Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo rapporto evidenzia le tendenze relative alla cura della malattia di cuore negli Stati Uniti.

Oltre 93 per cento di attacco di cuore i pazienti stanno ricevendo gli stents all'interno della soglia linea guida-raccomandata di 90 minuti dopo essere arrivato all'ospedale, con il tempo mediano a stenting soltanto 59 minuti, secondo un vasto rapporto sulle tendenze nella cura della malattia di cuore dall'istituto universitario americano della registrazione cardiovascolare nazionale dei dati della cardiologia pubblicata nel giornale dell'istituto universitario americano della cardiologia.

Il rapporto “tendenza alla cura cardiovascolare negli Stati Uniti: un rapporto da un istituto universitario di quattro americani dei programmi cardiovascolari nazionali di registrazione di dati della cardiologia„ fornisce le comprensioni nelle popolazioni pazienti, nei centri partecipanti e nei reticoli del 2014 dei dati basati cura da 4 dei 10 programmi di NCDR - registrazione di CathPCI, registrazione di ICD, Registrazione-GWTG di ATTO e registrazione di IMPATTO.

Gli autori del rapporto hanno detto che i dati di registrazione forniscono le prospettive uniche nella cura ed i risultati della malattia di cuore si preoccupano negli Stati Uniti ed illustrano la resistenza dei programmi di qualità nazionali, come NCDR, nell'avanzamento l'efficacia e della sicurezza dei trattamenti per i pazienti della malattia di cuore.

“Potevamo riferire sulla cura e risultati dei pazienti che subiscono le procedure cardiovascolari comuni, compreso gli interventi coronari percutanei, i defibrillatori impiantabili e gli interventi per la malattia di cuore congenita come pure per i pazienti con gli attacchi di cuore acuti,„ la presidenza del consiglio d'amministrazione di NCDR e l'autore principale dello studio Frederick A. Masoudi, il MD, MSPH, FACC, hanno detto. “In alcuni casi, gli ospedali stanno fornendo coerente la cura eccellente; le registrazioni, tuttavia, permettono che noi identifichiamo quegli aspetti di cura dove la comunità clinica cardiovascolare può migliorare.„

I risultati chiave da ogni registrazione includono:

Registrazione di CathPCI

  • Dei 667.424 pazienti che subiscono il PCI nel 2014, 35,3 per cento dei PCI sono stati eseguiti per le indicazioni elettive, confrontato a 64,7 per cento eseguiti per le indicazioni non elettive.
  • Fra 2011 e 2014, l'uso del declino femorale di accesso da 88,4 per cento a 74,5 per cento, mentre l'uso di accesso radiale ha aumentato 10,9 per cento - 25,2 per cento.
  • L'uso alle delle terapie basate a prova, compreso l'aspirina, inibitori P2Y12 e statins per i pazienti ammissibili, continua a rimanere alto a 93,3 per cento.
  • Il tempo mediano del porta--pallone per il PCI primario per STEMI egualmente rimane forte a 59 minuti per i pazienti che ricevono il PCI all'ospedale di presentazione e a 105 minuti per i pazienti di trasferimento.

Registrazione di ICD

  • Dei 158.649 pazienti che ricevono la terapia di ICD nel 2014, 120.228 hanno ricevuto un'unità per le ragioni principali di prevenzione, confrontata a 38.421 chi ha ricevuto un'unità per le indicazioni secondarie di prevenzione.
  • Di tutti gli innesti di ICD nel 2014, 25 per cento hanno compreso le singole unità della camera, 32 per cento in questione si raddoppiano unità della camera ed unità di CRT-D in questione 43 per cento, confrontate a 19 per cento, 37 per cento e 44 per cento, rispettivamente, nel 2011.
  • Mentre l'uso alle delle terapie basate a prova è generalmente alto, la prestazione su un farmaco composito metrico, compreso uso di ACE o di ARB per i pazienti con LVSD ed i betabloccanti per i pazienti con LVSD, potrebbe essere un obiettivo per gli sforzi di miglioramento di qualità. Fra 2011 e 2014 la tariffa composita di uso ha coltivato 76,7 per cento - 80,3 per cento, con stanza per miglioramento continuato.

Registrazione-GWTG di ATTO

  • Dei 182.903 pazienti con infarto miocardico acuto (AMI) nel 2014, 71.368 hanno avuti elevazione il MI (STEMI) di St-segmento, mentre 111.535 hanno avuti sindromi coronariche acute di elevazione di non ST segmento (NSTEMI).
  • C'è stanza per miglioramento nelle aree di cura senza difetti globale (78,4 per cento); Uso dell'inibitore P2Y12 in pazienti ammissibili (56,7 per cento); ed uso degli antagonisti dell'aldosterone in pazienti con disfunzione sistolica di LV e diabete o infarto (12,8 per cento).
  • Confrontato ai pazienti di NSTEMI, i pazienti di STEMI erano più probabili avvertire determinati eventi avversi durante l'ospedalizzazione, compreso la morte (6,4 per cento contro 3,4 per cento); shock cardiogeno (4,4 per cento contro 1,6 per cento), o spurgo (8,5 per cento contro 5,5 per cento).
  • Dei pazienti di STEMI, 95,8 per cento hanno subito l'angiografia coronaria e 90,7 per cento hanno subito il PCI, confrontato ai pazienti di NSTEMI di cui 81,9 per cento hanno subito l'angiografia coronaria e 52,4 per cento hanno subito il PCI.

Registrazione di IMPATTO

  • Dei 20.169 pazienti con la malattia di cuore congenita che subisce la cateterizzazione cardiaca o ad un intervento basato a catetere, 86 per cento erano sotto l'età di 18 e 24,6 per cento erano sotto di un anno.
  • Le procedure come la chiusura (ASD) del difetto del setto interatriale, la chiusura di arteriosus di ductus (PDA) di brevetto, stenting aortico di coarctation e valvulolasty polmonare hanno avute indici di successo superare 84 per cento. L'angioplastia aortica del pallone di coarctation riusciva meno a 55,1 per cento.
  • Il embolization dell'unità è stato riferito in 1,2 per cento delle procedure della chiusura di ASD e 1,1 per cento delle procedure della chiusura di PDA. Un importante crescita in rigurgito aortico segue clinicamente valvuloplasty è stato notato in 10,6 per cento dei casi.

In un riassunto esecutivo corrispondente anche pubblicato in JACC, Masoudi ha detto che “i dati di NCDR forniscono una prospettiva nazionale unica e clinicamente ricca sulla cura ed i risultati delle circostanze cardiovascolari ad alto impatto e delle procedure che non sono disponibili altrove.„

Source:

American College of Cardiology