Lo studio clinico trova la prova che l'addestramento di meditazione di consapevolezza combatte l'ansia

La meditazione di consapevolezza è un trattamento sempre più popolare per ansia, ma verificare la sua efficacia in un modo in modo convincente è stato difficile. Un test clinico rigorosamente ora progettato e NIH-patrocinato ha trovato la prova fisiologica obiettiva che la meditazione di consapevolezza combatte l'ansia.

I ricercatori hanno trovato che i pazienti di disordine di ansia avevano diminuito marcato l'sforzo-ormone e le risposte infiammatorie ad una situazione stressante dopo la cattura della meditazione di consapevolezza corso-mentre i pazienti che hanno catturato un corso di gestione dello stress di non meditazione avevano peggiorato le risposte.

“L'addestramento di meditazione di consapevolezza è un approccio basso marchio di infamia e relativamente economico del trattamento e questi risultati rinforzano il caso che può migliorare l'elasticità per sollecitare,„ hanno detto l'autore principale Elizabeth A. Hoge, il MD, professore associato nel dipartimento del centro medico di Georgetown University della psichiatria.
Lo studio, pubblicato il 24 gennaio nella ricerca in psichiatria, inclusa 89 pazienti con disordine di ansia generalizzata, uno stato di preoccuparsi cronico ed eccessivo. Il disordine è stimato per pregiudicare quasi 7 milione Americani durante il qualsiasi un anno.

Hoge ed i suoi colleghi hanno diviso a caso i pazienti in due gruppi: Uno ha catturato un corso basato consapevolezza di otto settimane di riduzione di sforzo, l'altro- controllo gruppo-ha catturato un corso di formazione di otto settimane della gestione dello stress, che suggerimenti generali inclusi sull'importanza di buona nutrizione, di abitudini di sonno e di altri argomenti di benessere. Entrambi i corsi hanno avuti i simili formati ma soltanto il precedente addestramento incluso nelle tecniche meditative.

Molte prove priori alle delle terapie basate a meditazione hanno confrontato un gruppo di meditazione ad un gruppo di controllo non trattato. Poiché i partecipanti a tali studi “non sono accecati„ - sanno se stanno ottenendo il trattamento o non-sono probabili essere influenzati dall'effetto del placebo e da altri moduli di tendenziosità dell'aspettativa. “FDA non approverebbe mai una droga basata su una tal progettazione di test clinico,„ ha detto Hoge.
In questo studio, ha aggiunto, i partecipanti avrebbero avuti poca o nessuna tendenziosità dell'aspettativa, perché tutti sono stati definiti ad un trattamento e non sono stati detti quale era il trattamento di interesse ai ricercatori.

Prima e dopo il corso di formazione, i partecipanti hanno subito la prova di sforzo sociale di Treviri, una tecnica sperimentale standard per l'induzione della risposta di sforzo, in cui i partecipanti saranno chiesti quasi senza preavviso di dare un discorso prima di un pubblico e sono dati altre istruzioni d'induzione.

“Stavamo verificando l'elasticità dei pazienti,„ Hoge ha detto, “perché quello è realmente l'ultimo domanda-può noi incitare la gente a trattare lo sforzo migliore?„

Per la prova di sforzo, agli gli indicatori basati a sangue riflessi gruppo delle risposte dello sforzo degli oggetti, vale a dire livelli degli ACTH dell'ormone di sforzo e delle proteine infiammatorie IL-6 e TNF-α. Il gruppo di controllo ha mostrato gli aumenti modesti sulla seconda prova confrontata al prima, suggerendo un peggioramento della loro ansia dal dovere resistere ancora alla prova. Al contrario, il gruppo di meditazione ha mostrato i grandi cali in questi indicatori sulla seconda prova, suggerente che l'addestramento di meditazione li avesse aiutati a fare fronte.

Hoge e colleghi egualmente trovare-come hanno riferito in un documento più in anticipo su questo studio-che i pazienti del gruppo di meditazione, confrontati ai comandi, hanno avvertito le riduzioni significativamente maggiori delle misure auto-riferite dello sforzo dopo il loro corso.

Lo studio aggiunge a prova per l'efficacia della meditazione di consapevolezza nel trattamento dell'ansia, Hoge ha detto. Ha notato ugualmente che la sua “progettazione rigorosa di controllo attivo„, fornisce un buon paradigma per lo studio futuro sugli interventi quale la meditazione, a cui i pazienti non possono essere accecati.
Hoge spera infine di ampliare lo studio sui trattamenti in relazione con la consapevolezza ad altre circostanze psichiatriche e di confrontare tali trattamenti alle terapie farmacologiche psichiatriche standard.