli ospedali, queste infezioni egualmente causano un carico dei costi che non sono spesso rimborsabili.„

I ricercatori messi a fuoco su quattro organismi resistenti alla droga: MRSA, enterococchi vancomicina-resistenti (VRE), C. difficile ed Acinetobatterio.

La prova è stata condotta dal 2012 al 2014 a nove ospedali nel Sud-est, compreso tre ospedali di Sistema di Salubrità di Duke University, un ospedale di Affari dei Veterani e le piccole impostazioni di sanità della comunità.

Gli impianti hanno utilizzato un commputer del portatile chiamato il Tru-D SmartUVC per disinfettare le stanze in cui i pazienti con i batteri dell'obiettivo stavano restando. Per circa 30 minuti, il commputer emette UV-C attacca una stanza vuota, l'indicatore luminoso che rimbalza e che riflette nelle aree difficili da raggiungere quali i cassetti aperti o fra i gabinetti ed i dispositivi. Le onde leggere uccidono i batteri interrompendo il loro DNA.

La prova ha paragonato la disinfezione standard ad ammonio quaternario altri a tre metodi di pulizia: facendo uso di ammonio quaternario seguito da luce UV; facendo uso del candeggiante del cloro invece di ammonio quaternario e di nessuna luce UV; e pulizia con il candeggiante e la luce UV.

In Generale, la strategia più efficace stava usando l'ammonio quaternario seguito da luce UV. Questa combinazione era particolarmente efficace contro la trasmissione di MRSA.

I ricercatori hanno trovato che usando il candeggiante del cloro invece di ammonio quaternario ha tagliato le trasmissioni di VRE più da mezzo. Aggiungendo la luce UV Al regime del candeggiante riusciva ancor più, tagliando la trasmissione di VRE da 64 per cento.

Nessuno dei metodi di pulizia hanno diminuito significativamente l'incidenza del C. difficile, un'infezione che cattura la tenuta nell'intestino. L'incidenza dell'Acinetobatterio è stata limitata ad un caso, in modo dai ricercatori non lo hanno incluso nelle loro analisi.

I commputer UV-C ora stanno essendo fabbricati da parecchie società e sono fissati il prezzo di verso l'alto di $90.000. Gli Ospedali potrebbero risparmiare la moneta diminuendo le infezioni costose, ma quello non può essere abbastanza per stampare in offset gli impatti economici di lasciare a stanze pazienti liberi per i 30 minuti supplementari per pulire, Anderson ha detto.

“C'è un tal inserire l'ambiente dell'ospedale per girare le stanze sopra quella realmente qualsiasi quantità di tempo aggiunto è osservato come emissione potenziale,„ Anderson ha detto. “In un grande ospedale, potreste avere 100 stanze che sono sgomberate e girate in un giorno.„

Gli Ospedali devono essere strategici da permettere al tempo extra della disinfezione mentre tenendo conto dei tempi di scarico vari, la domanda delle stanze e della disponibilità pazienti dei commputer, Anderson ha detto. Anche con questi fattori -- quale cambiano giornalmente -- gli ospedali nella prova hanno raggiunto 90 per cento di conformità, significante essi hanno disinfettato 90 per cento delle stanze mirate a dopo il protocollo di prova esatto.

L'indicatore luminoso UV-C è appena uno di numerosi metodi che gli ospedali possono aggiungere ai regimi standard della disinfezione per continuare per tagliare i gradi di infezione per tutti gli agenti patogeni, compreso gli organismi resistenti alla droga, Anderson ha detto. Le Strategie quale il a mano lavaggio rigoroso, precauzioni per il personale contattano con i pazienti infettati e l'uso prudente degli antibiotici in pazienti egualmente svolge un ruolo, ha detto.

I ricercatori di Duca pianificazione esaminare altre strategie che quotidiane gli ospedali possono usare per occuparsi delle infezioni, quali gli indicatori luminosi non ultravioletti che sono sicuri da usare vicino alla gente ma anche possono fermare la proliferazione dei germi.

Sorgente: Duca Salubrità

Source:

Duke Health